FEDE MOBILE DI MONTAGNA

Fede del seme di senape
Fede in movimento in montagna
Frustratori di fede
Senso Conoscenza Fede
Rivelazione Fede
Dio non può mentire
Fai le opere di Gesù
Aspettati che accada
Dubbio e incredulità
Fede e nome di Gesù

1. Ma, per molti di noi, questi versetti sono fonte di frustrazione perché non funziona così per noi.
2. Nell'ultima lezione, abbiamo iniziato a trattare l'argomento della fede e del credere e vogliamo continuare in questa lezione.

1. Mentre parliamo di fede e di credo, ricordate, non stiamo parlando della profondità e della sincerità del vostro impegno con Gesù. Marco 10:28; 4:40
2. Quando parliamo di fede, stiamo parlando di vivere con realtà invisibili. II Cor 5: 7; 4:18
un. Come cristiani, dobbiamo vivere le nostre vite secondo realtà invisibili che ci vengono rivelate nella Bibbia.
b. Ciò significa che quando i tuoi sensi ti dicono una cosa e la parola di Dio ti dice qualcos'altro, ti schieri dalla parola di Dio. Questa è la fede.
c. Ti schieri dalla parte della Bibbia accettandola con parole e azioni. Lo pronunci (dì ciò che Dio dice nonostante ciò che vedi) e ti comporti come se fosse così (nonostante ciò che provi).
3. Vivete per fede quando la parola di Dio prevale o domina le informazioni sensoriali in ogni area della vostra vita.
un. La fede non è un sentimento. La fede è un'azione. La fede è l'azione che fai di fronte alle prove di senso contrario.
b. La fede si basa sull'integrità della parola di Dio. Dio, che non può mentire, che conosce tutte le cose, dice che qualcosa è così. Allora è così. Questa è fede. Eb 11: 1
1. Ora la fede è l'assicurazione (la conferma, l'atto di proprietà) delle cose [che] speriamo, essendo la prova di cose [che] non vediamo e la convinzione della loro realtà - la fede che percepisce come fatto reale ciò che è non rivelato ai sensi. (Amp)
2. (fede) significa essere certi di cose che non possiamo vedere. (Phillips)
3. (La fede è) una dipendenza continua dal mondo invisibile. (Wand)
4. La fede è il titolo di proprietà delle cose per cui si prega; la prova che sono tuoi prima di essere visti.
4. Le dichiarazioni di Gesù sulla fede sono state per noi motivo di frustrazione per diversi motivi.
un. Non abbiamo capito cosa ci è successo alla nuova nascita e proviamo a prendere per fede e preghiera ciò che è già nostro per nascita.
b. Parliamo alla montagna o all'albero e quando non si muove o muore, la nostra risposta è - beh, non ha funzionato. Ma proprio questa affermazione indica che non siamo nemmeno nello stadio di baseball in materia di fede, vivendo per realtà invisibili.
c. Vogliamo affrontare specificamente questi problemi nel resto della lezione.

1. Spesso cerchiamo di prendere da Dio con la preghiera e la fede ciò che è già nostro di nascita e i risultati sono frustranti.
un. Gesù disse quei meravigliosi versi sulla fede agli uomini che non erano ancora nati di nuovo. Li ha esortati a credere.
b. Nelle epistole (scritte ai credenti), a nessuno viene detto di credere e di avere fede.
c. Ai credenti del NT non viene detto di credere, gli viene detto di camminare - di condurre le loro vite secondo (agire come) ciò che sono e hanno perché sono nati di nuovo.
2. La fede ti ha fatto entrare in famiglia. Ora che sei in famiglia, tutto ciò che appartiene alla famiglia è tuo.
un. Rom 8:17 – E se siamo figli [Suoi], allora siamo anche [Suoi] eredi: eredi di Dio e coeredi con Cristo - che condividono la Sua eredità con Lui; (AMP)
b. Ef 1: 3 - Sia lode a Dio per averci dato tramite Cristo ogni possibile beneficio spirituale come cittadini del cielo! (Phillips)
c. II Piet 1: 3 - Il suo potere divino ci ha dato tutto ciò di cui abbiamo bisogno per la nostra vita fisica e spirituale. Questo ci è arrivato attraverso la nostra conoscenza di Colui che ci ha chiamati a condividere la Sua gloria e virtù. (Norlie)
3. Giovanni 6: 47 – Nel momento in cui hai creduto in Gesù, sei diventato un possessore della vita eterna e di ogni cosa in essa o connessa con essa. I Giovanni 5: 11-13
un. Credere significa crederci. I credenti hanno, non per qualcosa che fanno, ma per qualcosa che sono.
b. I credenti hanno perché sono credenti, non perché credono.
1. Molti cristiani, nuove creature, credenti credono di essere ingiusti.
2. La loro incredulità non cambia nulla. Sono giusti perché sono credenti, non perché credono di essere giusti. Rom 5:17; 10: 9,10; 3:26; I Cor 1:30; II Cor 5:21
4. Puoi spostare montagne e uccidere alberi di fico - non perché hai una grande fede - ma perché sei letteralmente un figlio o una figlia di Dio e hai autorità.
un. Siamo stati autorizzati dal Signore ad esercitare la sua autorità su questa terra. Matt 28: 18-20
b. Attraverso l'unione con Cristo alla nuova nascita, abbiamo la stessa autorità che aveva quando viveva sulla terra. Ef 2: 5,6; 1: 21-23
c. Non è una questione della tua grande fede, ma del Suo grande potere, capacità e autorità che è in te, che è tua, attraverso la nuova nascita.
5. Dopo la tua rinascita, eserciti la fede, ma è una fede inconscia. Semplicemente vivi, conducendo la tua vita secondo realtà invisibili.
un. Non pensi alla tua fede ea quanto fai o non hai. Pensi all'abilità di Dio e alla Sua provvidenza attraverso la nuova nascita. Pensi alla sua fedeltà per rendere buona la sua parola nella tua esperienza.
b. Questa fede si basa sulla conoscenza di chi e cosa Dio ti ha fatto essere attraverso la nuova nascita e agire di conseguenza.

1. Il problema qui è che la maggior parte di noi è nell'arena della conoscenza dei sensi e della fede della conoscenza dei sensi e non lo sappiamo nemmeno.
un. Esistono due tipi di conoscenza: conoscenza dei sensi (ciò che ci viene incontro attraverso i nostri sensi) e conoscenza della rivelazione (ciò che viene a noi attraverso la Bibbia).
b. Esistono due tipi di fede: percepire la conoscenza della fede (crede a ciò che vede e sente) e la rivelazione della fede (crede a ciò che Dio dice nonostante ciò che vede e sente). Giovanni 20:29
2. Nei Vangeli, la gente aveva la conoscenza conoscenza fede in Gesù. Potevano vederlo e credere.
un. La maggior parte di noi funziona nello stesso regno dei sensi e non ne è consapevole.
b. Diciamo qualcosa per andare o cambiare nel nome di Gesù (cosa che siamo stati autorizzati a fare) e non accade nulla. La nostra risposta è: non ha funzionato.
c. Come fai a sapere che non ha funzionato? Non hai visto alcun cambiamento. La tua prova è la conoscenza dei sensi.
d. Come faresti a sapere se ha funzionato? Se hai visto o sentito un cambiamento. La tua prova è conoscenza consapevole.
e. La tua fede è la conoscenza conoscenza fede.
3. Ci vuole sforzo per andare oltre i sensi, per uscire dal regno dei sensi.
un. Non possiamo coprire tutto ciò che deve essere discusso in relazione a questo argomento in una lezione.
b. Ma vogliamo menzionare due questioni critiche: l'integrità della parola di Dio e il luogo della confessione della parola di Dio.

1. Quando Dio vuole fare qualcosa, lo parla per primo. Rilascia il suo potere attraverso e nella sua parola. Gen 1: 3; Eb 11: 3; 1: 3
2. Ciò che Dio dice avverrà (diventa visibile, cambia il fisico). Isa 55:11
un. Ger 1:12 - Allora il Signore mi disse: hai visto bene, poiché sono vigile e attivo, veglia sulla mia parola per metterla in pratica. (Amp)
b. Luca 1:37 - Poiché con Dio nulla è mai impossibile, e nessuna parola di Dio sarà senza potere o impossibile da adempiere. (Amp)
c. Isa 28: 16 – Ecco, io pongo in Sion come fondamento una Pietra, una Pietra collaudata, una Pietra Preziosa di fondamenta sicure; chi crede - confida, fa affidamento e aderisce a quella Pietra - non si vergognerà, non cederà né si affretterà [in preda al panico improvviso]. (Amp)
d. Rom 4:17 - Perché Abramo credeva in Dio - Dio che effettivamente riporta in vita i morti e chiama le cose che non sono come se fossero realmente (e dà loro un'esistenza reale in questo modo). (Amp)
3. Ciò che Dio dice è così. Se ci schiereremo con la sua parola, ce la farà così nelle nostre vite = dacci l'esperienza, falla vedere.
un. Se Dio dice che qualcosa è così, è così. Dio non può mentire. Dio ha tutti i fatti. La parola di Dio può, cambierà e cambierà ciò che vedi e senti.
b. Il fatto che i sensi non possano percepire ciò che Dio dice in questo momento è un dettaglio irrilevante. La conoscenza sensoriale non ha accesso a tutti i fatti. La conoscenza sensoriale può, vuole e cambia.
4. Se vogliamo vivere per fede, se dobbiamo uccidere alberi di fico e spostare montagne, dobbiamo arrivare al punto in cui, se Dio dice che qualcosa è così, è così, indipendentemente da ciò che vediamo o sentiamo.
un. La parola di Dio deve risolverlo per noi. Se Dio dice che sono guarito, allora è così. Sono guarito, nonostante quello che dicono i miei sensi.
b. La Bibbia è Dio che mi parla ora - Dio, che non può mentire, che conosce ogni cosa.
5. Dio renderà buona la sua parola (rendendola percettibile ai sensi) nella mia vita se mi schiererò con essa.
un. Ci sono sempre due voci che ci parlano (di solito contraddittorie): la testimonianza dei nostri sensi e la testimonianza della parola di Dio.
b. La nostra testimonianza determina quale prevale nella nostra vita.
6. Eb 4:14; 10:23 – La fede deve avere una testimonianza o una confessione. Confessione = OMOLOGIA = dire la stessa cosa di.
un. La fede della rivelazione si tiene saldamente alla confessione della parola di Dio.
b. Conoscenza dei sensi La fede tiene fede alla confessione delle prove fisiche.
c. Se accetto prove concrete contro la parola di Dio, annullo la parola per quanto mi riguarda.
d. Invece, devo attenermi alla mia confessione della parola di Dio di fronte alle contraddizioni della conoscenza dei sensi, e Dio renderà buona la Sua parola in me. I Giovanni 5: 4; Apocalisse 12:11
7. La fede inizia e finisce con la parola di Dio - la Parola vivente e la parola scritta.
un. Gesù è l'apostolo e sommo sacerdote della nostra confessione. Eb 3: 1
b. Gesù è il garante o la garanzia della parola di Dio. Eb 7:22
c. Gesù è l'autore e il finitore della nostra fede. Heb12: 2
1. È l'autore (principiante) perché siamo in unione con Lui e la sua fede è la nostra fede. La sua parola è la fonte della mia fede. Rom 10:17; 12: 2
2. È il compitore della nostra fede o la garanzia che Dio renderà buona la sua parola in noi.

1. È essenziale che studiamo la parola di Dio e scopriamo ciò che ci ha fatto essere attraverso la nuova nascita.
2. È fondamentale meditare e riflettere su queste cose fino a quando non ci dominano, fino a quando trattiamo la parola di Dio mentre facciamo la parola di un banchiere o di un dottore.
3. È essenziale che sviluppiamo l'abitudine alla confessione, dicendo ciò che Dio dice.
un. Abbiate il coraggio di stare in presenza di fatti di conoscenza dei sensi e dichiarare che siete ciò che Dio dice che siete.
1. Quella malattia fu posta su Gesù. Isa 53: 4,5
2. Satana non ha il diritto di affidarmelo. Ef 1: 7; Gal 3:13
3. Dio dice "Con la sua banda sono guarito". Pertanto, sono guarito. I Pet 2:24
b. La conoscenza sensoriale e la conoscenza della rivelazione sono spesso contrapposte.
1. Vivo in un nuovo regno al di sopra dei sensi, quindi devo rimanere saldo alla mia confessione di essere ciò che la parola dice che sono.
2. Le forze che mi si oppongono sono nei sensi. Il potere che è in me è lo Spirito Santo. So che le forze spirituali (invisibili) sono maggiori di qualsiasi forza nel regno dei sensi.
3. Non c'è il potere in tutto l'universo di annullare una dichiarazione di fatto nella parola di Dio.
4. Mantengo la mia confessione di realtà spirituali (invisibili) di fronte alle contraddizioni della conoscenza dei sensi.
4. Atteniamoci saldamente alla nostra confessione e non indietreggiare mai per un momento, non importa quanto la conoscenza dei sensi possa produrre prove del contrario. E vedremo le montagne muoversi e gli alberi di fico morire.