FRUSTRATORI DI FEDE

Fede del seme di senape
Fede in movimento in montagna
Frustratori di fede
Senso Conoscenza Fede
Rivelazione Fede
Dio non può mentire
Fai le opere di Gesù
Aspettati che accada
Dubbio e incredulità
Fede e nome di Gesù

1. Non devi leggere molto lontano nel NT per vedere che la fede è una cosa vitale.
un. Siamo salvati per fede. Viviamo per fede. Ef 2: 8,9; Rom 1:17
b. Gesù ha detto che tutto è possibile per chi crede e che, con fede, possiamo spostare le montagne e uccidere i fichi. Matt 17:20; 21: 21,22; Marco 9:23; 11: 23,24
2. Ma, per molti di noi, il tema della fede è fonte di frustrazione. Non funziona per noi come disse Gesù.
3. Stiamo esaminando il motivo per cui non funziona per noi come disse Gesù. In questa lezione, vogliamo approfondire tre aree che abbiamo introdotto nelle lezioni precedenti. La fede non funziona per noi perché:
un. Non capiamo cosa sia la fede.
b. Cerchiamo di prendere con la preghiera e la fede ciò che è già nostro per nascita.
c. Abbiamo fede nella conoscenza dei sensi e non lo sappiamo.

1. Quando parliamo di fede e di credenza, stiamo parlando di vivere con realtà invisibili. II Cor 5: 7
un. II Cor 4:18 – Due regni coesistono fianco a fianco: il visibile e l'invisibile.
b. Come cristiani, siamo chiamati a vivere secondo realtà invisibili che ci vengono rivelate nella Bibbia.
2. Il regno invisibile è spirituale. Ciò significa che è immateriale (non fisico) e invisibile.
un. Le cose spirituali sono reali quanto le cose materiali.
1. Non visto non significa non reale. Significa solo che non puoi vederlo con i tuoi occhi fisici.
2. Gesù è più reale del Padre e dello Spirito Santo perché ha un corpo fisico?
3. La persona amata che è nei cieli è meno reale perché non ha un corpo fisico?
b. Il Dio invisibile e invisibile ha creato tutto ciò che vediamo. Il suo potere invisibile e il suo regno sopravvivranno a ciò che vediamo e possono cambiare ciò che vediamo. I Tim 1:17: Marco 4:39; Eb 11: 3
3. La fede non è un sentimento. La fede è un'azione. La fede è l'azione che intraprendi quando i tuoi sensi ti dicono una cosa e la parola di Dio ti dice qualcos'altro.
un. L'azione numero uno connessa alla fede è la confessione della parola di Dio.
Eb 4:14; 10; 23: 13
b. Confessione significa dire la stessa cosa che Dio dice di te e della tua situazione.
c. Se ti schieri con la parola di Dio, Lui farà bene alla tua vita - renderà visibile l'invisibile.
4. La fede si basa sulla parola di Dio e sull'integrità di Dio.
un. Non puoi credere (agire) su ciò che non sai. Quindi, la fede deve iniziare con la conoscenza.
Roma 10: 17
b. Dio, che non può mentire, che conosce tutte le cose, dice che qualcosa è così. Allora è così. Ciò che Dio dice è. Ciò che Dio dice diventa. Eb 6:18
5. La fede è frustrante per molti di noi perché stiamo cercando di credere quando dovremmo agire sulla parola di Dio come dovremmo agire sulla parola di un banchiere o di un dottore.

1. La fede riceve ciò che offre la grazia di Dio. Riceviamo la salvezza attraverso la fede. La fede ti fa entrare nella famiglia di Dio e ti rende letteralmente un figlio di Dio. Ef 2: 8,9; I Giovanni 5: 1
un. Una volta che sei in famiglia, tutto ciò che appartiene alla famiglia è tuo, ti appartiene.
Luca 15:31; Rom 8:17; Ef 1: 3; II animale domestico 1: 3
b. Non devi continuare a ricevere per fede le cose che ti sono arrivate durante la nuova nascita.
c. Sono tuoi per quello che sei (un figlio di Dio) e non per quello che fai (credilo). Giovanni 6:47
2. Che cosa hai (possiedi) perché sei in famiglia?
un. Giustizia, santificazione (santità), redenzione (liberazione da ogni schiavitù), filiazione, unione con Cristo, remissione (cancellazione) dei peccati, guarigione, forza, sufficienza, completezza, una nuova natura, una natura d'amore.
b. Il diritto legale di usare il nome di Gesù, di Dio come tuo Padre, di Gesù come tuo Signore, avvocato, sommo sacerdote e intercessore.
c. Nel momento in cui accetti Cristo come Salvatore e Signore, tutto ciò che Gesù ha compiuto nella sua morte, sepoltura e risurrezione diventa tuo perché lo ha fatto per te come te.
d. Ciò che è mai accaduto ai tuoi peccati è accaduto alle tue malattie perché sono state trattate allo stesso tempo nello stesso modo dallo stesso evento storico.
3. Tutto questo è tuo dal momento in cui credi in Gesù e non dipende dalla tua fede individuale ora come credente.
un. Ai credenti NT non viene detto di credere e di avere fede. Gli viene detto di camminare (agire) come sono e avere attraverso la croce di Cristo e la nuova nascita.
b. La fede è frustrante per i credenti perché la maggior parte dei nostri sforzi sono diretti a cercare di ottenere la fede e quindi di raggiungere e prendere o rivendicare qualcosa per fede.
c. Quando un bisogno ci pone di fronte che è stato coperto dalla Croce di Cristo, non è necessario pregare per esso, rivendicarlo, raggiungere e prenderlo. Dobbiamo solo ringraziare il Padre per ciò che ha già fornito.
d. Qualcuno potrebbe chiedere: Allora, per cosa preghiamo? Un mondo perduto e morente! Cristiani che vivono nelle tenebre al di sotto dei loro diritti e privilegi.
4. Luca 15:31 – Considera il figliol prodigo e suo fratello maggiore.
un. Erano figli con tutti i diritti, privilegi e provviste della casa del padre, che ci credessero o no.
b. Quando sorgeva per loro un bisogno che era coperto dall'essere un figlio nella casa del padre, non si trattava di pregare, reclamare o cercare di credere e avere fede.
c. Si trattava di comportarsi come quello che erano e avevano.
5. Non provare a credere. Inizia ad agire come sei e hai.
un. Come agireste se foste giusti e aveste la stessa posizione con il Padre che aveva Gesù - perché lo siete e agite!
b. Come ti comporteresti se fossi guarito, perché lo sei!

1. Ci sono due tipi di fede: fede della conoscenza dei sensi che crede a ciò che vede e sente, e fede della rivelazione che crede a ciò che Dio dice nonostante ciò che vede e sente. Giovanni 20:29
un. Dio vuole che crediamo, non perché vediamo e sentiamo che qualcosa è così, ma perché dice che qualcosa è così.
b. La fede della rivelazione onora la parola e l'integrità di Dio.
c. La fede in Dio è fede nella sua parola. La Signoria di Gesù nella nostra vita nella Signoria della Sua parola.
2. La maggior parte di noi si trova nell'arena della fede della conoscenza dei sensi e non ne è consapevole.
un. Diciamo a qualcosa di andare o di cambiare nel nome di Gesù e non succede nulla. La nostra risposta è: non ha funzionato.
b. Come fai a sapere che non ha funzionato? Non hai visto o sentito alcun cambiamento. La tua prova è la conoscenza dei sensi.
c. Come faresti a sapere se avesse funzionato? Se hai visto o sentito un cambiamento. La tua prova è conoscenza consapevole. Hai una buona conoscenza della fede.
3. Il problema è che la maggior parte di noi non si rende conto, non è consapevole, lo stiamo facendo.
un. Ognuno di noi direbbe di credere nella Bibbia - ogni parola dalla Genesi all'Apocalisse. E siamo completamente sinceri!
b. La maggior parte di noi crede che Dio abbia fornito, ha detto sì all'incontro, tutti i nostri bisogni spirituali e fisici attraverso la Croce di Cristo.
c. Tuttavia, basiamo ciò in cui crediamo, come agiamo, su ciò che vediamo e sentiamo. Ma non ci rendiamo conto che lo stiamo facendo.
4. Il primo passo per correggere questo è identificare la conoscenza della fede dei sensi nella nostra vita. Ognuno di questi incidenti e affermazioni elencati di seguito sono esempi di conoscenza basata sulla fede.
un. Matteo 17: 14-21 – I discepoli provarono ma non furono in grado di scacciare un demone.
1. Tuttavia, i discepoli furono autorizzati da Gesù a scacciare i diavoli e lo avevano già fatto con successo. Matt 10: 1; Luca 10:17
2. Gesù vedeva i discepoli come capaci di farlo. Li considerava in grado di farlo anche quando non potevano farlo. v20
3. v16 - Hanno ovviamente cercato di scacciare il demone e non è successo niente. Qual era la loro prova che non potevano farlo? Quello che potevano vedere.
4. Lo guardiamo e diciamo - ovviamente non ha funzionato. Non è successo niente! Guarda! Ma Gesù ha detto che potevano farlo anche quando non succedeva niente!
5. Gesù chiamò ciò che fecero incredulità perché lasciavano che ciò che vedevano influenzasse ciò in cui credevano, come agivano. La conoscenza del senso della fede è in realtà incredulità. Giovanni 20:27
b. Matteo 14: 22-33 – Gesù autorizzò Pietro a camminare sulle acque e lo fece con successo per un certo periodo.
1. v30 – Peter poi guardò il vento e le onde e iniziò ad affondare.
2. v31,32 – Anche quando Pietro non poteva camminare sull'acqua, era ancora in grado di farlo per quanto riguardava Gesù.
3. Cosa ha fatto pensare a Peter di non poter camminare sull'acqua? Quello che ha visto! Il vento, le onde - tutto questo è conoscenza dei sensi.
4. Cosa ti fa pensare di non essere guarito? Fai male!! Hai fede nella conoscenza dei sensi.
c. Giovanni 11: 18-45 – Marta credeva alla parola del Signore, ma credeva anche a ciò che le diceva la conoscenza dei sensi.
1. v21-27 – Signore, credo che mio fratello risorgerà.
2. v39 – Ma, quando Gesù comandò che la tomba fosse aperta, la sua testimonianza era - puzza!
3. I Pet 2:24 - Conosco e credo che Gesù abbia sopportato le mie malattie e portato i miei dolori e con le sue piaghe io sono guarito. Ma continuo a soffrire.
4. Ho mal di testa. Non devo essere salvato! Sappiamo che è ridicolo! Se il dolore fisico (conoscenza dei sensi) non annulla un'affermazione della parola di Dio, perché dovrebbe annullarne un'altra?
d. Oh sì, credo che Gesù abbia sopportato le mie malattie e portato il mio dolore e con le sue strisce sono guarito. ma continua a pregare per la mia guarigione. Questo è tutto senso della conoscenza della fede.
1. Come fai a sapere che non sei guarito? Da quello che senti. Come saprai quando sarai guarito? Quando ti senti meglio.
2. So di essere guarito !! Come lo sai? Mi sento meglio!! Questo è senso conoscenza conoscenza fede. La tua fiducia non è nella parola di Dio ma nella conoscenza dei sensi.
5. Come faccio, come faccio a sapere che sono guarito se non riesco a vederlo o sentirlo? Dio lo dice !!
un. Ciò è contrario al ragionamento naturale, ma non viviamo secondo la ragione. Viviamo di realtà invisibili rivelate nella parola di Dio. Prov 3: 5
b. Luca 5: 1-6 - La ragione diceva loro che ciò che potevano vedere aveva più senso di ciò che Dio aveva detto. Tuttavia, agirono in base a ciò che Gesù aveva detto.
6. Dobbiamo uscire dal regno dei sensi, fuori dall'arena dei sensi, nel nostro pensiero. II Cor 10: 4,5
un. Qual è il dolore che provi? Evidenza contraria. Questo è tutto quello che è. È reale, ma è soggetto a cambiamento da una realtà superiore: la parola di Dio.
b. Ricorda vero e vero. Vero = ciò che vedi e senti, che è soggetto a modifiche. Parola di Dio che non può cambiare, ma che può cambiare ciò che vediamo e sentiamo.
7. Riteniamo di dover conciliare ciò che vediamo e sentiamo con ciò che Dio dice.
un. Abbiamo elaborato frasi come: Questi sono solo sintomi. Sto aspettando la manifestazione della mia guarigione, ecc
1. Sebbene ci sia un po 'di verità in ciascuna di queste affermazioni, sono diventate maschere per la conoscenza della fede dei sensi.
2. Non cercare di riconciliare o spiegare prove di senso contrario. Attenetevi semplicemente alla vostra confessione della parola di Dio.
b. Il vento e le onde, Peter che affonda: tutto questo è conoscenza dei sensi.
1. Dio ha detto che Pietro poteva camminare sull'acqua. Il vento, le onde, l'affondamento dicevano che non poteva.
2. Cosa avrebbe dovuto fare Pietro? Ignorato il vento e le onde e continuò a camminare.
8. La parola di Dio dice che sei guarito. Isa 53: 4-6; I Pet 2:24
un. Rifiuta di lasciare il posto a qualsiasi pensiero che contraddica la parola di Dio.
b. Rifiuta di prendere la testimonianza dei tuoi sensi. Ciò significa rifiutare di accettare il dolore come prova del fatto che non si è guariti.

1. Dobbiamo iniziare ad agire sulla parola di Dio come vorremmo la parola di un uomo.
2. La parola di Dio (non i sensi, non la ragione) deve dominare la tua mente.
3. Dobbiamo continuamente, costantemente, dire ciò che Dio dice di noi e della nostra situazione. La confessione è parlare di fede.
4. Se sappiamo che la parola di Dio è vera, agiamo su di essa come se fosse vera, e diventa una realtà nelle nostre vite. Ecco come funziona la fede.