IL MODO VICINO

Scarica PDF
BEATI I PACEI
I BEATITUDINE
LA VERA INTERPRETAZIONE DELLA LEGGE
MOTIVI GIUSTI
IL NOSTRO PADRE NEL CIELO
NON GIUDICARE
IL MODO VICINO
RICORDA IL CONTESTO
LE PECORE E LE CAPRE
GESÙ È IL MODO

1. Nelle lezioni precedenti abbiamo detto che una religione anticristo universale è attualmente in fase di sviluppo. E, anche se è fondamentalmente contrario al cristianesimo ortodosso, può sembrare cristiano perché cita alcuni versetti della Bibbia. Comunque quei versetti sono presi fuori dal contesto, male interpretati e applicati male.
un. Recentemente, abbiamo discusso dell'importanza di imparare a leggere nel contesto. Ci stiamo concentrando su come il contesto storico e culturale della Bibbia ci aiuti a interpretare correttamente i singoli passaggi.
b. Tutto nella Bibbia è stato scritto da qualcuno a qualcuno su qualcosa. Le persone reali hanno scritto ad altre persone reali su problemi reali. Questi tre fattori determinano il contesto. I versetti della Bibbia non possono significare qualcosa per noi che non avrebbero mai significato per gli ascoltatori e i lettori originali.
1. Dobbiamo capire che la Bibbia ha una storia del 50%. Come gente del mondo occidentale del 21 ° secolo, non abbiamo familiarità con la storia e la cultura della terra e dei tempi in cui la Bibbia è stata scritta. (Questa è una delle ragioni per cui un buon insegnamento della Bibbia, al contrario della predicazione, è necessario per una corretta interpretazione della Scrittura).
2. Molti di noi si avvicinano alla Bibbia da una mentalità occidentale del 21 ° secolo. Pensiamo in termini di cosa significa per me piuttosto che cosa dice? Dobbiamo imparare a pensare in termini di quale messaggio la persona che ha scritto (sotto l'ispirazione dello Spirito Santo) stava cercando di comunicare ai suoi lettori? II Tim 3: 16-17
2. Gesù nacque nell'Ebraismo del I secolo, nella terra di Palestina (Israele di oggi) da persone che, in base agli scritti dei loro profeti (l'Antico Testamento), stavano cercando il Redentore promesso da Dio.
un. Gesù venne in questo mondo per morire sulla Croce come sacrificio per il peccato (Eb 9:26; I Giovanni 4: 9-10; ecc.). Il suo ministero di tre anni e mezzo che precedette la crocifissione servì a diversi scopi, uno dei quali doveva servire come ministero ad interim (o intermedio).
1. Gesù venne agli uomini e alle donne dell'Antica Alleanza le cui vite erano governate dalla Legge di Mosè. Ma presto avrebbe stabilito una nuova alleanza o una nuova relazione tra Dio e l'uomo. Attraverso il suo sacrificio di se stesso sulla croce, Gesù avrebbe permesso a uomini e donne di diventare figli di Dio attraverso la fede in lui.
2. Gran parte della predicazione e dell'insegnamento di Gesù miravano a preparare il suo pubblico a ricevere ciò che stava per accadere, senza dare la mano al diavolo riguardo alla sua morte sacrificale (I Cor 2: 7-8) e senza fornire loro più informazioni di quante potevano prendere a quel punto.
b. Sebbene ci sia un senso in cui le parole di Gesù sono senza tempo e universali, dobbiamo ricordare che stava parlando a persone reali e che stava cercando di aiutarle in quel momento.
1. Gesù ha interagito con persone reali che avevano problemi, preoccupazioni, speranze, sogni, proprio come ognuno di noi. Il Signore è morto per loro proprio come è morto per noi. Nessuno di loro ha smesso di esistere. Tutti sono da qualche parte in questo momento basati su come hanno risposto a Gesù e al Suo vangelo.
2. Gesù camminava e parlava con queste persone, rideva e piangeva con loro, le amava e si prendeva cura di loro, proprio come farebbe se fosse qui con noi oggi. Le sue parole avevano lo scopo di comunicare loro qualcosa e quella realtà storica e culturale crea il contesto.
3. Prima della croce e del suo sacrificio per il peccato, Gesù non interagiva, parlava o parlava di cristiani perché non esisteva ancora. Prima di procedere, devo chiarire un punto.
un. Il fatto che Gesù non stesse parlando o parlasse di cristiani non significa che le sue parole non si applichino a noi o che noi cristiani non possiamo imparare dalle sue parole.
1. Puoi ricordare che all'inizio dell'anno abbiamo tenuto diverse lezioni sul rapporto tra legge, opere e grazia. Abbiamo parlato del fatto che esiste un messaggio di grazia sbilanciato che ha interessato parti della chiesa.
2. Insegna che nessuno dei comandi di Gesù si applica a noi perché parlava agli uomini dell'Antica Alleanza. Pertanto, tutte le richieste che ha fatto alle persone in termini di comportamento erano "legge" e non siamo sotto "legge", siamo sotto grazia. Pertanto non dobbiamo obbedire o fare ciò che Gesù ha detto.
b. Una discussione completa di questo richiede un'intera lezione, ma semplicemente: l'idea che le parole di Gesù non si applichino a noi oggi non è corretta. Sì, alcuni dei particolari delle sue dichiarazioni erano rivolti a circostanze e problemi specifici in quel giorno e potrebbero non essere applicabili a noi. Ma lo spirito dietro le Sue parole lo fa. c. In queste recenti lezioni, non sto affatto dicendo che dovremmo ignorare le parole di Gesù. Sto dicendo che dobbiamo considerare il contesto culturale e storico in modo da poter interpretare correttamente le Scritture.
4. Per diverse settimane abbiamo esaminato il Sermone sul Monte perché è la fonte di una serie di versi che vengono portati fuori dal loro contesto storico e culturale, male interpretati e applicati male, non solo dai non credenti ma anche dai cristiani sinceri . Rivediamo brevemente.
un. Gesù venne da uomini e donne che lo aspettavano per stabilire il regno di Dio sulla terra. Ecco perché aveva l'attenzione della gente con il suo messaggio: Pentiti perché il regno dei cieli (Dio) è a portata di mano. Matt 4:17; Marco 1: 14-15
b. Sulla base degli scritti dei loro profeti, il pubblico di Gesù era consapevole che avevano bisogno della giustizia per entrare nel regno di Dio. Ma tutto ciò che sapevano a riguardo proveniva dai loro capi religiosi, farisei e scribi, che predicavano e praticavano un falso concetto di giustizia.
1. I farisei e gli scribi avevano una giustizia esterna. Sembravano santi e virtuosi. Ma, secondo Gesù, interiormente erano pieni di ipocrisia e peccato. Matt 23:28
2. Hanno aggiunto le loro tradizioni alla Legge di Dio - regole e regolamenti che hanno meticolosamente rispettato. Nel fare ciò, hanno perso lo spirito dietro la Legge: ama Dio e ama i tuoi simili. c. Gran parte del discorso della montagna è un'elaborazione di un'affermazione chiave: a meno che la tua giustizia non superi quella dei farisei e degli scribi, non entrerai nel regno dei cieli. Matt 5:20
1. Gesù sfidò l'interpretazione errata dei farisei della Legge di Mosè (espressione di Dio della sua Legge sotto l'Antica Alleanza) e presentò la vera interpretazione: la Sua. Matt 5: 21-48
2. Gesù ha contrastato la falsa giustizia dei farisei con la vera vita retta. Matt 6: 1-34 A. I farisei vissero le loro vite per essere visti e impressionare gli uomini. Ma, secondo Gesù, la vera giustizia vive per la gloria di Dio, in sottomissione e dipendenza da Lui.
B. Gesù disse che la vera giustizia non era una prestazione esterna. La vera giustizia viene dal cuore. La Legge di Dio scritta sul cuore di un uomo si esprime amando Dio e amando i tuoi simili.
C. Gesù ha esortato il suo pubblico a vivere con la consapevolezza di avere un Padre celeste che li ama e si prende cura di loro.
3. Gesù parlò anche di come trattare gli altri alla luce di come Dio tratta i Suoi figli. Dio Padre ti ha trattato con misericordia e grazia: come puoi fare di meno? Matt 7: 1-12
4. Attraverso il suo insegnamento Gesù ha chiarito che i figli di Dio esprimono il loro Padre nel modo in cui trattano le persone, rivelando che Dio è lo standard di giustizia necessario per il regno.

1. v13-14: ricorda il contesto. Gesù stava parlando con uomini e donne dell'Antica Alleanza che vogliono sapere come entrare nel regno di Dio. Dice loro di entrare dalla porta dello stretto o dalla via stretta e li avverte che la porta e la via della distruzione sono ampie.
un. La parola greca tradotto stretto significa stretto. Stretto significa immerso come una gola di montagna. Nel suo esempio Gesù stava probabilmente alludendo alla distinzione tra strade pubbliche o larghe (strade) e strade private strette. Le strade pubbliche erano larghe 24 piedi e le vie private erano larghe 6 piedi.
b. Secondo Gesù la via per entrare nel regno è stretta. Il suo pubblico scoprirà presto che la strada è stretta perché c'è solo un modo attraverso di lui. Pochi trovano la strada perché pochi la cercano (Lui). Ricorda che Gesù aveva in mente i farisei mentre insegnava.
c. Ricorda anche che Gesù non stava insegnando loro "come essere salvati", come avremmo capito la frase. Gesù li stava preparando a ricevere questo e altri insegnamenti in futuro (post-Croce).
2. v15-20: Gesù avvertì i Suoi ascoltatori di stare attenti ai falsi profeti. Quando Gesù si riferiva a falsi profeti (o falsi portavoce di Dio), non parlava di eretici dagli occhi selvaggi. Stava parlando di ipocriti. (Ipocrita era la sua principale accusa contro i farisei.)
un. Nell'abbigliamento delle pecore significa che sembrano giusti, la loro dottrina suona bene e la loro condotta non è scandalosamente sbagliata. Se sembravano lupi non avresti bisogno di un avvertimento su di loro.
b. Ad un certo punto del suo ministero Gesù disse in realtà: poiché i farisei siedono al posto di Mosè, fanno ciò che insegnano riguardo alla Legge, ma non fanno ciò che fanno. Matteo 23: 1-3
1. Ma Gesù sapeva che i farisei erano appena fuori dal cancello, per così dire, e avrebbero cercato di allontanare le moltitudini da lui e tenerle fuori dal regno.
A. Ricorda, i farisei minacciarono e scomunicarono chiunque affermasse che Gesù era il Messia. Giovanni 9:22; 34; Giovanni 12:42
B. Ricorda che le prime persecuzioni contro i cristiani dopo la risurrezione verranno dalle autorità religiose. Atti 4: 17-18; Atti 5: 17-18; Atti 7: 54-60; Atti 8: 1; ecc. 2. In seguito Gesù dirà ai Farisei: “Ipocriti! Perché non lascerai che gli altri entrino nel Regno dei Cieli, e non entrerai in te stesso ... Per attraversare terra e mare per convertirti e poi lo trasformerai in due volte figlio dell'inferno come te stesso ”(Matt 23: 13-15, NLT).
c. Successivamente Gesù disse al suo pubblico che riconosceranno questi falsi profeti che guardano ma non sono giusti per il loro frutto. Frutti nelle Scritture e nella fraseologia ebraica significavano opere di qualsiasi tipo.
1. Gli ebrei dissero che "le opere di un uomo sono la lingua del suo cuore e dicono onestamente se è interiormente corrotto o puro".
2. La Parola di Dio è molto chiara che una professione di pietà senza una vita di pietà o frutto è ipocrisia. Erano i farisei.
d. Gesù ripetutamente disse ai farisei che gli alberi che non producono frutti saranno abbattuti. Questo tema è iniziato nell'Antico Testamento e Giovanni Battista lo ha continuato. Isa 5: 1-7; Matt 3:10
1. Alberi con l'apparenza di frutti ma nessun frutto reale si sono verificati occasionalmente in Israele ed erano conosciuti come alberi ipocriti. Matt 21:19
2. Gli alberi senza frutti si riferivano ai farisei e tutti nella nazione di Israele che non rispondevano al messaggio del regno. Luca 13: 6-9; Matt 21: 33-46; Giovanni 15: 1-6
3. v21-23 — Sulla base di questa prossima sezione del sermone, ho avuto più di un cristiano sincero che mi ha espresso la sua paura quando vedono Gesù faccia a faccia, dirà loro di allontanarsi da Lui — Non ti conosco. Questo è un primo esempio dell'importanza di leggere versi nel loro contesto storico e culturale.
un. Gesù non stava insegnando su chi è salvato e chi non lo è, chi è nato di nuovo e chi no. Sta ancora contrastando la falsa giustizia e la vera giustizia, con in mente i farisei. 1. I farisei hanno invitato Dio. I farisei lavorarono nel nome del Signore. Hanno scacciato i diavoli nel nome del Signore. Eppure non conoscevano il Signore.
2. Una breve nota a margine: come è possibile che gli uomini dell'Antica Alleanza siano stati in grado di scacciare i diavoli senza il nome di Gesù? Non potevano. Tuttavia, sappiamo dalla documentazione storica che gli ebrei del I secolo avevano interesse per gli esorcismi.
A. Josephus, lo storico ebreo, scrisse degli ebrei che sostenevano di scacciare i diavoli. Credevano che il re Salomone avesse la saggezza di farlo, quindi lo fecero a suo nome.
B. Le loro pratiche sembrano essere state per lo più incantesimi e trucchi magici. L'apostolo Luca scrisse dei sette figli di Sceva che vagavano esorcisti. Atti 19: 13-14
b. Come abbiamo detto in precedenza in questa lezione, Gesù ha interagito con persone reali, inclusi i farisei. Tutti loro sono da qualche parte in questo momento basati sulla loro risposta a Gesù prima di trarre il loro ultimo respiro. 1. Verrà un giorno in cui tutti i farisei e gli scribi che respinsero Gesù e si rifiutarono di riconoscere che la sua risurrezione si presenterà di nuovo davanti a lui in quel giorno, il giorno del giudizio (un argomento per un'altra volta).
R. Per coloro che sono morti senza Gesù, lo scopo di quel giorno sarà quello di mostrare chiaramente perché è giusto e giusto che siano separati per sempre da Lui (Ap 20, 11-15). In quel momento Gesù dirà loro: Allontanati da me, non ti ho mai conosciuto, operai dell'iniquità.
B. Non ho mai saputo che volevi dire "Non ti ho mai approvato, essendo in una relazione particolare con te." Ricorda, una delle accuse di Gesù contro i farisei era che apparentemente apparivano giusti, ma interiormente erano pieni di ipocrisia e iniquità. Matt 23:28
2. Gesù non aveva in mente Joe Christian (che sta facendo del suo meglio per vivere per Dio ma di tanto in tanto fallisce). Gesù stava rivelando la falsa giustizia dei farisei, per il loro bene e per il bene della gente. Hanno professato di conoscere la volontà di Dio (la Legge) ma non lo hanno fatto. Matt 21: 28-31
4. v24-27: Gesù concluse il suo sermone con un'altra affermazione pertanto. Sulla base di quello che ho detto, quello che sto per dire è così. Quindi, usando l'esempio di due case che incontrano una tempesta, Gesù disse al suo pubblico che chi ascolta e fa i suoi detti è come un uomo che costruisce la sua casa su una roccia.
un. Questa sarebbe stata un'analogia familiare con il suo pubblico. I rabbini avevano diverse parabole su un uomo che studia la Legge, mantiene buone opere e costruisce una casa inamovibile. Gesù può averne avuto in mente mentre parlava, ma aveva anche in mente i farisei. Hanno ascoltato ma non hanno fatto la Legge (volontà) di Dio e la loro casa sarà distrutta.
b. Gesù ha appena detto che chi farà la volontà di Suo Padre entrerà nel regno. Ora, dice loro chi ascolta e fa La mia parola si basa su solide basi. Nota che Gesù mise i Suoi detti allo stesso livello di fare la volontà del Padre.
1. Nota anche la posizione che Gesù si è dato mentre parlava: si chiamava Signore (v21-22). La volontà di Dio è la sua volontà perché è Dio. La sua interpretazione della Legge e la vera giustizia sono accurate perché è Dio.
2. Gesù ha terminato il suo insegnamento dicendo al suo pubblico che se ascolti e fai i miei detti non sarai mosso dalla via stretta da falsi profeti con frutti cattivi. Entrerai nel regno.

1. Gli scribi non hanno mai detto nulla di originale. Citavano costantemente antichi rabbini e autorità. Gesù non ha detto: così e così ha detto, ma piuttosto — io dico. Era pensiero e modi originali. Ha parlato con certezza e sicurezza. Ha rivendicato l'autorità per se stesso e il suo insegnamento.
2. Attraverso il suo insegnamento Gesù ha scosso il fondamento religioso di ogni persona nel suo pubblico. E ha gettato una nuova base in preparazione per i cambiamenti futuri nei prossimi anni.
un. Li ha introdotti al concetto di una giustizia interiore mentre parlava di motivi, misericordia, umiltà, amore per Dio e per i tuoi simili, in preparazione del regno che verrà.
b. Ha introdotto il concetto di Dio come loro Padre e loro come figli di Dio, in preparazione della vera giustizia basata sul rapporto con Dio Padre attraverso la nuova nascita.
c. Si è presentato come il Signore la cui volontà deve essere seguita per entrare nel regno, in preparazione del fatto che è l'unica e unica via per entrare nel regno.
3. Il sermone di Gesù mostra l'importanza del contesto storico e culturale quando interpretiamo la Scrittura. Molto di più la prossima settimana !!