FEDE E IL NOME DI GESÙ

Fede del seme di senape
Fede in movimento in montagna
Frustratori di fede
Senso Conoscenza Fede
Rivelazione Fede
Dio non può mentire
Fai le opere di Gesù
Aspettati che accada
Dubbio e incredulità
Fede e nome di Gesù

1. Gesù disse che possiamo spostare le montagne e uccidere i fichi con fede di semi di senape.
un. Abbiamo parlato del motivo per cui queste promesse fatte da Gesù non sembrano funzionare per noi come aveva detto che avrebbero fatto.
b. Una delle cose che abbiamo scoperto è che Gesù ha fatto queste affermazioni in relazione ai credenti che fanno gli stessi tipi di opere che ha fatto mentre era qui sulla terra.
2. Gesù disse che i Suoi seguaci potevano fare il genere di cose che faceva Lui - parlare a demoni, malattie, tempeste, alberi di fico - e vederli rispondere al nostro comando proprio come rispondevano al Suo comando. Giovanni 14:12
un. Prima di lasciare la terra, Gesù ci autorizzò a pronunciare le sue parole e fare le opere che fece in suo nome. Matt 28: 17-20; Marco 16: 15-20
b. E Gesù personalmente garantì che ci avrebbe sostenuto quando pronunciammo la sua parola per fare le sue opere in suo nome. Giovanni 14: 13,14
3. Marco 11: 12-14; 20-23 – Quando Gesù parlò a un fico e questo obbedì al suo comando, i discepoli rimasero sbalorditi. Gesù ha usato quell'incidente per insegnare a loro (ea noi) come ha fatto ciò che ha fatto e come loro (e noi) possiamo fare le opere che ha fatto.
un. Gesù spiegò ai discepoli (e noi) che dobbiamo avere la fede di Dio. V22
b. Questo tipo di fede parla e crede che ciò che dice avverrà. V23
1. Ecco come funziona Dio. Parla e si aspetta che ciò che dice avverrà. Gen 1: 3;
Isa 55: 11
2. È così che Gesù compì le opere che fece: uccise il fico, scacciò i demoni e guarì le persone. Marco 11:14; Luca 4:39
3. È così che facciamo lo stesso tipo di opere che Gesù ha fatto.
4. Affinché tu possa compiere le opere di Gesù e operare in movimento di montagna, il fico uccide la fede, ci sono alcune cose che devi sapere.
un. Devi sapere che sei autorizzato a parlare nel nome di Gesù e a fare le sue opere.
b. Devi sapere con cosa sei autorizzato a parlare e cambiare.
c. Devi sapere che Dio sostiene la Sua parola e porterà risultati visibili nel tuo caso.
5. Quando diciamo "Devi sapere", intendiamo che devi essere completamente persuaso e completamente convinto. Ciò avverrà solo se ti prendi del tempo per riflettere e meditare su queste verità tratte dalla parola di Dio.
6. In questa lezione vogliamo esaminare un episodio particolare degli Atti che ci fornirà ulteriori informazioni su come compiere le opere di Gesù attraverso lo spostamento delle montagne, il fico che uccide la fede.

1. Notate, Pietro e Giovanni non pregarono per l'uomo.
un. Fecero ciò che avevano visto fare Gesù molte volte mentre era sulla terra. Hanno parlato con l'uomo e le sue condizioni. Marco 2: 1-12
b. Fecero ciò che Gesù disse loro di fare. Chiesero che l'uomo sorgesse nel nome di Gesù. Giovanni 14: 12-14
2. Quando in seguito Pietro e Giovanni spiegarono cosa era successo, dissero che era il nome di Gesù e la fede in quel nome che aveva reso l'uomo intero.
un. Atti 3:16 – E il suo nome, attraverso e mediante la fede nel suo nome, ha reso bene e forte quest'uomo che vedi e riconosci. [Sì,] la fede che è per mezzo di Lui [Gesù] ha dato all'uomo questa perfetta solidità [del corpo] davanti a tutti voi. (Amp)
b. Di chi era la fede? Principalmente Pietro e Giovanni. Nota due cose.
1. La fede è un'azione. Hanno recitato. Usarono il nome come Gesù disse loro di fare.
2. E si aspettavano che ciò che dicevano accadesse, come Gesù disse loro che sarebbe successo.
c. E la fede dell'uomo? Ha collaborato con loro, ha lasciato che lo sollevassero. Quello era abbastanza.
3. Quando Gesù fu risuscitato dai morti, gli fu restituita l'autorità che aveva prima di andare sulla croce. Gli fu anche dato un nome che è onorato in tre mondi. Fil 2: 9-11
un. Il nome e l'autorità dati a Gesù gli furono dati per il bene del suo corpo, per noi.
Eph 1: 20-23
b. L'autorità che ha vinto per noi attraverso la vittoria della sua risurrezione ci è delegata nell'uso del suo nome. Opaco: 17-20
4. Dobbiamo ora usare il nome e l'autorità di Gesù per fare lo stesso tipo di lavoro che fece Gesù. Matteo 28: 17-20; Marco 16: 15-20
un. Non usiamo il nome di Gesù come un incantesimo magico. Lo usiamo in modo rappresentativo. È morto come nostro rappresentante. Adesso viviamo come Suoi rappresentanti. II Cor 5:20; 2 Giovanni 6: XNUMX
b. Il diritto di usare il suo nome significa che dobbiamo rappresentare Gesù, agire al suo posto con la stessa autorità che aveva.
c. In un senso molto reale, Gesù ci ha dato la procura dandoci l'uso del suo nome.
5. Ovunque Gesù sarebbe stato glorificato dalla sua presenza personale, quel nome ora prende il suo posto.
Atti 4: 10
un. Quando parliamo in quel nome è come se Gesù stesso stesse parlando perché lo siamo stati
autorizzato a usare il suo nome in modo rappresentativo. Giovanni 14: 13,14
b. Nel nome di Gesù c'è la pienezza di autorità e potere che era in Cristo quando camminava sulla terra.
6. Non ci vuole alcuna fede speciale per usare il nome di Gesù, per parlare o agire nel nome di Gesù.
un. Ci vuole essere autorizzato. Sei autorizzato ad usare il suo nome perché sei nel corpo di Cristo.
b. Ci si aspetta che funzioni. Quando Gesù parlò alle cose, si aspettava che ciò che diceva accadesse.
c. Non è la quantità della fede (è la fede dei semi di senape), ma il luogo in cui è centrata: l'integrità del Signore Gesù Cristo. Luca 17: 5,6; Giovanni 14: 13,14
7. Nell'uso del nome di Gesù esercitiamo la fede, ma è una fede inconscia.
un. È una fede che proviene dall'evidenza che ci convince senza ombra di dubbio: la parola di Colui che non può mentire.
b. Pietro e Giovanni non fecero alcun digiuno o preghiera speciale per servire l'uomo zoppo. Hanno semplicemente agito sulla parola di Dio che è fedele e Gesù ha mantenuto la sua parola. Eb 11:11; Rom 4:21
8. Come si ottiene questo tipo di fiducia? Meditando su queste scritture finché non ti viene in mente la realtà, finché non sei completamente persuaso e completamente convinto, così tanto che nulla di ciò che vedi o senti ti commuove.
un. La montagna deve muoversi. Il fico deve morire. La montagna si muoverà. Il fico morirà.
b. Non provarci e guarda cosa succede. Medita su queste cose finché non ti dominano.
Atti 19: 13-17
c. Marco 11:23 - In verità ti dico, se uno dice a questo monte: alzati e gettati in mare, e non decide in cuor suo ma crede che quello di cui parla sta accadendo, sarà suo. (Lattimore)

1. Pietro e Giovanni capirono che il loro potere e la loro santità non avevano nulla a che fare con il far accadere ciò che accadeva.
un. È fondamentale che lo comprendiamo anche noi. Spostarsi in montagna, la fede che uccide il fico non funziona per molti di noi perché stiamo cercando di farlo con il nostro potere o la nostra santità.
b. Vediamo come funziona nella vita reale.
2. Molti cristiani lottano con fede e fiducia davanti a Dio a causa della colpa, della condanna e del senso di indegnità.
un. Si chiedono: perché Dio, come potrebbe Dio, fare qualcosa del genere per me dopo tutti i miei fallimenti e mancanze?
b. Pensaci: solo due, forse tre mesi prima, Pietro aveva negato Gesù e lo aveva abbandonato nella sua più grande ora del bisogno. Matt 26: 56,69-75
1. In che modo Pietro poteva essere fiducioso alla porta della Bella che Gesù avrebbe tenuto per sé la sua parola?
2. Comprese che i suoi peccati furono rimessi o cancellati dal sacrificio di Cristo sulla Croce. Luca 24: 45-47
3. Capì che il successo non dipendeva dalla sua santità, ma dal provvedimento di Dio tramite la Croce: conoscere e camminare in quel provvedimento.
3. Allo stesso modo, alcuni cristiani credono che alcuni altri cristiani abbiano un maggiore accesso a Dio e maggiori possibilità di ottenere risposta alle loro preghiere. Ma quell'idea non è precisa e ti impedirà di esercitare efficacemente la fede commovente della montagna.
un. Dio non rispetta le persone. Ogni credente ha la stessa posizione con il Padre perché Gesù è la nostra posizione. Atti 10:34; Rom2: 11; I Giovanni 4:17
b. Ogni figlio e figlia è caro al cuore del Padre e ha lo stesso provvedimento attraverso Cristo. Luca 15:31 (il prodigo e il fratello maggiore); Rom 8:17
4. Giovanni fece un commento (per ispirazione dello Spirito Santo) molti anni dopo sulla connessione tra la nostra santità e il nome di Gesù. 5 Giovanni 13:XNUMX
un. Ci sono due aspetti nel nome di Gesù per i credenti. Crediamo nel nome di Gesù per la salvezza. Crediamo nel nome per potere per servizio.
b. Giovanni ha scritto la sua lettera in parte per far sapere ai credenti due cose: abbiamo la vita eterna e abbiamo il nome.
1. La vita eterna è la vita in Gesù. Gesù è ora la nostra giustizia, la nostra santità. 5 Giovanni 11,12: XNUMX;
1 Cor 30:5; II Cor 21:XNUMX
2. Il nome del Figlio di Dio è il nostro da usare, non perché siamo abbastanza bravi, ma perché siamo rami della Vite.
5. Nella spiegazione di Pietro su ciò che accadde al cancello Beautiful, disse anche che il loro potere non guarì quell'uomo zoppo.
un. A un certo livello, sappiamo tutti che il potere umano naturale non può curare un uomo zoppo. Allora cosa significa Peter?
1. Voleva dire che non era il loro sforzo o il loro lavoro a guarire l'uomo.
2. È una naturale tendenza umana trasformare tutto in opere: i nostri sforzi per guadagnare o meritare qualcosa da Dio o per far muovere Dio o farlo accadere.
b. Quale sarebbe un esempio di opere legate alla fede commovente della montagna?
1. Se lo confesso abbastanza volte, accadrà.
2. Se butto via la mia medicina, Dio mi guarirà.
3. Se sono veramente sincero quando prego o parlo alla montagna, succederà.

1. Atti 4:13 – La fiducia di Pietro e Giovanni derivava dal trascorrere del tempo con Gesù.
un. Audacia è la stessa parola tradotta fiducia in altri luoghi del NT.
b. Possiamo rafforzare la nostra fiducia anche trascorrendo del tempo con Gesù, attraverso la Sua parola scritta.
2. I capi religiosi hanno minacciato Pietro e Giovanni per aver parlato nel nome di Gesù e hanno ordinato loro di fermarlo. Atti 4: 15-22
un. Pietro e Giovanni tornarono dal loro stesso popolo e insieme pregarono. Atti 4: 23-30
b. Ci sono molte cose meravigliose da dire sulla loro preghiera. Ma considera un punto.
1. Non hanno chiesto audacia (fiducia) in sé.
2. Hanno chiesto a Dio di mantenere la sua parola in modo da poter parlare con fiducia.
3. Dio manterrà la sua parola anche per noi. Quindi anche noi possiamo parlare con sicurezza di montagne, fichi e malattie (audacia).
4. Voglio incoraggiarti a meditare su queste cose.
un. Pensaci fino a quando non sei sicuro, pienamente convinto, completamente sicuro che accadrà.
b. Rifletti fino a quando non sarai convinto, al punto che non sarai mosso da ciò che vedi o senti.