IL POTERE DELLE PAROLE

Vinciamo con le parole
Il potere delle parole
Le nostre parole e la vittoria

1. Che la vita è reale e che la vita ha fatto dei veri cambiamenti in noi, nei nostri spiriti.
un. Ci ha reso letterali, veri figli e figlie di Dio con la vita e la natura di Dio in noi.
5 Giovanni 1,11,12: 1; II animale domestico 4: XNUMX
b. Ci ha uniti a Gesù come un ramo è unito a una vite e ci ha resi nuove creature. Giovanni 3:16; 15: 5; II Cor 5:17
2. Quella vita è ora la nostra posizione e il nostro potere (abilità). 4 Giovanni 17:4; Fil 13:XNUMX
un. È desiderio di Dio che noi viviamo questa vita proprio come visse Gesù quando era sulla terra. I Giovanni 2: 6;
Giovanni 14:12; Ef 5: 1,2
b. Ciò è possibile perché ora abbiamo in noi la stessa vita che Gesù aveva in Lui quando era sulla terra. Giovanni 5:26; 6:57; 5 Giovanni 11,12: XNUMX
3. Nelle ultime lezioni ci siamo concentrati sul fatto che, mentre era sulla terra, Gesù sapeva chi e cosa era (secondo la testimonianza di Dio), disse chi e cosa era, e poi agì come chi e cosa Egli era.
un. Gesù accettò la testimonianza di Suo Padre su Se stesso, e parlò e agì in accordo con le parole di Suo Padre, anche di fronte a prove contrarie.
b. Dobbiamo imparare a fare la stessa cosa se cammineremo mentre Gesù camminava.
4. In questa lezione, vogliamo continuare a parlare dell'importanza di sapere cosa dice Dio e poi di dirlo anche. Vogliamo considerare l'importanza delle parole.

1. Dio ha creato tutto ciò che vediamo con le parole. Rilascia il suo potere attraverso le sue parole. Gen 1; Eb 1: 3
un. Durante l'OT, Dio ha lavorato attraverso la sua parola. Decretò le cose e avvennero anche mentre le parlava.
b. Ci ha dato un intero libro delle sue parole, la Bibbia.
2. Gesù è chiamato la Parola di Dio.
un. Sulla terra, Gesù disse ripetutamente di averci mostrato il Padre perché aveva detto le parole di Suo Padre e aveva compiuto le opere di Suo Padre. Come abbiamo visto, pronunciò le parole di Suo Padre anche di fronte a prove contrarie.
b. Sulla terra, Gesù fece le cose con le parole: guarì i malati, scacciò i demoni, risuscitò i morti, sfamò le moltitudini.
3. Mentre era sulla terra, Gesù disse che possiamo usare le parole come ha usato le parole. Matt 21:21
4. Attraverso la nuova nascita, Dio ci ha resi padroni che regnano con le parole. 5 Giovanni 4: 12; Apoc 11:XNUMX
un. Attraverso la nuova nascita, abbiamo autorità. Ef 1: 22,23
b. L'autorità è rilasciata o esercitata attraverso le parole. Matt 8: 9
5. La confessione delle tue labbra che è cresciuta per fede nel tuo cuore sconfiggerà il diavolo ad ogni turno proprio come ha fatto per Gesù.
un. Gesù sapeva chi era: era autorizzato a parlare per il Padre. Giovanni 9: 4; Matteo 7:29
b. Gesù si aspettava che ciò che diceva avvenisse. Si allontanò dal fico e non fu sorpreso il giorno dopo quando era morto. Marco 11: 14-22
6. Dio opera attraverso le parole. Gesù ha lavorato con le parole. Come figli e figlie di Dio, lavoriamo attraverso le parole.

1. Hai bisogno di momenti speciali di confessione in cui ripeti attentamente ciò che Dio dice di te e di ciò che ha fatto per la tua redenzione.
un. Questo è un altro nome per la meditazione nella parola di Dio. Josh 1: 8; Sl 1: 1-3
b. Prendendo il tempo per farlo, costruisci la realtà della parola di Dio nel tuo spirito, nella tua coscienza.
2. La meditazione nella parola di Dio non produrrà i massimi risultati fino a quando o a meno che tu non abbia il controllo della tua conversazione quotidiana.
un. Tutti noi abbiamo abitudini nel parlare che contraddicono la parola di Dio.
b. Dobbiamo identificarli, prenderne il controllo e cambiarli se la parola del Padre sulle nostre labbra farà per noi quello che ha fatto per Gesù.
3. Ci sono molte controversie su tutto questo problema della confessione delle parole della nostra bocca.
un. Alcuni dicono che ci sia troppa enfasi su di esso. Non importa cosa dico. Dio sa cosa intendo.
b. Altri dicono: è così che lo chiamano e sostengono che è roba in cui creiamo le nostre realtà. Non voglio farne parte.
c. Altri ancora dicono: se mi sento male, mi sento male. Siamo sinceri su questo.
5. Non si tratta di fare un elenco di regole di confessione - puoi dirlo. Non puoi dirlo. Il problema è: a cosa dai testimonianza o prova nella tua vita quando parli, cosa dice Dio o cosa vedi e senti ?!
un. Tutti - salvati e non salvati - testimoniano o dicono ciò in cui credono di se stessi, degli altri, di Dio, delle circostanze.
b. Come cristiani, dobbiamo credere a ciò che Dio dice e quindi testimoniarlo. 4 Giovanni 14,15: XNUMX
c. Quando pronunciamo la parola di Dio perché ci crediamo, Dio la fa avverare nella nostra vita. Rom 10: 9,10
6. Come figli e figlie di Dio, io e te siamo chiamati a vivere con realtà invisibili. Questo è tutto ciò che riguarda la fede. II Cor 4:18; 5: 7
un. Ora facciamo parte di un regno eterno invisibile. Fil 3:20; Col 1:13
b. Serviamo il Dio invisibile, invisibile, eterno che ci ha benedetti con ogni benedizione spirituale invisibile che il cielo stesso gode. I Tim 1:17; Ef 1: 3
c. Tutti i cambiamenti in noi a causa della nuova nascita sono invisibili. Giovanni 3: 3-8; II Cor 5:16
7. Non visto non significa non reale. Significa invisibile, spirituale.
un. L'invisibile ha creato il visto, sopravviverà al visto e può cambiare il visto. Eb 11: 3; II Cor 4:18
b. Dio ci rivela queste realtà invisibili nella sua parola.
8. Vivere per fede significa vivere con realtà invisibili che ci sono state rivelate nella Bibbia.
un. Ciò significa che basiamo le nostre parole e azioni su informazioni invisibili che ci vengono rivelate attraverso la Bibbia.
b. Quindi, le realtà invisibili del regno di Dio influenzano e cambiano ciò che vediamo e sentiamo.

1. Che cos'è il discorso misto? Sta dando testimonianza al visibile e all'invisibile allo stesso tempo senza rendersi conto della contraddizione.
un. Giovanni 11: 24,39 – So che mio fratello risorgerà dai morti, ma puzza.
b. Num 13: 27,28; Es 15: 14-18 – È un buon paese, ma ci sono giganti e città murate che ci divoreranno.
2. Quando parli con un miscuglio, indebolisce la tua fede. Giacomo 3: 6-12
3. Giacomo 1: 5-8 – Un uomo dalla mente doppia non riceve da Dio.
un. Doppia mentalità = due spiriti; vacillante in opinione o scopo.
b. Wavering = contestare o dubitare; la stessa parola è usata in Matt 21:21 (dubbio); Marco 11:23 (dubbio); Rom 4:20 (sfalsato).
c. Instabile: incostante, instabile, disordinato.
4. Considera questi esempi di discorsi misti.
un. Phil 4:19 – Dichiari coraggiosamente che Dio soddisfa tutti i tuoi bisogni secondo le Sue ricchezze in gloria. Ma poi dici: non so da dove verranno i soldi. Se Dio non viene, siamo affondati.
b. Ger 29:11 - So che Dio ha un piano per la mia vita, ma non so cosa vuole che io faccia.
c. Fil 4:13 - Posso fare ogni cosa tramite Cristo che mi rafforza. Ma mi sento così debole.
d. Rom 8:37 - Sono più che un conquistatore attraverso Cristo, ma niente va mai bene per me. Non posso farlo.
e. Prov 3: 1-4 - Ho il favore di Dio e degli uomini, ma gli addetti alle vendite sono sempre scortesi con me. Il capo se la prende sempre con me.
f. I Pet 2: 24 – Dalle Sue piaghe sono guarito. Ma mi sento ancora male.
5. Non si tratta di inventare una formula magica di confessione che apra le finestre del paradiso.
un. Riguarda il regno a cui stai dando testimonianza: il visibile o l'invisibile.
b. Riguarda il regno che stai costruendo nel tuo spirito, nella tua coscienza: la parola di Dio o le informazioni dei sensi.
c. Il modo in cui parli crea forza o debolezza nel tuo spirito.
d. Ciò che esce dalla tua bocca è in definitiva ciò in cui credi e stabilisce ciò che Dio dice nella tua vita o ciò che dicono i tuoi sensi.
6. Dobbiamo arrivare al punto in cui tutte le nostre parole e azioni supportano ciò che Dio dice.
un. La fede, credere, è un'azione. Dobbiamo agire per la nostra fede, per il nostro credere. Atti 14: 8-10
b. Lo facciamo principalmente attraverso le parole (anche se non esclusivamente).
c. La maggior parte di noi crede nella guarigione, nella vittoria, nella prosperità. Ci manca principalmente nell'area d'azione.
7. Ci vuole sforzo perché stai annullando le abitudini di una vita.
un. Ci vuole impegno perché stiamo parlando di cambiare uno stile di vita per spostarci in un'altra direzione, completamente diversa.
b. Ci vuole brutale onestà perché abbiamo buone ragioni per quello che diciamo: lo vediamo o lo sentiamo.
c. Le volte in cui abbiamo più bisogno di farlo sono le volte che più non vogliamo e le volte in cui sembra totalmente irragionevole.
8. Le persone spesso rispondono a questo tipo di insegnamento in questo modo - l'ho provato e non funziona.
un. Funziona !! Per la maggior parte di noi, gran parte della nostra testimonianza è ciò che vediamo e sentiamo, ed è esattamente ciò che abbiamo nella nostra vita.
b. Questa roba non funziona! Sei la prova vivente che funziona. Hai detto che non funziona e per te non funziona, quindi funziona. Nella tua esperienza hai esattamente quello che dici.
9. Alla luce di tutto ciò, come possiamo parlare di problemi?
un. Parla di meno. Se tagliamo a metà il nostro discorso, probabilmente parleremmo ancora troppo del regno visto.
b. Diventa consapevole del tipo di cose che dici sul problema. Dichiaralo chiaramente: la differenza tra ciò che dice la vista e ciò che dice Dio.
c. Discuti la situazione in termini della parola di Dio.

1. Questo è ciò che Gesù fece mentre era sulla terra. Così com'è, anche noi.
2. Mentre parliamo sempre più di ciò che Dio dice e sempre meno di ciò che dice la vista, rafforzerà la nostra fede.
un. Le parole hanno un effetto su di noi. Quando parliamo di ciò che vediamo e sentiamo, costruisce in noi una consapevolezza del regno visto.
b. Quando parliamo di ciò che Dio dice, costruisce in noi una consapevolezza del regno invisibile.
3. Esamina te stesso. Stai dicendo ciò che Dio dice il cento per cento delle volte? Cerca dei modi per concordare con Dio quando parli di tutto.
4. Uccidere gli alberi di fico con le parole non è qualcosa che puoi spegnere e riaccendere quando ne hai bisogno. Ecco perché non funziona per la maggior parte delle persone.
un. Sorge un bisogno per il quale dobbiamo improvvisamente agire sulla base di informazioni invisibili. Ma abbiamo l'abitudine di vivere solo in base a ciò che vediamo o in un misto di visibile e invisibile. È molto difficile cambiare marcia all'improvviso, soprattutto sotto costrizione emotiva.
b. Esaminiamo i movimenti (facciamo le giuste confessioni) ma l'invisibile non è una realtà per noi. E i nostri sforzi sono un disperato tentativo di convincere Dio a muoversi per nostro conto piuttosto che per fede.
5. Se faremo lo sforzo di sbarazzarci del miscuglio, prima o poi, queste cose si impadroniranno di noi, e parleremo dalle nostre bocche, e quel fico morirà e quella montagna si muoverà.