CONSEGNATO DALLA GRANA DI DIO

Scarica PDF
CONSEGNATO DALLA GRANA DI DIO
PUNIZIONE ETERNA
WRATH POST-CROSS
LA VERA GRAZIA
GRAZIA E OPERE
GLORIFY DIO ATTRAVERSO I TUOI LAVORI
LA LEGGE DEL SIGNORE
DIO NON È MAD A TE
LA LEGGE EI CRISTIANI

1. Questo stato di cose è importante per noi cristiani perché tale pensiero si è infiltrato nei circoli cristiani. I cristiani che professano mettono sempre più ciò che sentono al di sopra di ciò che Dio dice nella sua Parola scritta: la Bibbia. Sta diventando più comune sentire le persone dire: sento solo che un Dio amorevole non manderebbe mai nessuno all'inferno. Sento solo che tutte le persone sincere sono salvate, qualunque cosa credano.
un. Questo sviluppo nella cultura e in alcune parti della chiesa è coerente con ciò che Gesù disse ai Suoi apostoli poco prima di essere crocifisso. Ha detto che il periodo che precede la sua seconda venuta sarebbe segnato dall'inganno religioso, in particolare falsi profeti e falsi messia (Cristo) con falsi messaggi. Matt 24: 4-5; 11; 23-24
b. Stiamo vedendo che ciò accade davanti ai nostri occhi come la Persona di Gesù (Chi è), l'opera di Gesù (perché è venuto) e il messaggio che ha proclamato (il Vangelo o la buona notizia) vengono minati - non solo da miscredenti, ma da coloro che affermano di essere cristiani.
c. Pertanto, ci prendiamo del tempo per esaminare cosa dice la Parola di Dio su Gesù: chi è, perché è venuto e quale messaggio ha predicato. La Bibbia è la nostra protezione contro l'inganno perché è la Verità e rivela Gesù che è la Verità. Sal 91: 4; Giovanni 17:17; Giovanni 14: 6
2. Giovanni 3:16 è uno dei versi più noti nel Nuovo Testamento sul perché Gesù venne e su ciò che fece. un. Ci dice che Dio, motivato dall'amore, ha dato il Suo unigenito Figlio (unico) (Gesù, il Dio-uomo) per essere sacrificato per il peccato in modo che chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna. b. Per apprezzare quanto siano buone queste notizie, dobbiamo prima capire le cattive notizie. Gesù disse che chi crede in Lui ha una vita eterna (eterna). Ma Gesù ha anche detto che chi non crede in Lui non vedrà la vita e l'ira di Dio risiede su di Lui. Giovanni 3:36
c. La cattiva notizia: tutti gli esseri umani hanno l'obbligo morale di obbedire al loro Creatore. Tutti hanno fallito in questo dovere e sono colpevoli di peccato davanti a un santo Dio (Eccl 12:13; Rom 3:23). Dio onnipotente ha ira o rabbia per il peccato dell'uomo (Rm 1, 18).
1. Questo fatto è difficile per noi, poiché è difficile capire come Dio possa essere amorevole e irato allo stesso tempo. E ci spaventa perché, anche se siamo salvati, ogni tanto pecchiamo.
2. La parola greca tradita ira significa passione e, implicitamente, punizione. La parola è usata per l'ira punitiva di Dio, o per i giudizi divini da infliggere ai malvagi (Concordanza di Strong).
3. In questa lezione parleremo dell'ira di Dio mentre continuiamo a discutere delle buone notizie in termini di cattive notizie

1. Dio è santo, giusto e giusto. La parola santo significa separata da ogni male. Le parole giustizia e giustizia sono spesso usate come sinonimi nelle Scritture. La giustizia deriva da una parola che significa giusto o giusto. Giustizia significa ciò che è giusto o come dovrebbe essere.
un. Dire che Dio è giusto e significa solo che ha ragione e fa ciò che è giusto. La giustizia e la giustizia sono le basi del suo trono. Gen 18:25; Sal 97: 2; Sal 89:14
1. Dio esprime ira, non perché sia ​​punitivo o vendicativo, ma perché è giusto e giusto. L'ira non è una risposta emotiva al peccato. È una giusta, giusta, risposta al peccato.
2. Per essere fedele alla Sua natura santa, giusta e giusta, l'Onnipotente Dio deve esprimere ira verso il peccato. Se trascurasse o ignorasse il peccato, equivarrebbe a condonarlo. Sarebbe una negazione della sua natura e Dio non può negare Se stesso. II Tim 2:13
b. Questo è difficile da comprendere perché pensiamo alla rabbia di Dio in termini di cosa significhi quando un essere umano è arrabbiato e irato: hanno un'esplosione emotiva. Mi infastidisci, quindi ti lascio avere!
1. Certamente Dio esprime le emozioni e chiaramente non è “felice” del peccato. Ma quando stiamo parlando delle emozioni di Dio, stiamo parlando di qualcosa al di sopra e al di là della nostra comprensione a questo punto.
2. Possiamo pensare solo in termini di emozioni umane che derivano da motivi peccaminosi, emozioni che possono sfuggire al controllo ed emozioni che possono spingerci al peccato. Ma la rabbia di Dio per il peccato dell'uomo non può essere pensata in termini di rabbia umana. L'ira di Dio opera la giustizia. L'ira dell'uomo non lo fa. Giacomo 1:20
2. Rabbia, ira e giudizio sono le risposte giudiziarie di Dio al peccato. Mezzi giudiziari o relativi all'amministrazione della giustizia (Webster's Dictionary). Pensala in questo modo: la risposta giudiziaria del governo civile ai trasgressori è, in un certo senso, un'espressione di ira. Rom 13: 3-5
un. Comprendiamo tutti cos'è la giustizia. Sta facendo ciò che è giusto, dando alle persone ciò che meritano.
1. Ogni cultura sulla terra dalla creazione dell'uomo ha avuto uno standard di giusto e sbagliato, la comprensione che il bene deve essere ricompensato e il male deve essere punito. Fa parte dell'immagine di Dio che gli uomini portano ancora anche nelle loro condizioni di caduta. Gen 9: 6; Giacomo 3: 9; Rom 2: 14-15
2. Certo, le norme degli uomini su ciò che è giusto e ciò che è sbagliato sono distorte perché stabiliscono le norme stesse invece di rispettare quelle di Dio. Tuttavia, se qualcuno commette un crimine atroce secondo lo standard della cultura, nessuno è turbato quando viene punita la punizione appropriata, perché sappiamo che è giusto.
b. Il fatto che Dio esprima ira verso il peccato dimostra che rimane fedele a se stesso, dimostra che si può contare su di fare ciò che è giusto. Che cos'è Dio, puoi aspettarti che sia. Forse stai pensando: come dovrebbe farmi qualcosa di diverso dalla paura di Dio? Ho peccato e merito l'ira di Dio e mi stai dicendo che è una buona cosa?!?
3. Dio non ha costretto gli uomini a peccare o per il peccato. Ci ha fatto per la relazione. Il suo obiettivo dalla caduta dell'uomo non è stato quello di punire l'uomo ma di rimuovere il peccato che ci separa da Lui. Ef 1: 4-5; Eb 9:26
un. Anche se Dio ama gli uomini, essere fedele alla giustizia, essere fedele alla propria natura retta, non può lasciar perdere gli uomini per il peccato. Tuttavia, il Signore ha escogitato un piano per esprimere la sua ira verso il nostro peccato e per rimuoverlo da noi senza distruggerci.
1. Gesù andò sulla croce come ultimo Adamo, come rappresentante dell'intera razza umana. Gesù è andato alla Croce per noi come noi. 15 Cor 45: 47-XNUMX
2. Alla croce Gesù si è unito a noi nella nostra condizione caduta e ha preso il nostro peccato su se stesso. Dio quindi espresse la sua ira per il peccato, il nostro peccato, su Gesù. L'ira giusta e giusta che avrebbe dovuto venire a te e me per il nostro peccato è andata a Gesù. Isa 53: 4-6; II Cor 5:21; eccetera.
b. La giusta ira di Dio verso il peccato è stata espressa ma tu devi ricevere quell'espressione affinché la sua ira sia rimossa da te. Lo ricevi inchinando il ginocchio a Gesù. Giovanni 3:36
1. Se non hai ricevuto Cristo e il Suo sacrificio, allora l'ira di Dio dimora o rimane su di te - il dispiacere di Dio rimane su di lui; La sua indignazione incombe su di Lui continuamente. (Giovanni 3:36, Amp)
R. Questo non significa che Dio ora si occupi di ira con persone non salvate. Si occupa di loro in misericordia. Dio dà agli uomini una vita per pentirsi. II animale domestico 3: 9
1. Durante quella vita Dio mostra loro gentilezza e dà loro una testimonianza di se stesso.
Luca 6:35; Matt 5:45; Atti 14: 16-17; Rom 1:20
2. E Dio ha dato agli uomini una dimostrazione obiettiva del suo amore incondizionato per noi. Mentre eravamo peccatori, Cristo è morto per noi. Rom 5: 8; 10; 4 Giovanni 9: 10-XNUMX
B. Se una persona non crede mai in Gesù, affronterà l'ira di Dio quando lascerà questa terra. La pena del peccato è la morte che è la separazione da Dio che è la vita. Gen 2:17; Rom 6:23
1. Le persone che vivono separate da Dio in questa vita continueranno in quella separazione nella vita a venire in un posto chiamato Inferno. (lezioni per un altro giorno)
2. La morte è più che fisica. La morte del corpo è una conseguenza di un'altra categoria di morte: la separazione da Dio che è la vita. La separazione da Dio viene talvolta definita morte spirituale. La massima espressione della morte è l'eterna separazione da Dio e l'esclusione dal Suo regno. Questa separazione permanente è conosciuta come la seconda morte. Apoc 2:11; Apoc 20: 6; Apoc 21: 8
2. Le persone che non accettano il sacrificio di Cristo per i loro peccati non vedranno mai la vita. Sperimenteranno l'ira di Dio o la Sua giusta espressione e la giusta risposta al loro peccato.
c. Gesù venne in questo mondo per salvare uomini e donne, prima di tutto dall'ira di Dio che è la morte eterna. È venuto per renderci possibile avere la vita eterna invece della morte eterna.
1. Giovanni 3: 17 — Poiché Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare - rifiutare, condannare, pronunciare la sentenza - il mondo; ma affinché il mondo potesse trovare la salvezza e essere reso sano e salvo attraverso di Lui. (Amp)
2. Giovanni 3: 18 — Colui che crede in Lui ... non è giudicato ... non viene mai in giudizio, poiché non vi è alcun rifiuto, nessuna condanna (non incorre in alcuna condanna). Ma chi non crede ... è già giudicato; (è già stato condannato; ha già ricevuto la sua condanna) perché non ha creduto e confidato nel nome dell'unico Figlio di Dio generato. (Amp)
A. La parola greca tradotta condannata significa decidere giudizialmente, provare, condannare, punire. Una decisione giudiziaria è quella che viene pronunciata da un tribunale. La condanna è l'atto di condannare o dichiarare colpevolmente giudiziari, condannare e condannare.
B. Dio ha risposto al tuo peccato e ha compiuto giustizia. Dio ha agito in modo giusto, ha agito in modo giusto riguardo al tuo peccato. Se hai accettato Gesù e il Suo sacrificio sulla Croce, sei stato giudicato e ritenuto non colpevole. Di conseguenza, non c'è più ira contro di te per il tuo peccato. Rom 5: 9; I Tess 1:10; 5 Tess 9: XNUMX
d. Dio onnipotente non elimina "l'ira" su base peccato per peccato. Si riversò ed esaurì la sua ira contro il nostro peccato su Gesù. Il Signore non era "arrabbiato" con Gesù. Stava eseguendo la giustizia.
1. Attraverso la croce di Cristo Dio ha soddisfatto la propria giustizia ed è ora in grado di giustificarci o assolverci. L'assoluzione o la giustificazione è una liberazione giudiziaria da un'accusa penale. 6 Cor 11:XNUMX
2. Significa che tutte le accuse vengono ritirate perché non vi sono prove di illeciti. Col 2: 14— Cristo ha completamente cancellato l'evidente prova di leggi e comandamenti infranti che sono sempre appesi sopra le nostre teste e l'ha annullata completamente inchiodandola sulla propria testa sulla Croce. (Phillips)
4. Quando hai una comprensione accurata dell'ira di Dio contro il peccato (la cattiva notizia), ti renderà ancora più riconoscente ciò che Dio ha fatto per noi attraverso la Croce di Cristo (la buona notizia).
un. Tendiamo a valutare la nostra posizione con Dio in base a come ci sentiamo: oggi mi sento amato da Dio perché tutto è giusto nel mio mondo. Non sento il Suo amore oggi; in effetti, penso che sia arrabbiato con me perché ho dimenticato di leggere la mia Bibbia o ho preso a calci il gatto.
b. Ma quando capisci le basi giudiziarie della buona notizia, puoi vedere che stai su una solida base legale davanti a Dio Onnipotente, non importa come ti senti.
1. Rom 8: 31 — Se Gesù è il tuo Signore e Salvatore, allora Dio Onnipotente, il Giudice giusto e giusto, non è più qualcuno di cui aver paura perché il Giudice è dalla tua parte. Lui è per noi.
2. Rom 8: 32 — E, se Lui, nel suo amore, facesse di tutto per soddisfare il nostro più grande bisogno, accettandoci giudizialmente attraverso il sacrificio di Suo Figlio, cosa non farebbe per noi adesso?
3. Rom 8: 33-34 — Chi condurrà una denuncia contro il popolo di Dio (XX sec.). Sarà Dio, che li assolverà? (Weymouth); Quale giudice può condannarci? (Conyebeare); Cristo? No! Perché è Colui che è morto per noi (TLB).

1. Il ritorno di Gesù è vicino e la Bibbia ha molto da dire sulle condizioni del mondo in quel momento. Descrive un sistema di governo, economia e religione in tutto il mondo, presieduto da un leader mondiale che viene scelto e potenziato da Satana, il suo Anti (o al posto di) Cristo. Apoc 13; II Tess 2: 9-10;
un. Quest'uomo chiederà e riceverà adorazione dal mondo. Condurrà i suoi sostenitori nel tentativo di impedire a Gesù di tornare, mentre Satana tenta di mantenere il suo controllo sulla terra (lezioni per un altro giorno). Dan 8: 23-25; II Tess 2: 3-4; Apoc 19:19
b. Attualmente, il cristianesimo ortodosso viene diffamato nello stesso momento in cui si sta sviluppando una chiesa che afferma di essere una versione più "tollerante" del cristianesimo, una chiesa che accoglierà questo sovrano mondiale finale. Tutti noi saremo tentati di unirci a quella chiesa.
c. All'inizio di questa lezione abbiamo detto che sempre più persone basano ciò che credono su come si sentono piuttosto che su fatti oggettivi.
1. È abbastanza comune sentire la gente dire: semplicemente non credo che un Dio amorevole manderebbe le persone all'inferno. Credo solo che tutte le persone sincere siano salvate, qualunque cosa credano.
2. Se qualcuno contesta tali sentimenti vengono etichettati come un odiatore e un bigotto che è troppo giudicante. Dal momento che nessuno vuole essere conosciuto come un bigotto e un odiatore, c'è una vera pressione contro di noi per sostenere o annacquare la verità della Parola di Dio, la Bibbia.
2. Viviamo in un'epoca in cui la comprensione accurata di chi è Gesù, perché è venuto e quale messaggio ha predicato (secondo la Bibbia) è più importante che mai. Questo è l'unico modo in cui tu e io saremo in grado di resistere alla pressione di abbandonare i fondamenti della fede cristiana.
un. In alcuni ambienti cosiddetti "cristiani", le persone hanno riformulato la morte di Cristo da una morte sacrificale e sostitutiva per peccato a quella di un martire. Dicono che l'idea di Dio Padre che sacrifica il suo unico Figlio su una croce sanguinante equivale a un abuso cosmico di minori.
b. Ciò mostra un completo fraintendimento della vera condizione dell'uomo al di fuori di Dio e di ciò che è necessario per porre rimedio a tale condizione.
1. Tutti gli uomini sono colpevoli di peccato davanti a un Dio santo e la giusta e giusta pena per il nostro peccato è continuata ed eterna separazione da Dio.
2. Eb 9: 22 — Senza lo spargimento di sangue non c'è remissione o cancellazione dal peccato. "Non vi è né liberazione dal peccato e dalla sua colpa né la remissione della pena dovuta e meritata per il peccato" (Amp). Non c'è altro modo di conciliare un Dio santo con uomini peccatori. La vita nel sacrificio fornisce la vita a chi ripone fede nel sacrificio (Lev 17:11, lezioni per un altro giorno).
A. Dio, nel suo amore, ha escogitato un modo per affrontare la nostra condizione e rimediarla attraverso la Croce di Cristo. Gesù è l'unica via per la salvezza perché è l'unico qualificato a fare quel tipo di sacrificio - e l'ha fatto, ma tu devi accettarlo.
B. Giovanni 3: 36 — In caso contrario, l'ira di Dio risiede su di te e dovrai affrontare l'ira di Dio (separazione eterna da Lui) quando lasci il tuo corpo alla morte.
3. La Parola di Dio è un fatto oggettivo e una verità assoluta. Non dipende da come ci sentiamo o cosa pensiamo. Dipende da una verità storicamente verificabile: Gesù Cristo risuscitò dai morti e spezzò il potere del peccato e della morte su di noi (I Cor 15, 55-57). In tal modo, ci ha liberato dall'ira che verrà. Molto di più la prossima settimana!