PREDISCI LA CROCE DA TE

Il potere della croce
Vivi nel potere della croce
Predica la croce a te stesso
La croce buona e cattiva

1. È nella predicazione della Croce che troviamo il potere di Dio.
un. La croce è un termine inclusivo per la morte, la sepoltura e la risurrezione di Cristo. 15 Cor 1: 4-XNUMX
b. Dio ha soddisfatto e provveduto a ogni bisogno umano - spirituale e fisico - attraverso la Croce.
2. Quando diciamo di provvedere e soddisfare ogni esigenza umana, intendiamo due cose.
un. Dio ha già detto di sì per soddisfare tali bisogni.
1. La Croce era / è la volontà di Dio. Tutto ciò che viene fornito attraverso la Croce è un'espressione della volontà di Dio.
2. Se Dio lo ha fornito, se ne è preso cura, attraverso la Croce, gli ha già detto di sì. Quindi puoi essere fiducioso che è la Sua volontà per te in quella zona.
3. II Cor 1: 20 - È il sì pronunciato sulle promesse di Dio, a ciascuno di loro. (NEB); Rom 8:32
b. Ora hai il diritto a tutto ciò che Dio ha fornito attraverso la Croce.
1. Il piano di Dio per l'uomo è sempre stato la filiazione e la benedizione, ma il peccato lo ha reso impossibile dal punto di vista legale.
2. Dio non può fare figli dei peccatori, né può benedirli. La giustizia chiede che siano puniti.
3. Tuttavia, Dio ha affrontato legalmente te e il tuo peccato punendoti attraverso la persona del tuo sostituto sulla Croce, Gesù Cristo.
4. Ora Dio può legalmente farti suo Figlio e darti tutte le benedizioni di accompagnamento della filiazione.
5. Quando diciamo "hai diritto alla filiazione e alle benedizioni", non stiamo dicendo che stai chiedendo qualcosa a Dio. Stai semplicemente riconoscendo ciò che Egli ha già fornito e accettandolo.
6. Giovanni 1:12 - Ma a tutti quelli che lo hanno ricevuto e accolto, ha dato l'autorità [potere, privilegio, diritto] di diventare figli di Dio ... (Amp)
3. Queste benedizioni e disposizioni della Croce non entrano automaticamente in vigore nella nostra vita.
un. Dio li ha provvisti e, per quanto lo riguarda, ogni nostro bisogno in ogni area è già stato curato - e lo è da quasi duemila anni. Ora dobbiamo ricevere le provviste.
b. Ciò implica conoscere ciò che Dio ha fornito e sapere come riceverlo, quindi farlo.
4. Tutti i provvedimenti di Dio per noi tramite la Croce sono inizialmente spirituali o invisibili.
un. Spirituale non significa non reale. Significa invisibile, invisibile.
b. Ma l'invisibile può e influenzerà il visto se lo crediamo prima di vederlo.
c. Ecco come funziona Dio. Parla di ciò che non è stato ancora visto, e quando lo crediamo e ci comportiamo così semplicemente perché lo ha detto, prima o poi, lo vedremo o i suoi risultati.
5. Ecco perché la croce deve essere predicata ai cristiani. Rom 1:15; 2 Cor 2: 1; Ef 16: 20-3; Tito 8: 5; 13 Giovanni XNUMX:XNUMX
un. Senza la predicazione della Croce non possiamo sapere cosa Dio ha provveduto per noi - e non lo avremo nelle nostre vite.
b. Spesso, ciò che vediamo e sentiamo contraddice ciò che Dio dice di aver fornito, e se non ci schieriamo con ciò che non possiamo vedere, non vedremo mai il Suo provvedimento.
c. Quindi, abbiamo bisogno che la Croce ci predichi continuamente per incoraggiarci a rimanere in piedi quando ciò che vediamo e sentiamo contraddice ciò che Dio ha detto.
6. Ma, oltre a predicare la croce in chiesa, dobbiamo predicare la croce a noi stessi al di fuori della chiesa.
un. Predicare la Croce a te stesso significa meditare (pensare e dire) ciò che Dio ha fatto per te attraverso la Croce.
b. Predicare la croce a te stesso significa dire ciò che Dio dice di te e della tua situazione anche quando ciò che vedi e senti contraddice ciò che Dio dice.
7. Quando diciamo di predicare la croce a te stesso, intendiamo parlare così in questo modo:
un. Sono una nuova creatura. Ho la vita e la natura di Dio in me adesso. II Cor 5:17; 5 Giovanni 11,12: XNUMX
b. Sono l'opera di Dio. Sono tutto ciò che Dio dice di essere e posso fare tutto ciò che Dio dice che posso fare. Phil 4:13; Ef 2:10
c. Il Grande vive in me adesso e mi rende più che un conquistatore in ogni situazione della vita. 4 Giovanni 4: 5; 4: XNUMX
d. Non c'è nulla che possa venire contro di me che sia più grande di Dio in me. II Cor 2:14
e. Dio è mio padre e io sono il suo stesso figlio. Giovanni 1:12; 3 Giovanni 2: 8; Rom 15:XNUMX
f. Sono pienamente accettabile per mio padre. Posso stare davanti a Lui con la stessa libertà e audacia di Gesù perché ho la stessa posizione davanti a Dio che Gesù ha. Rom 5: 1,2
g. Sono giusto e santo. Questo è quello che sono. È così che Dio mi vede. È così che ora Dio mi tratta. 1 Cor 30:1; Col 22:8; Eb 12:XNUMX
h. La paura non ha più diritto nella mia vita. Gesù mi ha liberato dalla schiavitù alla paura. 1 Tim 9: 2; Eb 14:XNUMX
io. Sono libero da qualsiasi cosa che provi a dominarmi, costringermi, intimidirmi. Rom 6: 6-18
j. Sono guarito La vita di Dio è in me, mi sta vivificando. La malattia ha perso il suo diritto per me. È un trasgressore e deve andarsene. I Pet 2:24; Rom 8:11
K. Tutti i miei bisogni sono soddisfatti secondo le ricchezze di Dio. Sto prosperando in spirito, anima e corpo. Ho successo in tutto ciò che Dio mi chiede di fare in questa vita. Phil 4:19; III Giovanni 2
7. Questo è il modo in cui devi parlare nei giorni buoni e nei giorni brutti, quando senti che è così e quando non lo fai.
8. È essenziale che sviluppiamo l'abitudine di parlare in questo modo a noi stessi - l'abitudine di predicare la Croce a noi stessi.

1. È un atto di obbedienza. 2 Giovanni 6: XNUMX
un. Ci viene detto di comportarci come Gesù - e Gesù parlava continuamente di chi e cosa fosse secondo gli occhi. Giovanni 8: ????????????
b. Ci viene detto di attenerci fermamente alla nostra professione di fede. Eb 4:14; 10:22
1. Professione = confessione = dire la stessa cosa di Dio.
2. Questo non può significare semplicemente dire "Io credo in Gesù". Questo è quello che dico. Ma dovrei anche dire quello che dice Dio.
c. Eb 13: 5,6 – Dio ha detto alcune cose in modo che possiamo dire alcune cose.
2. Riceviamo costantemente prove che contraddicono la parola di Dio e, se non la contrastiamo predicando la Croce a noi stessi, ciò che vediamo e sentiamo ci dominerà, sarà più reale per noi, ciò che Dio dice.
un. Ma, come cristiani, dobbiamo vivere e camminare per fede, non per vista. Rom 1:17; II Cor 4:18; 5: 7
b. I nostri sensi non smettono di funzionare quando veniamo salvati. Continuano a darci informazioni dal regno visto.
1. Le informazioni di senso non tengono conto di tutti i fatti.
2. I nostri sensi non ci dicono cosa sta succedendo nel regno invisibile.
c. Pertanto, dobbiamo incoraggiarci continuamente con i fatti invisibili della Croce di fronte a prove contrarie. Sal 56: 3,4; 11
d. Abbiamo detto che la maggior parte dei cristiani non va mai oltre la fase di "eccitazione in chiesa" riguardo alla provvidenza e alla promessa di Dio.
e. Ma devi andare oltre se vuoi camminare nel potere della Croce nella tua vita quotidiana - ed è così che lo fai.
3. La parola di Dio deve dominarti, dimorare in te, se vuoi essere forte e ricevere tutto ciò che Dio ha fornito. I Giovanni 2:14; Giovanni 15: 7
un. La parola di Dio dimora in te quando domina ciò che pensi, dici e fai - quando è la tua prima reazione a e in ogni situazione.
b. L'unico modo per arrivare al punto in cui ciò che Dio ti domina è predicare la Croce a te stesso.
c. Non hai avuto una nuova mente quando sei nato di nuovo. Ora deve essere rinnovato. Rom 12: 1,2
1. Una mente rinnovata è una mente che pensa come pensa Dio perché la parola di Dio la domina.
2. Una parte vitale del processo di rinnovamento della tua mente è la predicazione della Croce a te stesso.
4. Avrai ciò che dici. Questa è una legge spirituale. Marco 11:23
un. Nota, Gesù menziona credere una volta e dire tre volte.
b. Ricorda la generazione di Israele che Dio portò fuori dall'Egitto. 10 Cor 6: 11; XNUMX
1. Era volontà di Dio che entrassero, possedessero e sistemassero la terra.
2. Ma la volontà di Dio si è avverata solo per due di loro (su un milione).
c. Coloro per i quali la volontà di Dio non si è avverata, Dio ha detto loro (e noi) esattamente perché non è successo. Disse loro: avete detto che non potete entrare nel paese, quindi non potete. Num 14:
1. Due di loro, Giosuè e Caleb, parlarono di se stessi e della loro situazione, non in termini di ciò che potevano vedere o sentire, ma in termini di ciò che Dio disse. Num 13: ?????; 14: ???
2. Tutto il resto ha parlato in termini di ciò che hanno visto, sentito e pensato. Num 13: ??; 14: ???
d. Ciò che molti di noi fanno è dire ciò che abbiamo (ciò che vediamo e sentiamo) e ne abbiamo più o meno.
1. La maggior parte di noi non ha idea di quanto sia negativo il nostro discorso - e se qualcuno lo fa notare, lo facciamo passare con: semplicemente non capiscono.
2. Oppure lo proviamo per un po 'con scarsi risultati: l'ho provato e non ha funzionato. Ma questo non è qualcosa che provi, è qualcosa che fai, qualcosa che vivi.
e. Devi decidere: crederò a ciò che la mia esperienza mi dice o a ciò che mi dice la parola di Dio?

1. Sembra sciocco: l'idea che se dico l'opposto di ciò che vedo e sento, mi aiuterà, cambierà le cose.
2. Sembra facile da fare quando sentiamo per la prima volta che non lo facciamo mai veramente.
un. Facciamo alcune confessioni in chiesa, con gli amici o quando leggiamo la nostra lista di confessioni durante il nostro tempo di devozione, e presumiamo di averla ricevuta.
b. Ma ci vuole tempo per identificare tutte le aree in cui le nostre parole contraddicono i fatti della Croce.
c. Quando ci sentiamo male, la reazione più naturale e normale è parlarne. È innaturale dire il contrario di ciò che vediamo e sentiamo. Ci sono molte aree della nostra vita in cui non siamo nemmeno consapevoli che le nostre parole contraddicono completamente Dio, perché ciò che stiamo dicendo è fortemente confermato da ciò che vediamo e sentiamo.
3. La nostra carne (tutto ciò che non è nato di nuovo) è naturalmente negativa. È stato addestrato da questo mondo e influenzato dalla morte e dall'oscurità. Ef 4:18
4. I risultati di solito non sono istantanei, quindi le persone si scoraggiano e si arrendono dopo alcune confessioni poco convinte.
un. Ci proviamo piuttosto che impegnarci a parlare come Dio fa uno stile di vita.
b. Ci vuole tempo per identificare prima e poi superare i vecchi schemi di risposta.
c. Devi raggiungere una linea di fondo nella tua vita - Dio ha detto che questo funziona e io lo farò e lo manterrò, non importa quali risultati vedo o non vedo. Marco 11:23; Josh 1: 8; Sl 1: 1-3
5. A volte le persone ascoltano un messaggio come questo e lo provano per un po '.
un. Cominciano a dire o confessare qualcosa che Dio non ha detto. Non succede, si scoraggiano e si arrendono.
b. Una chiave importante per predicare la croce a te stesso è dire ciò che Dio dice, così avverrà nella tua vita.
6. Ci vuole tempo per sviluppare una confessione in ogni area della tua vita. Una confessione significa che tutto ciò che dici è in accordo con ciò che Dio dice.
un. La nostra confessione è un'espressione della nostra fede. II Cor 4:13; Matt 12:34
b. La fede è la mano che prende da Dio ciò che la Sua grazia ha fornito. La fede è la porta attraverso la quale le realtà invisibili entrano nel regno visto.
1. Giacomo 1: 6-8 – La fede che vacilla non riceve risposta.
2. Come puoi identificare la fede che sventola? Un modo è quello che esce dalla tua bocca.
c. Una doppia confessione è una confessione vacillante.
1. So che la Bibbia dice che posso fare tutto tramite Cristo, ma non posso perdonare quella persona.
2. So che la Bibbia dice che sono guarito, ma ho pregato e sono ancora malato.
d. Una doppia confessione è facile da individuare in qualcun altro, ma difficile da vedere in te stesso.

1. Dire ciò che Dio dice non è una cosa sciocca. Questo è il modo in cui Dio opera - attraverso la nostra fede che si esprime attraverso le nostre parole.
2. Quando dico "Sono guarito", "Sono libero", all'inizio, non sto parlando del mio corpo o della mia esperienza. Sto parlando di me, dell'uomo spirito, della nuova creatura, di quello che sono veramente.
3. Quando parli di (diciamo, confessi) cose compiute sulla Croce, stai parlando di cose spirituali invisibili.
un. Queste cose sono state realizzate quasi duemila anni fa e sono reali.
b. Per quanto riguarda Dio, sono questioni risolte. Sono entrati in vigore per te quando sei nato di nuovo.
4. La tua azione di fede - dicendo che è così prima di vederlo - lo rende una realtà nella tua esperienza, lo porta nel regno visto.
5. Lo dici, non perché lo senti, lo vedi o addirittura ci credi, ma perché Dio dice che è così.
6. Come parli quando ti senti male? Quando niente va bene? Quando non sei in chiesa?
un. È allora che devi dire quello che dice Dio - quando non ne hai voglia, quando è totalmente innaturale (secondo la vista e i sentimenti) farlo.
b. "Ci ho provato, ma non ha funzionato." Questa è una doppia confessione. Hai detto due cose come una volta.
1. Hai detto la verità (ciò che Dio ha detto = questo funziona), e hai detto ciò che è vero = ciò che puoi vedere (non funziona). II Cor 4:18
2. La verità cambierà ciò che è vero se manterrai la tua confessione di fede nella verità.
c. Questa non è una negazione di ciò che vedi e senti, ma piuttosto, sta imparando a parlare di ciò che è vero in termini di verità.
7. Dio ha provveduto per te in modo pieno e invisibile attraverso la Croce di Cristo.
un. Ma, a meno che tu non predichi la Croce a te stesso e diventi completamente persuaso di ciò che non puoi vedere, non lo vedrai nella tua vita nella misura in cui Dio desidera.
b. È attraverso la predicazione della Croce a noi stessi che sperimentiamo il suo potere.