LA LOTTA DELLA FEDE: PARTE IV - GIUSEPPE

Volontà generale di Dio
Volontà specifica di Dio
Senso Conoscenza Fede
La fede di Abramo
Fede pienamente persuasa
Diventando completamente persuaso
Quando la montagna non si muove I
Quando la montagna non si muove II
La lotta della fede I
La lotta della fede II
La lotta della fede III
La lotta della fede IV
Lamentarsi e la lotta della fede
Fede e buona coscienza
Le false aspettative distruggono la fede
Joy & The Fight Of Faith
Lode e lotta per la fede
Fede e Regno di Dio
Fede e risultati
L'abitudine della fede
La fede vede, la fede dice
Se Dio è fedele Perché? io
Se Dio è fedele Perché? II
Grazia, fede e comportamento I
Grazia, fede e comportamento II

1. La fede è accordo con Dio: sai quello che Dio ha detto, ci credi anche se non lo vedi ed esprimi il tuo consenso.
2. Spesso un periodo di tempo tra il momento in cui crediamo nella Parola di Dio e il momento in cui vediamo i risultati.
un. La lotta della fede si svolge durante questo periodo di attesa.
b. La lotta della fede è quel momento di stare in piedi dopo aver creduto ma prima di vedere i risultati. Ef 6:13.
c. È fondamentale capire cosa fare durante il periodo di attesa.
3. Dobbiamo capire alcune cose sul tempismo per combattere la lotta della fede.
un. Dio adempie la Sua Parola al momento giusto. Gen 21: 2; Rom 5: 6; Gal 4: 4
b. Devi essere in grado di fidarti di Dio per il momento giusto.
4. Perché c'è spesso un periodo di attesa, un periodo in cui non vedi?
un. Ci sono ostacoli da satana contro i quali devi stare in piedi fino a quando cade. b. Dio è all'opera dietro le quinte per la sua massima gloria e il tuo massimo bene. Oggi può sembrare il momento giusto per noi, ma Dio, conoscendo tutti i fattori coinvolti, sa che la prossima settimana è il momento giusto.
5. Abbiamo guardato Giuseppe, un uomo che ha dovuto aspettare molti anni prima di vedere avverarsi le promesse di Dio. Gen 37-50
un. Dio promise a Giuseppe grandezza (Gen 37: 5-9) e la terra promessa per lui e per i suoi discendenti (Gen 28:13).
b. I suoi fratelli, commossi dall'odio, lo vendettero in schiavitù quando aveva 17 anni.
1. Finì in Egitto, acquistato da Potifar, un ufficiale del Faraone, e fu incaricato dell'intera famiglia di Potifar
2. Joseph fu falsamente accusato di stupro e messo in prigione.
c. Alla fine è uscito di prigione all'età di 30 anni interpretando un sogno del Faraone. Il sogno ha avvertito di una carestia in arrivo.
d. Joseph fu posto al comando secondo in Egitto e incaricato di conservare il cibo prima che la carestia colpisse, e quindi di distribuirlo durante la carestia.
6. Ci vollero almeno 13 anni affinché Joseph passasse dalla promessa di Dio (sogni di grandezza) al secondo comando in Egitto.
un. Finora, Dio ha tratto molto bene dal periodo di attesa di Joseph.
b. Molti adoratori di idoli sono stati esposti al vero Dio durante la vita di Giuseppe.
c. Joseph è entrato in una posizione in cui può salvare la propria famiglia e migliaia di altri dalla fame durante la carestia.
7. Nell'ultima lezione abbiamo trattato due punti chiave della storia di Joseph.
un. Dio non ha fatto le cose cattive che sono successe a Giuseppe (o ha incastrato Giuseppe).
1. Le circostanze di Giuseppe furono il risultato della vita in una terra maledetta dal peccato. Gen 3: 17,18; Matteo 6:19; Atti 7: 9,10; Marco 4: 14-17; Matteo 13: 18-21
2. La prova di Dio nelle circostanze era la Sua Parola: Joseph avrebbe mantenuto le promesse di Dio nonostante la situazione. Salmo 105: 19
b. Dio prese ciò che il diavolo e gli uomini malvagi intendevano per il male e ne trasse un vero bene nella vita di Giuseppe e nella vita degli altri. Gen 50:20
8. In questa lezione, vogliamo riprendere la storia da dove eravamo rimasti. Gen 41:57

1. Dieci figli sono andati in Egitto per comprare cibo. Benjamin (il più giovane) ha lasciato la casa. 41: 3
un. In realizzazione del suo sogno, i fratelli di Giuseppe si prostrarono davanti a lui (almeno 20 anni dopo i sogni originali). Gen 42: 6
b. Joseph riconobbe i suoi fratelli, ma loro non lo conoscevano. 42: 7
2. Joseph li ha sottoposti ad alcuni test per vedere se i loro personaggi sono cambiati.
un. Joseph li accusò di essere spie e li legò per tre giorni. b. Detto loro che devono verificare la loro storia (inviata dal padre per il cibo); disse loro di andare a casa a prendere Benjamin e nel frattempo lasciare indietro Simeone. c. Durante il viaggio di ritorno, i fratelli trovarono i soldi che avevano pagato per il cibo nei loro sacchi e si spaventarono molto. 42: 25-34
3. Jacob rifiutò di inviare Benjamin in Egitto, ma la carestia peggiorò e non ebbe scelta. 42: 38; 43: 1,2
un. I figli tornarono in Egitto con Benjamin, regali dalla terra e doppi soldi. 43:15
b. Gli fu ordinato di venire a casa di Giuseppe e ebbero paura. 43:18 c. Sulla porta di casa dissero al maggiordomo di Joseph come avevano trovato i soldi nei loro sacchi durante l'ultimo viaggio.
d. Steward ha detto: “Ho gestito i tuoi soldi; il tuo Dio deve aver fatto questo per te ". 43:23 (pagani che danno credito a Dio = più bene che ne viene fuori).
e. Ancora una volta i fratelli di Giuseppe si prostrarono davanti a lui.
4. Giuseppe vendette loro di nuovo il cibo, fece rimettere il denaro nei sacchi e ripose la sua coppa d'argento nel sacco di Beniamino. 44: 1,2
un. La coppa fu trovata nel sacco di Beniamino e Giuseppe dichiarò che, per punizione, Beniamino doveva rimanere con lui. 44:17
b. Giuda pregò di rimanere al posto di Benjamin, dicendo che la perdita di Benjamin avrebbe ucciso il padre. 44: 30-34

1. Durante tutto il calvario, Giuseppe non ha risposto negativamente a Dio.
un. Non vi è alcun accenno a Giuseppe che chiede "Perché io Dio?".
b. L'unico modo per farlo è se sai:
1. Dio non è la fonte dei tuoi problemi; Non è ingiusto con te.
2. Sta facendo sì che anche i cattivi servano i Suoi scopi.
3. Porterà il massimo del bene e della gloria da tutto ciò.
c. Ricordi quando Giuseppe non peccò con la moglie di Potifar? Gen 39: 9
1. Questa è una prova evidente che Giuseppe non ha incolpato Dio.
2. Uno dei momenti più facili per peccare è quando siamo arrabbiati con Dio perché pensiamo che sia stato ingiusto con noi.
2. Ci sono molte prove che Joseph non si è lamentato.
un. Dio era con Giuseppe. Dio abita le lodi del suo popolo. Sal 22: 3
b. La lode apre la porta alla liberazione di Dio; lamentarsi apre la porta al distruttore. Sl 50:23; Atti 16: 25,26; 10 Cor 10:XNUMX
c. Nel mezzo delle difficoltà di Giuseppe, vediamo prosperità, non distruzione. Gen 39: 2-5; 21-23
3. Abbiamo un'idea dello stato mentale di Giuseppe durante tutto questo da ciò che ha chiamato i suoi figli nati in Egitto. Gen 41: 50-52
un. Manasse = Dio mi ha fatto dimenticare; Efraim = Dio mi ha reso fecondo nella terra della mia afflizione.
b. Questo è ciò che Joseph diceva ogni volta che pronunciava i nomi dei suoi figli. Se questo non era reale per lui, poteva dire quelle cose?
4. Devi sapere che Dio non ti ha abbandonato nel periodo di attesa.
un. Devi sapere che anche mentre aspetti, Dio vuole /
provvederà a te nel periodo di attesa - in mezzo alla difficoltà.
b. Dio non ti abbandona mentre lavora dietro le quinte.
5. Tutto ciò portò i fratelli a pentirsi di ciò che avevano fatto a Giuseppe.
un. 42: 21-23 Quando i fratelli andarono per la prima volta da Joseph e li accusò di essere spie, sentirono che stavano raccogliendo ciò che avevano seminato.
b. Possiamo vedere un netto cambiamento nei loro atteggiamenti. 44: 18-34
1. Giuda pregò Joseph di tenerlo al posto di Benjamin. Giuda è colui che voleva vendere Joseph per soldi. 37:27
2. Non possiamo fare questo a nostro padre - sicuramente potevano farlo e lo fecero prima.
c. Possiamo concludere che i fratelli hanno dovuto confessare il loro peccato a Giacobbe e chiedere perdono. Il passare del tempo ha portato tutto fuori.
d. Considera questi due punti:
1. Se Dio avesse impedito ai fratelli di vendere Joseph in schiavitù, gli atteggiamenti omicidi dei loro cuori non avrebbero potuto essere affrontati.
2. Forse ci sono voluti vent'anni per arrivare al punto in cui potevano essere portati al pentimento. Valeva la pena salvare i fratelli?
6. Quando finalmente Joseph si rivelò, emersero alcuni atteggiamenti interessanti.
un. Joseph aveva veramente, totalmente perdonato i suoi fratelli.
1. 45: 5 Non voleva che si sentissero male o feriti per quello che avevano fatto. 2. 50:17 Anche dopo la morte di Giacobbe, Giuseppe non voleva vendicarsi di loro.
3. 50:21 Li ha perdonati così tanto, potrebbe trattarli con gentilezza.
b. Riconoscere il fatto che Dio era all'opera aiutò Joseph a perdonare i suoi fratelli: lo intendevi per il male, ma Dio lo intendeva per il bene. 50:20
7. Questi atteggiamenti erano sempre in Joseph o sono cresciuti e si sono sviluppati nel tempo? Non dice davvero, ma considera questi punti:
un. Le circostanze, specialmente quelle difficili, espongono ciò che è dentro di noi.
b. Un modo in cui Dio usa le difficoltà che la vita ci pone è permettendo loro di esporre in noi atteggiamenti brutti / peccaminosi che devono essere affrontati - questo è un modo in cui Dio tira fuori il bene dal male.
c. Non sai quanto sei paziente / amorevole / pieno di fede o non lo sei finché le circostanze non mettono in evidenza quelle cose, o no. Giacomo 1: 3

1. Nell'ultima lezione abbiamo detto che si tratta di un principio biblico di base: quando ripensi alla tua vita, puoi vedere chiaramente che Dio lavorava per il bene. Sl 23: 6
2. Ma, quando guardi avanti, non puoi ancora vederlo - hai solo la Parola di Dio.
un. Devi camminare per fede, non per visione - questo fa parte del combattimento della fede.
b. Se non sai che sta lavorando anche quando non lo vedi / non puoi vederlo, potresti non avere la forza di stare in piedi finché non vedi.
3. Joseph sapeva come guardare avanti e vedere Dio al lavoro.
un. Dio fece due promesse a Giuseppe: la terra promessa e la grandezza.
1. La grandezza si è realizzata durante la sua vita, ma non è tornato sulla terra. 2. Prima di morire, Giuseppe disse alla sua famiglia: quando Dio ti riporta alla terra, porta con te le mie ossa. Gen 50: 22-26; Eso 13:19
b. Eb 11:22 afferma che Giuseppe lo fece per fede = accordo con Dio.
c. Menzionato = ricordato = ha ricordato la promessa di Dio a lui e ai suoi discendenti. Gen 28:13; 46: 3,4; 48:21
4. Qualcuno potrebbe dire: e allora! Tornò nella terra morto, solo ossa !!
un. No, Joseph aveva una prospettiva eterna; capito che questa vita non è tutto quello che c'è. b. Quando Giuseppe morì, andò nel seno di Abramo (paradies). Luca 16:22 c. Alla risurrezione, Giuseppe e il suo corpo saranno riuniti e il suo corpo glorificato. Dov'è il primo punto in cui toccheranno i piedi? La terra promessa!
1. In effetti, potrebbe essere già accaduto: Giuseppe potrebbe essere stato tra la compagnia dei santi di OT i cui corpi furono risuscitati quando Gesù risuscitò dai morti. Matteo 27: 52,53
2. In ogni caso, la promessa fatta da Dio a Giuseppe si adempirà e Giuseppe era così fiducioso che si rese conto che l'elemento tempo era un dettaglio irrilevante.
5. Sto dicendo che non vedrai le promesse di Dio adempiute in questa vita? No!
un. Sto dicendo: impara a fidarti di Dio per il momento giusto di realizzazione nella tua vita. Renderà il viaggio molto più piacevole e il combattimento della fede più facile.
b. Il tempismo è coinvolto nel fatto che Dio adempia le Sue promesse - e un Dio eterno è su un orario diverso da noi.
c. Ma ha tutto sotto controllo e al momento giusto vedrai la Sua promessa adempiuta.

1. Poteva guardare indietro alla fine della sua storia e vedere che Dio aveva operato nelle sue circostanze per trarne il massimo della gloria e del bene: la bontà e la misericordia avevano seguito Giuseppe.
2. E, aggrappandosi alla promessa di Dio, poteva guardare avanti e per fede vedere Dio che opera nella sua vita così tanto che fece promettere alla sua famiglia di riportare le sue ossa in Canaan.
3. Entrambe le prospettive hanno permesso a Joseph di resistere e persino di prosperare durante il suo periodo di attesa.
4. I guai verranno sulla tua strada - questa è la vita in una terra maledetta dal peccato.
un. Ci saranno momenti in cui non vedrai immediatamente i risultati.
b. Ma, Dio è all'opera, il bene sta accadendo durante il periodo di attesa - devi esserne convinto.
5. Non importa dove guardi - indietro, avanti o nelle tue circostanze attuali - devi essere in grado di vedere Dio all'opera.
un. Puoi farlo solo se capisci come funziona Dio. Rom 8:28
b. Puoi farlo solo se ti aggrappi alla sua fedeltà e alle sue promesse.
6. Se ti incoraggerai dalla Parola di Dio che adempirà la Sua promessa al momento giusto, ottenendo la massima gloria e bene, ti aiuterà a combattere la battaglia della fede.