GESÙ È IL MODO

Scarica PDF
BEATI I PACEI
I BEATITUDINE
LA VERA INTERPRETAZIONE DELLA LEGGE
MOTIVI GIUSTI
IL NOSTRO PADRE NEL CIELO
NON GIUDICARE
IL MODO VICINO
RICORDA IL CONTESTO
LE PECORE E LE CAPRE
GESÙ È IL MODO

1. Abbiamo trascorso la parte migliore di quest'anno guardando Gesù mentre viene rivelato nella Bibbia: chi è, perché è venuto sulla terra e cosa ha realizzato mentre era qui. Il nostro obiettivo è acquisire tanta familiarità con il vero Cristo che possiamo facilmente riconoscere e respingere falsi cristi, falsi profeti e falsi vangeli.
un. Di recente, abbiamo discusso del fatto che si sta sviluppando un falso cristianesimo. E accoglierà l'ultimo falso cristo (l'ultimo sovrano del mondo, un uomo noto come l'Anticristo).
b. Questo pseudo vangelo deleggia il peccato ed esalta l'innata bontà dell'uomo. Dichiara che tutti sono i benvenuti nella famiglia di Dio, indipendentemente da ciò in cui credono o da come vivono finché sono sinceri e cercano di essere una brava persona.
1. È un vangelo sociale che definisce il vero cristianesimo come uno sforzo per sistemare la società lavorando per porre fine alla povertà, aiutare gli emarginati e sradicare l'ingiustizia nel mondo. Sostiene di essere più tollerante, più amorevole, più inclusivo e meno giudicante del cristianesimo ortodosso.
2. Assistiamo allo sviluppo di ciò che Paolo scrisse in II Tim 3: 5. Prima del ritorno di Gesù le persone "agiranno come se fossero religiose, ma respingeranno il potere che potrebbe renderle divine" (NLT). (Gesù insegnò personalmente a Paolo il vangelo che predicava, Gal 1: 11-12).
c. Anche se questa religione in crescita è contraria al cristianesimo ortodosso nelle sue credenze di base, può sembrare cristiano a coloro che non hanno familiarità con la Bibbia perché usa la terminologia cristiana e cita versi della Bibbia. Tuttavia, questi passaggi sono esclusi dal contesto, interpretati in modo errato e applicati in modo errato.
2. Nelle ultime lezioni abbiamo parlato dell'importanza di imparare a leggere i versetti nel contesto in modo da poter interpretare giustamente il loro significato. Ci siamo concentrati sul contesto storico e culturale, in particolare sul fatto che tutto nella Bibbia è stato scritto da qualcuno a qualcuno su qualcosa. Versetti specifici non possono significare qualcosa per noi che non avrebbero mai significato per gli ascoltatori e i lettori originali.
un. Abbiamo coperto molte informazioni e potremmo dire molto di più. Ma in questa lezione, porteremo a termine il nostro argomento. Nel nuovo anno, faremo una serie sulla nostra più grande protezione contro l'inganno, diventando un lettore regolare della Bibbia, in particolare il Nuovo Testamento.
b. Prendi in considerazione un pensiero prima di iniziare la lezione di stasera: non solo ogni punto che faccio stasera può essere trasformato in una lezione, tutto ciò che sto per dire è basato su ciò che abbiamo coperto nelle ultime 29 settimane. Se ti stai unendo a noi, le lezioni precedenti sono disponibili sul nostro sito web.

1. Basandosi sugli scritti dei loro profeti, queste persone sapevano che questa era attuale (il mondo così com'è, segnato dal peccato, dalla corruzione e dalla morte) finirà. E si aspettavano che Dio mandasse un Messia che avrebbe portato il suo regno sulla terra e ripristinato le condizioni dell'Eden. Dan 2:44; Isa 51: 3; eccetera.
un. Il primo pubblico di Gesù sapeva inoltre che quando verrà il regno di Dio, i malvagi devono essere rimossi perché solo i giusti possono entrare nel suo regno. Sal 37: 1-2; 9-11; 22; 28-29; eccetera.
1. Marco 1: 14-15 — Quando Gesù iniziò il suo ministero pubblico, le sue parole di apertura attirarono l'attenzione di tutti. Ha proclamato: il tempo è compiuto o completato e il regno di Dio è vicino. Pentiti e credi nel vangelo o nella buona notizia.
2. La parola pentirsi aveva a che fare con il passaggio dal peccato. Il pubblico di Gesù sapeva che bisognava fare qualcosa con il loro peccato poiché i profeti dicevano che solo i giusti possono entrare nel regno di Dio
b. Gesù ha proclamato il Vangelo o la buona notizia nel contesto storico di uomini e donne che cercavano un rimedio per il peccato e la giustizia necessari per entrare nel regno di Dio. 1. La buona notizia è che Gesù è il rimedio. Un vangelo che non riconosce il peccato dell'uomo o il suo bisogno di un Salvatore - come quello che ora viene proclamato in molti settori - non è il vero vangelo.
2. Le buone notizie hanno senso solo se capisci le cattive notizie. Tutti gli esseri umani sono colpevoli di peccato davanti a un Dio santo e condannati all'eterna separazione da Lui - non solo in questa vita, ma nella vita a venire. E non c'è niente che possiamo fare da soli per correggere la nostra condizione.
A. Dio onnipotente, motivato dall'amore, ha agito per nostro conto. Entrò nel tempo e nello spazio, assunse una natura umana e morì sulla Croce come il sacrificio perfetto per il peccato. Rom 3:23
B. Quando qualcuno riconosce Gesù come Salvatore e Signore, credendo in Lui e nel Suo sacrificio, quella persona viene purificata dal peccato. Dio lo giustifica o lo dichiara giusto e il regno di Dio gli è aperto. Questa è la buona notizia. Rom 3: 24-26; Rom 5: 1; eccetera.
1. Il pubblico di Gesù non conosceva ancora tutti i dettagli. Ricorda, il ministero della Terra di Gesù fu un periodo interinale in cui gradualmente preparò uomini e donne dell'Alleanza Vecchia a ricevere ciò che avrebbe provveduto loro attraverso la Croce.
2. Gesù introdusse, ma non approfondì, molti argomenti come la giustificazione e la nuova nascita. Sarebbero stati spiegati in dettaglio dopo la sua risurrezione nelle epistole.
2. I cristiani sinceri oggi sono vulnerabili all'inganno e ai falsi vangeli in parte perché il vangelo che Gesù ha portato non è più chiaramente articolato e spiegato in molte chiese.
un. Il messaggio è stato influenzato e assorbito dai principi di successo del mondo occidentale del 21 ° secolo.
1. Il Vangelo è diventato: Gesù è venuto per darti una buona vita, aiutarti a realizzare il tuo potenziale e renderti un successo nella vita. Molti sermoni sono poco più che chiacchiere motivazionali positive.
2. Gran parte dell'insegnamento popolare oggi fa sembrare che la più grande preoccupazione di Dio sia la tua felicità personale, il che significa che tutto ciò che vuole da te è darti i desideri del tuo cuore e realizzare i tuoi sogni in modo che tu sia felice.
b. Torniamo a quella parola pentirsi nell'affermazione iniziale di Gesù. Pentirsi significa letteralmente cambiare idea. È usato per allontanarsi dal peccato e implica una sensazione di dolore e rimpianto. L'idea è che un cambiamento di mente produce un cambiamento di scopo che si traduce in una vita cambiata.
1. L'essenza del peccato sta facendo la nostra strada anziché la via di Dio. Gesù è morto per cambiare la tendenza e la direzione della nostra vita: dal vivere per sé al vivere per Dio. .
2. II Cor 5: 15 — È morto per tutti affinché quelli che ricevono la sua nuova vita non vivranno più per compiacere se stessi. Invece vivranno per compiacere Cristo, che è morto e cresciuto per loro. (NLT)
c. Quando leggiamo i racconti evangelici di ciò che Gesù ha richiesto agli uomini e alle donne che volevano seguirLo, scopriamo che ciò che ha detto loro è molto diverso da ciò che viene spesso predicato oggi. 1. Gesù non disse nulla semplicemente chiedendolo nei loro cuori, invitandolo nelle loro vite o lasciandolo diventare il loro migliore amico. Gesù chiese e si aspettò che le loro vite cambiassero direzione, dal servire se stessi al servire Lui, con un impegno totale nei suoi confronti, indipendentemente dal costo.
2. Il vangelo che Gesù predicava mirava a cambiare il focus della nostra vita. Ora viviamo per compiacere Dio e non noi stessi. Cambiamo la direzione della nostra vita da auto focalizzati a Dio focalizzato e altri focalizzati. Viviamo non solo per questa vita, ma per la vita a venire. Matteo 6: 19-21
3. Considera un esempio dei tipi di cose che Gesù disse mentre preparava il suo pubblico alla venuta del suo regno: sia il regno di Dio nei cuori umani attraverso la nuova nascita, sia il suo regno o regno stabilito sulla terra alla sua seconda venuta. (Ognuno merita la propria lezione.)
un. Matteo 16: 24-25: Gesù disse che se qualcuno vuole seguirmi, rinneghi se stesso e prendi la sua croce. Ha detto che se ti aggrappi a vivere la tua vita a modo tuo, la perderai.
1. Gesù non intendeva dire che noi (loro) dovevamo vendere i nostri beni terreni e percorrere le strade della Palestina con Lui. Nessuno ora può farlo ora perché non è più qui nella carne. E gli schiavi (tra gli altri) in quel tempo e cultura non potevano farlo. Tuttavia Paolo in seguito li istruirà su come negare se stessi e seguire Gesù nelle loro particolari circostanze. Ef 6: 5-8
2. Negare se stessi significa smettere di vivere solo per il tuo bene e la tua gloria. Prendere la tua croce significa che proprio come la Croce di Gesù era il Suo luogo di completa sottomissione alla volontà di Suo Padre (Matteo 26: 39-42), così la nostra croce è lo stesso luogo di totale sottomissione alla volontà di Dio. Passiamo dal fare la nostra volontà alla nostra volontà. Obbediamo alla Sua Parola.
b. L'enfasi moderna sull'idea che, soprattutto, Dio vuole che siamo felici, ha portato alcune persone a concludere che non gli importa del nostro comportamento fintanto che siamo felici. Ma Dio vuole che siamo santi (I Pet 1: 15-16). E la vera felicità è la vita eterna con Dio Onnipotente.
1. Matteo 16: 26 — Nota la prossima dichiarazione di Gesù. Cosa guadagna un uomo se guadagna il mondo intero (tutti i suoi sogni e desideri realizzati) e perde la propria anima (finisce all'inferno)?
2. Dio onnipotente non esiste per noi. Noi esistiamo per Lui. Siamo stati creati per dargli onore e gloria. Ef 1: 12 — In modo che noi che per primi abbiamo sperato in Cristo — che per primi hanno riposto la nostra fiducia in Lui— [siamo stati destinati e nominati] a vivere per la lode della sua gloria! (Amp)
3. Il nostro bene e la sua gloria non si escludono a vicenda. Tuttavia, il luogo della vera felicità per gli esseri umani è in totale abbandono al Signore, facendo la sua volontà a modo suo. Questo è il nostro scopo creato. Qualsiasi vangelo che mette il bene dell'uomo al di sopra della gloria di Dio non è il vero vangelo

1. Consideriamo un esempio, un giovane ricco che venne da Gesù chiedendo: Buon maestro, cosa devo fare per ereditare la vita eterna? Matt 19: 16-26; Marco 10: 17-27; Luca 18: 18-27
un. La risposta iniziale di Gesù fu: non c'è altro che Dio. Gesù non si stava denigrando. Stava affermando che Dio stesso è lo standard per il comportamento umano. Ricorda, Gesù stava preparando le persone a quel fatto che avevano bisogno di uno standard di giustizia più elevato di quello che era predicato e praticato dai loro capi religiosi, i farisei e gli scribi. Matt 5:20
b. Quindi Gesù indirizzò il giovane alla Legge di Mosè, in particolare i Dieci Comandamenti, non perché guadagniamo la salvezza dal peccato osservando i comandamenti, ma esponendo il peccato dell'uomo a lui in modo che possa essere affrontato.
1. La Legge era un maestro di scuola dato per portare gli uomini a Cristo mostrando loro l'incapacità di vivere secondo lo standard di Dio senza la Sua potenza. Rom 3:20; Gal 3:24; Rom 8: 3-4; eccetera.
2. Nota che Gesù cita solo i comandamenti che trattano di come trattare i tuoi simili (5-10), tutti i quali l'uomo disse di aver osservato. E Gesù non ha contestato la sua valutazione di se stesso.
c. Gesù rispose: ti manca una cosa (Marco 10:21; Luca 18:22). Se vuoi essere perfetto, vendi ciò che hai, dallo ai poveri e avrai un tesoro in cielo (Matteo 19:21).
1. Questo commento può far sembrare che la salvezza si ottenga donando ai poveri. Questo non può essere il caso perché contraddice numerosi altri versetti della Bibbia. Ef 2: 8-10; Tito 3: 5; ecc. 2. Ricorda che nel suo ministero della terra, Gesù non ha precisato tutto. Non stava insegnando loro "come essere salvati" come ora lo capiamo. Stava allargando la loro comprensione che la vera giustizia è interiore e che le azioni giuste sono espressione di un cuore mutato.
3. Gesù aveva già chiarito che le azioni giuste compiute per essere viste dagli uomini e disconnesse dal desiderio di glorificare Dio sono prive di significato. Ricorda i farisei.
2. Attraverso le sue parole, Gesù stava organizzando questo giovane per aiutarlo a vedere il suo bisogno di un Salvatore. L'uomo aveva infranto i comandi relativi a Dio (1-4) facendo soldi (ricchezza) il suo dio. Il problema era che il suo amore per i suoi averi era maggiore del suo amore per Dio. Come facciamo a saperlo?
un. Matteo 19: 22 — Il giovane si allontanò, rattristato — non perché si oppose all'aiuto ai poveri — ma perché aveva una grande ricchezza (era molto ricco, Luca 18:23). Come un buon vecchio Patto, questo ricco giovane sovrano era senza dubbio una bara come i farisei. Ma, secondo Gesù, la sua fiducia era nella sua ricchezza e non in Dio. L'account di Mark lo chiarisce (Marco 10:24).
1. Si noti che Luca ha posto questo incidente poco dopo la parabola di Gesù su un fariseo che si fidava delle sue buone opere come base della sua giustizia (incluso il dare denaro). Luca 18: 9-14
2. Ricorda il discorso della montagna. Gesù mise in mostra la falsa giustizia di coloro che davano l'elemosina per vincere le lodi degli uomini, conservando il tesoro sulla terra piuttosto che in Cielo. I farisei confidavano nel potere del denaro piuttosto che nel potere di Dio. Matt 6: 1-18
b. Quando mettiamo insieme tutti e tre i conti (Matteo, Marco, Luca) questo è ciò che Gesù disse al giovane: se vuoi essere perfetto, vendi ciò che hai e dallo ai poveri, e avrai un tesoro in Paradiso . Prendi la tua croce e seguimi.
1. Ricorda anche che nel discorso della montagna Gesù disse al suo pubblico di essere perfetto come tuo Padre celeste. Matt 5: 48 — Devi essere perfetto come il tuo Padre celeste è perfetto [cioè crescere nella completa maturità di pietà nella mente e nel carattere, avendo raggiunto la giusta altezza di virtù e integrità] (Amp).
2. La parola perfetta è la stessa parola greca usata sia in Matt 5 che in Matt 19. È un aggettivo che significa finito. Viene da un sostantivo che significa prefiggersi un obiettivo o uno scopo definito.
R. Il pubblico di Gesù non lo sapeva ancora, ma presto sarebbe andato sulla Croce, pagando per il peccato e avrebbe aperto la strada affinché i peccatori si trasformassero in figli e figlie sante e giuste di Dio attraverso la nuova nascita. Questa nuova nascita è l'inizio di un processo che alla fine renderà i credenti in Gesù perfetti o completi in tutto il nostro essere. Rom 8: 29-30; 3 Giovanni 2: XNUMX
B. In questo momento, abbiamo terminato i lavori in corso, completamente figli di Dio, ma non ancora completamente conformi all'immagine di Cristo. Ma chi ha iniziato un buon lavoro in noi lo completerà. Fil 1: 6
3. Qualsiasi vangelo che non proclama una trasformazione soprannaturale nel nostro cuore, carattere e comportamento dal potere interiore dello Spirito di Dio attraverso Gesù non è il vero vangelo.
c. Marco 10: 21 - Notate che la motivazione di Gesù dietro al modo in cui trattava il giovane come faceva era che lo amava. Eppure, nel suo amore, Gesù rese l'uomo addolorato quando gli disse qualcosa che non voleva sentire e gli chiese di fare qualcosa che non voleva fare.
3. Matt 19: 22-26 — Gesù si rivolse ai Suoi discepoli e disse loro che è difficile per un uomo ricco entrare in Paradiso — non perché è ricco, ma perché è facile fidarsi della ricchezza più di Dio. Gesù lo paragonò a un cammello che attraversava l'occhio di un ago (un proverbio comune che denotava qualcosa che era impossibile).
un. Probabilmente si sviluppò dal fatto che c'erano due porte in città: una grande porta principale e una porta bassa e stretta nota come l'ago dell'ago. Di notte veniva aperto solo il cancello più piccolo. Per far passare un cammello, il carico che trasportava doveva essere rimosso e l'animale attraversò le sue ginocchia.
b. I discepoli di Gesù furono stupiti, stupiti e sconcertati. A quel tempo era un'idea comune nella cultura che la ricchezza fosse la prova del favore di Dio. Quindi hanno chiesto: chi può essere salvato? Gesù rispose: Ciò che è impossibile per l'uomo, è possibile con Dio.

1. Man mano che il mondo diventa più scuro, ci sarà una crescente pressione contro il vero vangelo di Gesù e la giustizia che solo Lui può fornire. Sta diventando sempre più comune sentire le persone dire che Gesù non è l'unica via per il Paradiso e che chiunque si attenga a un tale insegnamento è un fanatico.
2. Ma dobbiamo attenerci alla verità - non solo per il nostro bene - ma per il bene di tutti coloro che, come il ricco giovane sovrano, hanno bisogno di ascoltare la verità in modo che anche loro possano essere portati alla vera fede in Gesù Cristo.
3. Se mai c'è stato un tempo per conoscere Gesù mentre viene rivelato nella Bibbia, per capire chi è e perché è venuto ed essere in grado di articolarlo a coloro che ci circondano, è ora. Possa la nostra fame di conoscerlo aumentare mentre studiamo la Sua Parola. Vieni Signore Gesù, vieni!