PUNIZIONE ETERNA

Scarica PDF
CONSEGNATO DALLA GRANA DI DIO
PUNIZIONE ETERNA
WRATH POST-CROSS
LA VERA GRAZIA
GRAZIA E OPERE
GLORIFY DIO ATTRAVERSO I TUOI LAVORI
LA LEGGE DEL SIGNORE
DIO NON È MAD A TE
LA LEGGE EI CRISTIANI

1. Gesù predisse che proprio prima del suo ritorno ci sarebbero stati molti inganni religiosi, inclusi falsi profeti e messia. Matt 24: 4-5; 11; 23-24
un. Poiché la Bibbia è la nostra protezione contro l'inganno, ci prendiamo del tempo per esaminare ciò che dice di Gesù: chi è, perché è venuto e cosa ha predicato (il vangelo o la buona notizia). Nelle ultime settimane ci siamo concentrati sul fatto che non possiamo apprezzare appieno la buona notizia (il Vangelo) a meno che non conosciamo prima la cattiva notizia.
1. Tutti gli esseri umani sono colpevoli di peccato davanti a un Dio santo e di conseguenza meritano l'ira di Dio contro di loro per il loro peccato.
2. L'ira o la punizione di Dio è l'eterna separazione da Lui. Gesù è l'unica via di fuga dalla nostra colpa e da questa imminente distruzione. Rom 3:23; Rom 1:18; Giovanni 14: 6; Atti 4:12; eccetera.
b. Sta diventando sempre più comune ascoltare i cosiddetti "cristiani" sfidare l'idea della punizione eterna, dichiarando che tutte le persone sono salvate indipendentemente da ciò in cui credono. E un Dio amorevole non manderebbe mai nessuno all'inferno per l'eternità.
1. Coloro che aderiscono a ciò che dice la Bibbia sul peccato, l'ira, il giudizio, la punizione e l'inferno vengono sempre più etichettati come intolleranti odiatori, giudici e bigotti.
2. La pressione è sui veri cristiani affinché sostengano dalle verità della Parola di Dio. Se mai c'è stato un tempo per sapere in cosa credi e perché, è ora.
c. In questa lezione continueremo a parlare dell'ira di Dio e di come la conoscenza critica della "cattiva notizia" sia apprezzare e comprendere la buona notizia del vangelo di Gesù Cristo.
2. Questo mondo non è come dovrebbe essere. Né l'umanità né la terra sono come Dio intendeva. Entrambi sono stati danneggiati dal peccato e infusi con una maledizione di corruzione e morte. Sono brutte notizie.
un. Gesù venne in questo mondo per affrontare e sradicare il problema principale: il peccato che ha provocato la morte. Questa è una buona notizia. Eb 9:26; II Tim 1: 9-10
1. Il salario del peccato è la morte (Rm 6:23). La morte è più della morte fisica. La morte è separazione da Dio che è la vita - separazione in questa vita e nella vita a venire (Isa 59: 2).
2. Dio creò gli esseri umani come relazione. Ci ha creati con l'intenzione che saremmo diventati Suoi figli e figlie attraverso la fede in Cristo (Ef 1: 4-5). Ma il peccato ci ha squalificato dal nostro scopo creato.
A. Dio, che è santo (separato da ogni male), giusto (giusto) e giusto (fa ciò che è giusto), ha l'ira contro il peccato. La sua ira è un'espressione di giustizia o una somministrazione di giustizia.
B. È giusto e giusto punire il fare sbagliato. Per essere fedele a se stesso e alla sua natura, Dio non può ignorare o trascurare il peccato. La sua ira deve essere espressa e il peccato deve essere punito. Non può liberare gli uomini colpevoli dal peccato. Es 23: 7; Prov 17:15; Prov 24:24; Naum 1: 3
b. Poiché Dio non ha fatto in modo che gli uomini peccassero o per Lui, il suo obiettivo dalla caduta dell'uomo non è stato quello di punire il peccato, ma piuttosto di rimuoverlo in modo che la Sua creazione potesse essere ripristinata a ciò che aveva pianificato fin dall'inizio: una famiglia di , figli e figlie giusti.
1. Dio onnipotente ha escogitato un piano per esprimere la sua ira verso il peccato, essere fedele alla sua giusta, giusta natura e rimuovere il peccato senza che noi fossimo distrutti o separati eternamente da Lui.
2. Gesù prese carne, nacque in questo mondo e andò sulla croce per noi come noi per essere puniti per il nostro peccato. L'ira giusta e giusta che avrebbe dovuto andare da noi per il nostro peccato è andata a Gesù nostro Sostituto. Isa 53: 4-6; II Cor 5:21; eccetera.
c. La giusta ira di Dio verso il peccato è stata espressa, ma tu devi ricevere quell'espressione affinché la sua ira sia rimossa da te. Lo ricevi riconoscendo Gesù come Salvatore e piegando il ginocchio a Lui come Signore. Giovanni 3: 16-18
1. Giovanni 3: 36 — Se una persona non ha ricevuto Cristo e il Suo sacrificio, allora l'ira di Dio rimane o rimane su di loro. Ciò non significa che Dio ora abbia a che fare con queste persone in collera. Li tratta con misericordia e dà loro una vita per pentirsi mentre mostra loro gentilezza e dà loro una testimonianza di se stesso. II animale domestico 3: 9; Luca 6:35; Matt 5:45; Atti 14: 16-17; Rom 1:20; eccetera.
2. Se non rispondono alla sua testimonianza, quando lasciano questa terra si troveranno ad affrontare l'ira di Dio: la sua giusta espressione e la giusta risposta al loro peccato. Non avranno mai vita. Sperimenteranno la morte eterna o la separazione eterna da Lui. Questa è l'ira di Dio.
3. Oggi è sempre più comune sentire la gente dire che ci sono molti percorsi verso Dio, e fintanto che sei sincero, non importa davvero in cosa credi. Non è vero. Gesù stesso disse: Io sono la Via, la Verità e la Vita. Nessun uomo viene al Padre se non attraverso (attraverso) Me. Giovanni 14: 6
un. Quando capisci cosa fece Gesù attraverso la croce - soddisfacendo la giustizia divina contro di noi per il nostro peccato - allora la sua affermazione ha perfettamente senso. Nessuno può essere liberato dalla giusta e giusta pena per il proprio peccato (eterna separazione da Dio) senza lo spargimento di sangue. Eb 9:22
b. Come Dio-uomo, Gesù è l'unico qualificato a fare questo sacrificio. Ce l'ha fatta, ma devi accettarla. Non c'è altra via d'uscita dalla morte eterna nella vita eterna se non attraverso Gesù.

1. Tutti gli esseri umani hanno una porzione interiore (spirito e anima) e una porzione esteriore (corpo fisico). Alla morte le parti interne ed esterne si separano. Il corpo ritorna in polvere e l'uomo interiore passa in un'altra dimensione: il Paradiso o l'Inferno, a seconda della loro risposta a Gesù in questa vita.
un. Matt 8:12; Luca 16: 24 — Nel Nuovo Testamento, l'inferno è descritto come un luogo di tormento infuocato, oscurità, pianto e digrignamento dei denti. Nota che alcune delle descrizioni dell'Inferno sembrano contraddittorie. È descritto come un luogo di oscurità, ma c'è il fuoco che fornisce luce.
1. Le descrizioni dell'Inferno hanno lo scopo di enfatizzare il punto che le condizioni sono il risultato dell'essere tagliati fuori da Dio, formano tutta la vita e la luce, da ogni pace e gioia.
2. Hanno lo scopo di enfatizzare la permanenza e l'infinito dell'inferno. Questo è il punto.
b. Luca 16 — Gesù diede un resoconto di due uomini che morirono all'incirca nello stesso momento. Un uomo andò all'inferno. Si noti che l'uomo all'inferno lo ha definito un luogo di tormento. V23; 24; 25; 28
1. Per il tormento vengono usate due parole greche. Uno significa tortura; l'altro significa soffrire: v23, 28 —Questo luogo di sofferenza (Knox), di dolore (Base), di miseria (Norlie); v24,25— Sto soffrendo l'agonia (XX sec.); in angoscia (ASB).
2. Qual è il tormento e la sofferenza dell'inferno? Le persone si mettono nei guai quando prendono versi che descrivono troppo l'inferno e provano a dipingere un quadro vivido di ciò che è (demoni che tormentano gli uomini).
A. Gesù venne a cercare e salvare i perduti e morì in modo che gli uomini non morissero (Luca 19:10;
Giovanni 3:16). Perire e perdere sono la stessa parola greca. Significa distruggere o rovinare. B. Non c'è rovina più grande di cui perdersi per sempre, tagliato fuori dal tuo scopo creato - filiazione e relazione con Dio Onnipotente - e tu lo sai. Questo è l'inferno.
2. Sia il Paradiso che l'Inferno sono luoghi di dimora temporanei. Dio non ha mai voluto che gli umani vivessero come spiriti disincarnati in un regno immateriale. In connessione con la seconda venuta di Gesù:
un. Tutti coloro che sono in cielo torneranno sulla terra e si ricongiungeranno con i loro corpi attraverso la risurrezione dei morti, per vivere di nuovo sulla terra, questa volta per sempre. Dio rinnoverà la terra e rimuoverà ogni traccia di corruzione e morte. Il cielo e la terra saranno insieme. 15 Cor 20: 21-52; 53-21; Apoc 1: XNUMX; eccetera.
b. Tutti coloro che andarono all'inferno saranno rimossi dall'Inferno e limitati a ciò che la Bibbia chiama il lago di fuoco o la seconda morte. Apoc 20: 12-15
1. Gesù diede diversi fatti su questa seconda morte in Matteo 25:41; 46. ​​È separazione da Dio. È eterno. È stato creato per il diavolo e i suoi angeli. È un luogo di punizione.
2. La punizione deriva da una parola che significa inflizione penale. Le parole punire, punire, punizione sono usate nove volte nel Nuovo Testamento.
R. Si riferisce a Dio che punisce le persone quattro volte. Matt 25:46; II Tess 1: 9; Eb 10:29; II animale domestico 2: 9
B. Tutti e quattro i versetti si riferiscono a persone che hanno rigettato Gesù Cristo e il Suo sacrificio e tre di loro lo collegano direttamente alla seconda venuta di Gesù.
C. La massima espressione dell'ira di Dio verso l'umanità peccaminosa è l'eterna separazione da Lui e l'esclusione dal Suo regno nella seconda morte. Apoc 2:11; Apoc 20: 6; Apoc 21: 8
3. Sta arrivando un Giorno di giudizio e ira, non un giorno di 24 ore, ma un tempo per amministrare la giustizia o il giudizio in relazione alla Seconda Venuta di Gesù. (molte lezioni per un'altra volta)
un. Considera cosa accadrà alla fine a tutti coloro che nel corso della storia umana hanno rifiutato il Signore Gesù Cristo e la salvezza che Egli ha fornito attraverso la sua morte, sepoltura e risurrezione.
1. II Tess 1: 7-9: quando il Signore Gesù apparirà dal cielo, verrà con i suoi potenti angeli, nel fuoco fiammeggiante, portando giudizio su coloro che si rifiutano di obbedire alla Buona Novella (vangelo) del Signore Gesù. Saranno puniti con l'eterna distruzione, separati per sempre dal Signore e dal suo glorioso potere (NLT).
2. La parola greca tradotta portando il giudizio (vendetta nel KJV) significa eseguire giustizia o eseguire una sentenza. Punito deriva da una parola che significa pagare un prezzo o una penalità.
b. Le persone che rifiutano il sacrificio di Cristo per i loro peccati non vedono mai la vita in questa vita o nella vita a venire. Vivono questa vita separata da Dio e continueranno nella loro separazione da Dio per l'eternità. Questo è l'inferno e la seconda morte.
1. II Tess 1: 9 chiama la loro condanna è la distruzione. Ciò non significa che vengano distrutti. L'idea è che sono rovinati. È la stessa parola greca usata in Giovanni 3:16 e Luca 19:10.
2. Gli uomini fatti a immagine di Dio, creati per la filiazione e la relazione con Dio, a causa del loro rifiuto volontario di Gesù, subiranno l'eterna rovina; il loro destino è incompiuto e loro lo sanno.
4. Le persone lottano con l'idea dell'inferno e della seconda morte perché pensiamo: "Non è giusto!" Ma considera questi punti. L'inferno riguarda la giustizia.
un. L'inferno riguarda la giustizia. Comprendiamo la giustizia quando viene commesso un crimine orribile. Se Charles Manson fosse “liberato” per i suoi crimini, saremmo oltraggiati perché “non è giusto!”, A meno che Manson non sia un parente (nostro fratello o figlio). Quindi lo guarderemmo emotivamente e cercheremmo circostanze attenuanti.
1. Viviamo in una cultura che ottiene sempre più informazioni sulla realtà da ciò che la gente sente. La verità assoluta e oggettiva viene sostituita da sentimenti relativi e soggettivi, persino nella chiesa. Dobbiamo stare attenti a questa tendenza perché ci porterà all'errore e all'inganno.
2. Il problema non è: come ti senti a riguardo? Il problema è: cosa dice la Bibbia? Cosa dice Dio Onnipotente al riguardo? La giustizia è cieca. Ciò significa che è soddisfatto secondo la legge e non secondo le emozioni.
b. L'inferno consiste nel rimuovere dalla creazione di Dio tutto ciò che fa male, danneggia e distrugge. Tutto il dolore e la sofferenza in questo mondo sono dovuti direttamente o indirettamente al peccato e alla ribellione dell'uomo. L'unico modo per portare pace e felicità permanenti in questo mondo è rimuovere il problema alla radice.
1. Uomini e donne ribelli possono volontariamente sottomettersi al dominio del legittimo re della terra ed essere purificati e trasformati dal suo potere dai peccatori in figli, oppure possono essere per sempre rimossi dal contatto con Dio e la sua famiglia.
2. In Matteo 13 Gesù raccontò una parabola sul grano (figli del regno) e sulla zizzania (figli del malvagio).
A. v40-43 — Quando i Suoi discepoli chiesero una spiegazione, disse loro che era un quadro di ciò che accadrà alla sua seconda venuta. Gli angeli di Dio rimuoveranno tutte le cose che offendono. La parola offesa significa una trappola, per invogliare al peccato. Rimuoveranno coloro che fanno l'iniquità. La parola significa violatori della legge, lavoratori dell'iniquità.
B. Perché questo accadrà? Numero uno, è giusto. Numero due, produrrà e assicurerà la pace e la giustizia nel regno eterno di Dio su questa terra. Apoc 11:18
C. Diciamo: come potrebbe un Dio amorevole creare l'Inferno e mettere le persone lì? Ma ce l'abbiamo al contrario: come potrebbe non rimuovere dalla sua famiglia tutto ciò che fa male e fa male?
c. Sì, ma che dire degli indigeni nella giungla o dei musulmani o dei buddisti che non hanno mai sentito parlare di Gesù? Come può un Dio amorevole mandarli all'Inferno quando non hanno mai nemmeno sentito parlare di Gesù?
1. Dio non "manda nessuno all'inferno". I peccati della gente li mandano all'inferno. Il loro rifiuto di Gesù li manda all'inferno. II animale domestico 2: 1
2. Potremmo fare intere lezioni su questo punto. Dio si prende cura di quelle persone più di te o di me. Conosceva ognuno di loro in Adamo e nel grembo materno. Conosce tutti i loro nomi e sa quanti peli hanno in testa. È perfettamente presente con ognuno di loro ed è stato per tutta la vita. Atti 17:27
A. Dio ha dato loro una testimonianza di se stesso attraverso la sua creazione alla quale possono rispondere. Dà loro la testimonianza di coscienza. Ogni cultura conosciuta ha uno standard di giusto e sbagliato. Fa parte dell'immagine di Dio che gli uomini portano ancora anche nelle nostre condizioni di caduta.
Rom 1:20; Rom 2: 14-15
B. Tito 2:11 dice che la grazia di Dio è apparsa a tutti gli uomini. Giovanni 1: 9 ci dice che Gesù illumina ogni uomo che viene al mondo. Nessuno lascia questa terra senza abbastanza luce per rispondere alla grazia di Dio attraverso Gesù.
d. Gesù no, pensa che l'inferno sia ingiusto. In effetti, come abbiamo visto, quando tornerà, amministrerà l'ira di Dio, l'ultima risposta giudiziaria di Dio, agli uomini malvagi.
1. La punizione futura per i malvagi è menzionata in qualche modo da ogni autore del Nuovo Testamento. Gesù parlava più dell'inferno di quegli uomini.
A. Due parole greche sono tradotte Inferno nel Nuovo Testamento: ade e gehenna. Negli anni precedenti alla nascita di Gesù, la gehenna venne usata come immagine del giudizio finale o della destinazione finale dei malvagi.
1. Il nome gehenna deriva dalla valle di Hinnom, una vera valle situata a sud di Gerusalemme. Era noto per i suoi rituali pagani, in particolare i sacrifici di bambini al dio Molec. I Re 11: 7; II Re 23:10
2. Il re Giosia lo convertì in un luogo di abominio dove furono gettati e bruciati cadaveri. Ai tempi del Nuovo Testamento la spazzatura veniva bruciata lì. II Re 23:10
B. Tutti tranne un riferimento alla gehenna (Giacomo 3: 6) provenivano da Gesù (Matteo 5:22; 10:28; 18: 9; 23: 15; 33; Marco 9: 43; 45; 47; Luca 12: 5 ; 16:23).
2. Se mai c'è stato un tempo per conoscere Gesù mentre viene rivelato nel Nuovo Testamento, è ora. R. Non solo la Bibbia ci aiuta a capire perché la punizione eterna è giusta e giusta, ma ci mostra il carattere di Dio. Dio non ha mai e non farà mai del male a nessun uomo.
B. Non possiamo lasciare che ciò che non sappiamo ancora sul piano di Dio per l'umanità minare ciò che sappiamo. Deut 29:29