BEATI I PACEI

Scarica PDF
BEATI I PACEI
I BEATITUDINE
LA VERA INTERPRETAZIONE DELLA LEGGE
MOTIVI GIUSTI
IL NOSTRO PADRE NEL CIELO
NON GIUDICARE
IL MODO VICINO
RICORDA IL CONTESTO
LE PECORE E LE CAPRE
GESÙ È IL MODO
1. Nelle ultime settimane abbiamo discusso del fatto che è sempre più comune ascoltare persone (cristiane e non cristiane) proclamare che il vero cristianesimo è mirato a sistemare questo mondo lavorando per porre fine alla povertà e aiutare gli emarginati come sradichiamo l'ingiustizia sociale nel mondo.
un. Non c'è niente di sbagliato nel lavorare per la giustizia o nel perseguire le attività di cui sopra. Ma dobbiamo mantenere le nostre priorità giuste. Se potessimo in qualche modo porre fine all'ingiustizia e alla povertà attraverso programmi governativi o religiosi, sarebbe per nulla perché tutti gli uomini sono colpevoli di peccato davanti a un Dio santo e sulla loro strada per l'eterna separazione da Lui all'inferno. Matteo 16:26
1. Né questo mondo né gli esseri umani sono come Dio ci ha creati per essere a causa del peccato, tornando da Adamo ed Eva (molte lezioni per un altro giorno).
2. Tutta la povertà, il crimine, l'ingiustizia e l'emarginazione dei gruppi di persone sono il deflusso di cuori umani oscurati dal peccato. L'umanità caduta non può produrre una società giusta perché c'è un problema spirituale sottostante che deve essere sradicato dal potere di Dio. Siamo per natura figli del diavolo, figli dell'ira. Ef 2: 3; I Giovanni 3:10
b. Gesù non è venuto per sistemare la società. Venne per affrontare il peccato e produrre una trasformazione nei cuori degli uomini, trasformandoli da peccatori in santi e giusti figli di Dio.
1. Il Vangelo è soprannaturale. Tramite il potere di Dio, attraverso la fede in Cristo e la Sua opera sulla Croce, uomini e donne peccaminosi possono essere trasformati in figli e figlie di Dio.
2. Non c'è nemmeno un accenno di cristiani che lavorano per cambiare la società nei Vangeli o nelle epistole. I cristiani lavorano per cambiare il cuore attraverso il potere di Dio.
c. In connessione con la sua seconda venuta, Gesù renderà questo mondo un "posto migliore" in ciò che la Bibbia chiama i nuovi cieli e terra - un argomento per un'altra notte. Matteo 13: 37-43; II animale domestico 3: 10-13
2. Le persone a volte cercano di usare versetti della Bibbia per sostenere l'idea di "sistemare la società". Tuttavia, i versetti sono esclusi dal contesto. Forse hai sentito la frase "Beati gli operatori di pace", da una dichiarazione fatta da Gesù. Matt 5: 9
un. Alcuni usano la sua affermazione per sostenere l'idea che è venuto per portare la pace nel mondo e noi dobbiamo continuare il suo lavoro. Questo è un esempio di un verso fuori contesto, interpretato male e applicato male.
1. La Bibbia riferisce che anche Gesù disse che non era venuto per portare la pace, ma una spada. La parola greca significa letteralmente una spada. Se usato in senso figurato, significa guerra. Matteo 10:34
2. La Bibbia rivela che Gesù ha causato divisione o scismi tra le persone perché alcuni hanno ricevuto il Suo messaggio, ma altri no. Giovanni 7:43; Giovanni 9:16; Giovanni 10:19
b. In questa lezione continueremo a esaminare il contesto storico in cui Gesù è nato e ha svolto il Suo ministero per aiutarci a vedere chiaramente perché Gesù è venuto sulla terra e quale messaggio ha predicato.

1. Sapevano anche dai profeti che poiché solo i giusti possono partecipare al regno di Dio sulla terra, bisognava fare qualcosa per il loro peccato. Ecco perché si sono rivelati a frotte per il battesimo di Giovanni. Volevano prepararsi per la venuta del Signore. Matt 3: 1-6
un. A questo punto gli ebrei del I secolo non avevano idea che Gesù, attraverso la sua morte, sepoltura e risurrezione, avrebbe pagato il loro peccato e stabilito una nuova relazione tra Dio e l'uomo.
b. Non avevano idea che Gesù avrebbe permesso a uomini e donne di diventare figli e figlie di Dio o che li avrebbe abitati dal suo Spirito e avrebbe dato loro la sua vita eterna.
2. Il ministero della terra di tre anni di Gesù fu un periodo di transizione. Mentre gradualmente preparava la gente per ciò che stava per accadere, diede indicazioni su ciò che stava per accadere, ma non spiegò tutto.
un. Non voleva dare la mano al diavolo affermando chiaramente che era venuto sulla terra per morire in sacrificio per i peccati degli uomini (I Cor 2: 7-8). Di conseguenza, il significato di molte delle sue dichiarazioni divenne chiaro solo dopo essere stato risuscitato dai morti.
b. Ad esempio, a un popolo abituato a usare l'acqua per la purificazione cerimoniale, Gesù introdusse l'idea del potere interiore di purificazione e purificazione dello Spirito di Dio e della Parola di Dio.
1. Gesù disse loro che se un uomo non è nato di nuovo (nato dall'alto), nato dall'acqua e dallo Spirito, non può entrare nel regno di Dio. Ha detto ai Suoi apostoli che, se non ti lavo, non hai parte con me, e poi ha detto che erano puliti o purificati attraverso la parola che parlava loro. Giovanni 3: 3-6; Giovanni 13: 8; Giovanni 15: 3
2. Nessuno degli apostoli comprendeva appieno ciò che Gesù stava dicendo. Ma promise che lo Spirito Santo avrebbe riportato loro le Sue Parole. Giovanni 14:26
3. E, nel giorno della risurrezione, spiegò loro il Vangelo e loro lo credettero. I loro peccati furono rimessi, lo Spirito Santo li rigenerò e iniziarono a ricordare e comprendere ciò che Gesù disse e fece. Luca 24: 44-48; Giovanni 20: 21-23; Giovanni 12:16
c. Dopo la risurrezione hanno imparato che gli uomini sono nati di nuovo o diventano figli di Dio attraverso la Parola e lo Spirito. Lo Spirito di Dio attraverso la Parola di Dio produce purificazione e trasformazione negli esseri umani quando credono in ciò che Dio ha fornito attraverso la Croce.
1. Ef 5: 26 — Cristo ha amato la chiesa e si è consegnato per lei, così da poterla santificare, dopo averla purificata dal lavaggio dell'acqua con la Parola, in modo da poter presentare a sé la chiesa in glorioso splendore, senza macchia o rughe o cose del genere - che potesse essere santa e impeccabile. (Amp)
2. Tito 3: 5 — Ci ha salvati, non per le opere compiute da noi nella giustizia, ma secondo la sua stessa misericordia, mediante il lavaggio della rigenerazione e il rinnovamento dello Spirito Santo. (NLT)
d. La Bibbia usa molte parole per descrivere ciò che Dio fa a noi e per noi quando crediamo in Gesù: lavarsi, purificarsi, rigenerarsi o nascere e rinnovarsi.
1. C'è una sovrapposizione in queste parole e tutte sono in qualche modo insufficienti perché gli scrittori stanno cercando di descrivere come il Dio Infinito interagisce con gli uomini finiti.
2. Potremmo fare insegnamenti approfonditi su ogni versetto, ma nota il punto principale: Gesù venne e morì in modo da poter essere purificati e trasformati interiormente e resi impeccabili e santi.
3. Giovanni 7: 37-38 — L'anno prima che Gesù fosse crocifisso, fece questa dichiarazione a Gerusalemme durante l'annuale Festa dei Tabernacoli: se qualcuno crede in Me, fiumi di acqua viva scorreranno dal suo ventre.
un. Nota la parentesi attorno a v39. John ha inserito un commento editoriale. Riferì che a quel tempo nessuno aveva ancora una chiara comprensione del significato di Gesù. Tuttavia, quando Giovanni scrisse il suo Vangelo, lui e gli altri sapevano chiaramente cosa intendeva Gesù perché lo avevano sperimentato.
1. Ma noti che Giovanni riferì che lo Spirito Santo non era ancora stato dato perché Gesù non aveva ancora glorificato. La parola greca significa stimare o rendere glorioso. Deriva dalla parola greca per gloria ed è usato in un'ampia varietà di applicazioni.
2. Potremmo fare molte lezioni su ciò che significa che Gesù è stato glorificato, ma ecco una semplice definizione: Gesù è risorto dai morti e ha preso il suo posto d'onore alla destra di Suo Padre.
b. La glorificazione di Gesù è cruciale per il piano di Dio di avere una famiglia. Nota queste affermazioni al riguardo. 1. Rom 4: 25 — La glorificazione di Gesù (la sua risurrezione dai morti) è la prova che i nostri peccati sono pagati. Ha preso la colpa del nostro peccato su Se stesso sulla Croce ed è stato tagliato fuori da Dio. Se un peccato non fosse stato pagato, non sarebbe potuto uscire dalla tomba e andare alla presenza di suo Padre.
2. Giovanni 14:17; Giovanni 16: 7; Atti 2: 33 — La glorificazione di Gesù (il suo posto alla destra di Suo Padre) aprì la strada allo Spirito Santo per venire e la dimora degli uomini e delle donne purificati.
A. Una breve nota: nel giorno della risurrezione Gesù soffiò sugli apostoli e loro ricevettero lo Spirito, ma disse loro di aspettare un altro incontro con lo Spirito Santo. Atti 1: 4-5
B. Dieci giorni dopo il ritorno di Gesù in cielo, furono battezzati nello Spirito Santo e uscirono e cominciarono a predicare la risurrezione e la remissione dei peccati a tutti coloro che si pentono.
C. Mentre studiamo gli Atti vediamo che i primi cristiani hanno avuto due distinte esperienze con lo Spirito Santo. Sono nati dallo Spirito e poi riempiti o battezzati con lo Spirito. Atti 2: 1-4; Atti 8: 14-16; Atti 9: 1-17; Atti 10: 43-48; Atti 19: 1-7
c. Giovanni 12: 23-24 — Poco prima della sua crocifissione Gesù disse che era giunto il momento per lui di essere glorificato. In una dichiarazione che i Suoi ascoltatori non avevano ancora compreso appieno, si riferiva a ciò che avrebbe preceduto la sua glorificazione (la sua morte) e quale sarebbe stato il risultato (avrebbe prodotto molti frutti).
1. Eb 2: 9-10: Gesù assaggiò la morte per ogni uomo in modo da poter portare molti figli alla gloria. Era giusto che lui (il Padre), per il quale e per il quale esistono tutte le cose, nel portare molti figli alla gloria, rendesse perfetto il fondatore della loro salvezza (Gesù) attraverso la sofferenza (v10, ESV).
2. L'autore dell'epistola sottolinea che, poiché Gesù è diventato uomo e ha sofferto, ha imparato per esperienza com'è soffrire. Questo lo preparò ad essere un sommo sacerdote misericordioso e fedele per il suo popolo. v17-18
3. Si noti che quando l'autore fa il punto, ci informa sul perché Cristo è morto, per portare i figli alla gloria: guidare i suoi numerosi figli verso la sua gloriosa salvezza (Goodspeed); in gloria (Amp).
A. L'umanità è stata creata per una posizione gloriosa: relazione con Dio Onnipotente come figli che glorificano il loro Padre. Dio incoronò l'uomo con gloria e onore. Sal 8: 5
B. A causa del peccato, l'umanità è caduta dalla posizione gloriosa per la quale siamo stati creati.
Rom 3: 23 — E tutti non sono all'altezza del glorioso ideale di Dio (XX sec.); Tutti hanno peccato e stanno perdendo l'onore e la gloria che Dio concede e riceve (Amp).
3. Ef 1: 4-5 — Il piano di Dio, poiché prima di creare i cieli e la terra, era e deve avere una famiglia di figli e figlie santi e giusti. Quando il peccato ha contrastato il piano, Dio ha escogitato un modo per riportare la famiglia alla sua gloriosa posizione attraverso Gesù. Rom 8: 29-30 ci fornisce maggiori informazioni sul piano di Dio.
un. v29 — Per quelli che ha preconosciuto — di cui era consapevole e amato in anticipo — Dedicò anche fin dall'inizio (preordinandoli) ad essere modellato nell'immagine di Suo Figlio [e condividere interiormente la Sua somiglianza], affinché potesse diventare il primo nato tra molti fratelli (Amp)
1. Dio desidera figli e figlie conformi all'immagine di Cristo, come Gesù nel carattere e nella potenza, nella santità e nell'amore. Gesù, nella sua umanità, è il modello per la famiglia di Dio. 2. È “il più anziano in una vasta famiglia di fratelli (Weymouth), figli che sono glorificati (gradendo il Padre in ogni modo) figli che sono riportati al loro scopo creato, restaurati alla gloria.
b. v30 — E anche quelli che ha così preordinato ha chiamato, e anche quelli che ha chiamato ha giustificato — assolto, reso giusto, mettendoli in regola con se stesso. E quelli che giustificava anche glorificava, elevandoli a una dignità e condizione celesti [stato dell'essere] (Amp); Li onorò e li glorificò (Clarke).
1. La giustificazione è un termine legale. Quando una persona crede in Gesù e nel Suo sacrificio, viene dichiarata giusta e accettabile davanti a Dio. La giustificazione cambia il tuo rapporto con Dio. La giustificazione consente a Dio di trattare con noi come se non avessimo mai peccato.
2. La glorificazione è un processo di trasformazione realizzato dallo Spirito Santo interiore che alla fine libererà ogni parte del nostro essere dagli effetti del peccato. Essere glorificati significa essere resi vivi con la vita eterna, la vita in Dio, lo Spirito di Dio.
A. La glorificazione inizia con una nuova nascita, quando lo Spirito di Dio ti abita e rigenera la tua natura, cambiandoti da peccatore a figlio. Tito 3: 5
B. Quindi lo Spirito Santo attraverso la Parola di Dio glorifica o inizia un'opera di purificazione progressiva nella mente, nelle emozioni e nelle azioni conosciute come santificazione. II Cor 3:18
B. Infine, il tuo corpo sarà glorificato o risuscitato dai morti e reso incorruttibile e immortale. Fil 3: 20-21; 15 Cor 52: 53-XNUMX
c. Un processo è in corso in questo momento. Abbiamo finito i lavori in corso, i figli e le figlie di Dio, ma non ancora pienamente conformi all'immagine di Cristo in ogni parte del nostro essere. 3 Giovanni 2: XNUMX
1. Dio si occupa di te sulla base della parte finita - la tua nuova identità di figlio o figlia - perché sa che il processo sarà completato se rimani fedele a Lui.
2. Eb 2: 11 — Sia per Colui che li sta purificando sia per quelli che sono purificati, provengono tutti da un solo Padre, quindi non si vergogna di chiamarli fratelli. (Williams)

1. Gli ascoltatori di Gesù (uomini del Vecchio Testamento) avrebbero avuto familiarità con il profeta Isaia che scrisse che non c'è pace per i malvagi. Sapevano anche che nel regno di Dio non sarebbero permesse persone ingiuste. Isa 48:22; Isa 57:21; Sal 24: 3-4; Sal 15: 1-5; eccetera.
un. Il pubblico di Gesù non era interessato a come porre fine alla guerra in questo mondo. Volevano sapere come sbarazzarsi del loro peccato e ottenere la giustizia di cui avevano bisogno per entrare nel regno di Dio sulla terra.
b. Isa 32: 17 — Anche queste persone sapevano da Isaia che l'effetto della giustizia o della correttezza con Dio sarebbe stato pace, tranquillità e certezza per sempre.
2. Gesù venne sulla terra per portare la pace tra Dio e l'uomo, per giustificare gli uomini e riportare gli uomini al giusto rapporto con Dio, o renderli giusti.
un. Nella lezione abbiamo parlato in precedenza di Rom 4:25. Dice che Gesù fu risuscitato dai morti perché la nostra giustificazione fu raggiunta. La Bibbia non era originariamente scritta in capitoli e versetti. Furono aggiunti nel Medioevo a scopo di riferimento.
1. Nota la prossima dichiarazione fatta da Paolo. Ricorda, gli fu insegnato il Vangelo da Gesù stesso (Gal 1: 11-12). Rom 5: 1 — Pertanto, essendo giustificati dalla fede, abbiamo pace con Dio. 2. La parola "quindi" collega ciò che Paolo sta per dire con ciò che ha appena detto. Ha appena detto che Gesù è stato in grado di uscire dalla morte perché eravamo giustificati o dichiarati non colpevoli. La parola giustificata significa assolto, tutte le accuse cadute perché non ci sono prove. Col 2:14
b. Perché ora siamo giustificati, abbiamo pace con Dio. Ora abbiamo accesso a Dio e manteniamo la sua grazia. E possiamo rallegrarci della speranza della gloria di Dio. v2 — Quindi esultiamo nella nostra speranza di raggiungere l'ideale glorioso di Dio (XX sec.).
1. La presenza interiore dello Spirito di Dio, dello Spirito Santo, dello Spirito di Cristo, dello Spirito di adozione (tutti i titoli dello Spirito Santo, Rom 8: 9; Rom 8:15) è la promessa che un giorno essere pienamente conforme all'immagine di Cristo.
2. Col 1: 27 — Cristo in te, la promessa di glorificazione (Goodspeed); Cristo in te, la tua speranza di glorificazione (Williams). Chi ha iniziato un buon lavoro in te lo completerà (Fil 1, 6).
3. Gesù non stava parlando di operatori di pace che negoziano e lavorano per la pace tra le nazioni. La guerra è una manifestazione di uomini caduti. La guerra non finirà fino a quando il mondo non sarà popolato solo da figli di Dio. In effetti, Gesù ha detto che uno dei segni che il suo ritorno è vicino sarà l'aumento della guerra. Matt 24: 6
un. Peacemaker significa un ambasciatore che viene per portare la pace. I figli di Dio sono ambasciatori che implorano uomini e donne di riconciliarsi con Dio attraverso la fede in Cristo. II Cor 5: 20-21
b. Beati gli operatori di pace !! Abbiamo molto altro da dire la prossima settimana !!