GLORIFY DIO ATTRAVERSO I TUOI LAVORI

Scarica PDF
CONSEGNATO DALLA GRANA DI DIO
PUNIZIONE ETERNA
WRATH POST-CROSS
LA VERA GRAZIA
GRAZIA E OPERE
GLORIFY DIO ATTRAVERSO I TUOI LAVORI
LA LEGGE DEL SIGNORE
DIO NON È MAD A TE
LA LEGGE EI CRISTIANI

1. Queste condizioni si stanno già affermando mentre il mondo abbandona sempre più l'etica giudaico-cristiana e la Bibbia viene cancellata come un libro di miti sessisti obsoleto, bigotto.
un. Il vangelo di Gesù Cristo viene modificato e la Sua persona e il suo lavoro (chi è e perché è venuto sulla terra) sono stati travisati come mai prima d'ora, anche da coloro che professano di essere cristiani.
b. Pertanto, ci prendiamo del tempo per esaminare Chi è Gesù, perché è venuto in questo mondo e il messaggio che ha predicato, secondo la Bibbia, in modo da essere protetti dall'inganno.
1. Nelle ultime settimane ci siamo concentrati sul fatto che negli ultimi anni c'è stata una grande esplosione nell'insegnamento della grazia nella Chiesa. Mentre alcuni sono buoni, molti sono inesatti e hanno portato a conclusioni errate tratte da coloro che non hanno familiarità con la sana dottrina biblica. In alcuni ambienti, la grazia è diventata una scusa per la vita peccaminosa.
2. Non possiamo affrontare ogni affermazione errata fatta sulla grazia. Ma possiamo guardare al vero messaggio di grazia presentato nella Bibbia per aiutarci a riconoscere meglio l'insegnamento impreciso.
2. Ci sono molti malintesi collegati alle parole opere e grazia. La gente dice che, poiché ora siamo sotto la grazia, non ci sono opere che dobbiamo fare. In effetti, alcuni dicono, se qualcuno ti dice che, come cristiano, ci sono cose che devi fare, stanno cercando di rimetterti sotto la Legge. Non farlo!
un. Nell'ultima lezione, abbiamo iniziato ad esaminare cosa significano le parole grazia e opere secondo il Nuovo Testamento. (Arriveremo alla Legge in una lezione imminente.)
1. Opere significa un'azione o un atto o qualcosa che fai. Grazia significa favore o buona volontà. La grazia è usata per il favore immeritato e immeritato che Dio mostra nel salvarci dal peccato attraverso la Croce.
2. Quando le opere e la grazia sono unite insieme, vediamo questo contrasto: siamo salvati dal peccato dalla grazia di Dio e non dalle nostre stesse opere o sforzi. Ef 2: 8-9; Tito 3: 5; II Tim 1: 9
b. Siamo tutti colpevoli di peccato davanti a un Dio santo e meritiamo l'eterna separazione da Lui. Non vi è alcuno sforzo, nessuna azione - nessuna opera che possiamo fare - che rettificherà la nostra condizione e situazione. Dio onnipotente, motivato dall'amore, ha scelto di trattare con noi con grazia e di fare per noi ciò che non possiamo fare per noi stessi: salvarci dal nostro peccato attraverso il sacrificio di Cristo sulla Croce.
3. Ma non è tutto ciò che il Nuovo Testamento dice Tito 2: 14: Gesù si è donato per riscattarci da ogni iniquità e purificarsi un popolo peculiare (il suo stesso possesso), zelante di buone opere. Le opere fanno parte della vita cristiana, non come mezzo per guadagnare o meritare la benedizione o l'aiuto di Dio, ma come espressioni esteriori di cambiamenti interiori. Continuiamo la nostra discussione in questa lezione.

1. Quando il primo uomo (Adamo) peccò, fu colpita l'intera razza umana residente in lui. Gli uomini divennero peccatori per natura (Rm 5:19; Ef 2: 3). Un santo Dio non può avere peccatori come figli e figlie. Ma Gesù è venuto a pagare il prezzo per il peccato in modo che possiamo essere ripristinati al nostro scopo creato.
un. Quando una persona riconosce Gesù come Salvatore e Signore Risorto, il potere purificatore del Suo sangue cancella il debito che dobbiamo per i nostri peccati e ci redime o ci libera dalla giusta pena del nostro peccato.
1. Questa purificazione ci fornisce più che la cancellazione dell'ardesia cancellando il registro dei nostri peccati, anche se certamente lo fa. Col 2:14
2. Una volta che siamo giustificati (dichiarati non colpevoli di peccato), apre la strada allo Spirito Santo per trasformare i peccatori in figli attraverso la rigenerazione o la nuova nascita. Tito 3: 5; Giovanni 3: 3-5 (illuminato: nato dall'alto)

b. Quando crediamo in Gesù, riceviamo la vita da Dio: la vita eterna. La vita eterna non è la vita "vivi per sempre". Tutti gli umani hanno già una vita "per sempre", nel senso che nessuno di noi cessa di esistere alla morte. Ogni essere umano vive per sempre. L'unica domanda è dove: in paradiso o all'inferno.
1. La vita eterna è la vita di Dio, la vita non creata in Dio. L'ingresso di questa vita rigenera (dà vita a) il nostro spirito umano morto (Ef 2: 1) e trasforma la nostra natura da peccatore a figlio.
2. I Giovanni 5: 1; Giovanni 1: 12-13 — Siamo letteralmente nati da Dio e diventiamo partecipi della sua vita e natura: e diventiamo partecipi (partecipi) della natura divina (II Pet 1: 4, Amp). (La natura è la stessa parola di Ef 2: 3; da una parola che significa la costituzione di una persona, Dizionario di Vine).
3. In Ef 4 Paolo esortava i cristiani a assicurarsi che i cambiamenti interiori si manifestassero all'esterno (lezioni per un altro giorno). In tal modo, ci dà un'idea della nostra nuova natura. Ef 4: 24— E indossa la nuova natura (il sé rigenerato) creata a immagine di Dio (divina) nella vera giustizia e santità (Amp); che è creato per assomigliare a Dio, con la giustizia e la santità che scaturiscono dalla Verità (XX sec.); che è stato creato per essere come Dio (Beck).
2. Attraverso la nuova nascita siamo uniti alla vita in Dio, alla vita in Gesù. Abbiamo unione con Cristo.
un. In Giovanni 3:16, le parole "credere in lui" hanno l'idea di credere in lui. Quando crediamo in Gesù, lo Spirito Santo unisce il nostro spirito con la vita in Gesù: la vita eterna. 5 Giovanni 11: 12-XNUMX
b. Il Nuovo Testamento usa immagini di tre parole per aiutarci a capire la nostra relazione con Gesù: vite e ramo (Giovanni 15: 5); testa e corpo (Ef 1: 22-23); marito e moglie (Ef 5, 25-32). Tutti raffigurano l'unione e la vita condivisa.
1. Questa unione con Cristo attraverso l'ingresso della vita eterna mediante il potere dello Spirito Santo è ora la base della nostra identità: siamo figli e figlie di Dio, nati da Lui.
2. I Cor 1: 30 — Ma tu, dalla tua unione con Cristo Gesù, sei la progenie di Dio; e Cristo, per volontà di Dio, divenne non solo la nostra saggezza, ma anche la nostra giustizia, la nostra santità, la nostra liberazione (XX sec.)
c. Vediamo la frase "in Cristo" usata ripetutamente nel Nuovo Testamento, specialmente nelle epistole di Paolo. Può essere e, in molte traduzioni, è giustamente tradotto "in unione con".
1. Atti 9: 1-6 — Quando Gesù apparve a Saulo (che divenne Paolo), fu un ardente persecutore di cristiani. Le prime parole di Gesù a Paolo furono: Perché mi perseguiti (v4). Gesù è consapevole della nostra unione con Lui, anche se non lo siamo.
2. Gesù apparve a Paolo diverse volte dopo questo e insegnò personalmente all'apostolo il messaggio che predicava (Atti 26:16; Gal 1: 11-12).
A. Col 1: 25-28: Gesù incaricò in modo specifico Paolo di predicare questa parte precedentemente non rivelata del piano di Dio per la Sua famiglia: Cristo in te attraverso la vita condivisa. È così che il Dio Infinito ha scelto di interagire con gli esseri umani finiti.
B. Il piano di Dio era ed è di abitarci con la sua vita, con il suo Spirito. Sei così purificato dal sangue di Gesù che Dio ora può dimorare. E sei così trasformato interiormente che può chiamarti suo figlio.
C. Il piano di Dio era ed è di abitarci con la sua vita, con il suo Spirito. Cristo in noi è la nostra speranza di gloria, la base su cui possiamo aspettarci una restaurazione piena e completa di ciò che Dio ha sempre voluto che fossimo (più su questo in un momento).
3. Gesù è il modello per la famiglia di Dio. Rom 8: 29 — Per coloro che ha preconosciuto — di cui era consapevole e amato in anticipo — Dedicò anche fin dall'inizio (preordinandoli) ad essere modellato nell'immagine di Suo Figlio [e condividendo interiormente la Sua somiglianza], affinché potesse diventare il primogenito tra molti fratelli (Amp).
un. Gesù non è venuto all'esistenza nel grembo di Maria. È sempre esistito perché è Dio. Alla sua incarnazione, ha assunto una natura completamente umana. Gesù è Dio che diventa uomo senza cessare di essere Dio. È l'uomo-dio. Giovanni 1: 1; Giovanni 1:14
1. Mentre era sulla terra, Gesù non visse come Dio. Mise da parte i suoi diritti e privilegi come Dio e visse come un uomo in dipendenza da Dio come suo Padre. Giovanni 5:26; Giovanni 14:10; Atti 10:38; eccetera.
2. In tal modo, è diventato il nostro esempio di come appaiono i figli di Dio e di come vivono. 2 Giovanni 6: XNUMX
A. Essere conformi all'immagine di Cristo non significa che diventiamo Gesù. Significa che diventiamo come Gesù nella sua umanità, come Lui nel carattere e nella potenza, nella santità e nell'amore. B. Diventiamo i figli e le figlie che Dio ha sempre voluto che fossimo - pienamente glorificanti, completamente graditi a Lui in ogni pensiero, parola e azione - in tutte le nostre opere.
c. Sei stato creato per esprimere tuo Padre attraverso le tue opere (le tue azioni) proprio come fece Gesù (Giovanni 9: 4; Giovanni 10:25; 32; 37; ecc.). Le opere fanno parte della vita cristiana, non come mezzo per guadagnare o meritare l'aiuto e la benedizione di Dio, ma come espressione esteriore di cambiamenti interiori. Le opere sono separate dal nostro scopo creato, dal nostro destino.
1. Ef 2: 10 — Dio ha ordinato o pianificato prima di creare sulla terra ciò che avremmo vissuto in un modo particolare — un modo che lo esprime e lo glorifica. È attraverso la grazia di Dio (dono) della salvezza che siamo diventati la Sua opera, creata attraverso la nostra unione con Cristo per (letteralmente) per le buone opere.
2. Ef 2: 10: crearci attraverso la nostra unione con Cristo Gesù per la vita di bontà che Egli ci ha predestinati a vivere (velocità della merce); come si è preparato in anticipo per essere l'occupazione delle nostre vite (Knox).
3. Le nostre opere hanno lo scopo di portare gloria a Dio. Matt 5: 16 — Lascia che la tua luce risplenda davanti agli uomini in modo che possano vedere la tua eccellenza morale e le tue lodevoli, nobili e buone azioni, e riconoscere, onorare, lodare e glorificare il Padre tuo che è nei cieli. (Amp)

1. La nuova nascita è l'inizio di un processo che alla fine trasformerà ogni parte dell'essere e li ripulirà completamente dalla corruzione (lezioni per un altro giorno).
un. In questo momento, ci viene chiesto di portare il nostro corpo e la nostra anima sotto il controllo della nostra nuova natura, presentando i nostri corpi a Dio e rinnovando la nostra mente (Rom 12: 1-2). Queste sono lezioni per un altro giorno. Ma considera diversi pensieri.
1. Gesù si è consegnato fino alla morte sulla Croce - non per rendere giusto peccare o ripararlo in modo che Dio non sia più infastidito dal nostro peccato - ma per rimuoverlo completamente e i suoi effetti da ogni parte del nostro essere.
2. Tito 2: 11-12: la grazia di Dio che porta la salvezza ci insegna: dire "No" alla empietà e alle passioni terrene e vivere una vita autocontrollata, retta e divina in questa epoca attuale. (NIV)
R. Dobbiamo scegliere o esercitare la nostra volontà e arrenderci a Lui come Signore e Maestro. Dobbiamo sapere che ora abbiamo il potere di vivere vite divine dalla presenza interiore di Dio mediante il Suo Spirito e la sua vita. dobbiamo ricevere istruzioni dalla Sua Parola su come dovremmo vivere.
B. II Cor 3: 18 — E tutti noi, come con il volto svelato, [perché abbiamo] continuato a vedere [nella Parola di Dio] come in uno specchio la gloria del Signore, siamo costantemente trasfigurati nel Suo stesso immagine in splendore sempre crescente e da un grado di gloria ad un altro; [per questo viene] dal Signore [Chi è] lo Spirito. (Amp)
b. Abbiamo bisogno dell'aiuto di Dio in noi (Cristo per il suo Spirito e la sua vita) e abbiamo bisogno della direzione della Parola di Dio su come dobbiamo vivere ora che siamo figli di Dio. Considera queste affermazioni.
1. II Tess 2: 13 — Fin dall'inizio Dio ha scelto te per essere salvato mediante la santificazione dello Spirito e la fede nella verità. (NIV). Gesù si è dato per santificare la chiesa (Ef 5:26). Santificare significa purificare e purificare.
2. I Tess 4: 3 — Perché questo è lo scopo (volontà) di Dio, che tu debba essere puro (XX sec.); separati e messi a parte per la vita pura e santa (Amp).
A. Paolo aveva già esortato queste persone a camminare degne del Signore (I Tess 2:12). Degno significa appropriatamente.
B. Nel contesto di un elenco di cose specifiche (comportamenti) che dovevano e non dovevano fare (opere) Paolo chiarì che la volontà di Dio per loro (e noi) era ed è separazione dal male.
3. I Tess 5: 23 — Questo è un saluto, ma una preghiera — che sarebbero purificati o santificati in ogni parte del loro essere: progressiva santificazione. Ha a che fare con opere o azioni mentre impari a vivere e ad agire in modo simile a Cristo - nel pensiero, nella parola e nell'azione.
2. Attraverso la nuova nascita siamo santi in natura ma non ancora completamente santi in azione (opere). Ma quello dovrebbe essere il nostro obiettivo. Abbiamo terminato i lavori in corso: pienamente figli e figlie di Dio, ma non ancora completamente conformi all'immagine di Cristo in ogni parte del nostro essere. 3 Giovanni 2: XNUMX
un. A causa del dono di Dio (grazia) della salvezza attraverso Cristo, siamo santificati. Eb 10: 10 — E secondo questa volontà [di Dio] siamo stati resi santi (consacrati e santificati) attraverso l'offerta fatta una volta per tutte il Corpo di Gesù Cristo. (Amp)
1. Eb 10: 14 — Poiché con un'unica offerta ha perfezionato per sempre coloro che sono santificati. (Berkeley). Si noti che è in corso una parte finita e una parte.
2. Mezzi perfetti per completare, per realizzare. Ha l'idea di rendere perfetto raggiungendo l'obiettivo previsto o per portare a termine. Ora sei un santo, giusto figlio di Dio. E il processo di conformità a Lui sarà completato man mano che rimani fedele a Lui.
b. Pecchiamo ancora perché non siamo ancora pienamente conformi all'immagine di Cristo. Ma il peccato non rompe la nostra unione con Lui. (Discuteremo tutto questo in modo più dettagliato nelle lezioni successive.)
1. Se il desiderio del tuo cuore è di compiacere Dio, allora puoi essere certo che Colui che ha iniziato una buona opera in te lo completerà. Fil 1: 6
2. Ciò che fai non cambia ciò che sei. Ma ciò che sei (un santo e giusto figlio di Dio) alla fine cambierà ciò che fai.
3. Se il tuo peccato ti disturba (anche se a volte può essere abbastanza spiacevole), è un'indicazione che il tuo cuore è diverso. Sei stato reso nuovo all'interno.
3. Consideriamo un'altra affermazione alla chiusura. Gesù ha assunto la carne (è diventato pienamente uomo) in modo che potesse identificarsi con noi e morire al posto nostro per i nostri peccati. In quel contesto Paul ha fatto una dichiarazione straordinaria.
un. Eb 2: 11 — Sia per Colui che li sta purificando sia per quelli che sono stati purificati tutti scaturiscono da un solo Padre, quindi non si vergogna di chiamarli fratelli (Williams); sono tutti uno; tutti hanno un solo Padre (Conybeare); sono tutti di uno stock (NEB); appartengono tutti a una famiglia (base); sono tutti di un'origine (Moffatt)
b. Per questo motivo non si vergogna di parlarne come fratelli (Weymouth); possederli come suoi fratelli (Knox; non si restringe dal chiamare gli uomini suoi fratelli (NEB).