FEDE DELLA CONOSCENZA SENSA

Volontà generale di Dio
Volontà specifica di Dio
Senso Conoscenza Fede
La fede di Abramo
Fede pienamente persuasa
Diventando completamente persuaso
Quando la montagna non si muove I
Quando la montagna non si muove II
La lotta della fede I
La lotta della fede II
La lotta della fede III
La lotta della fede IV
Lamentarsi e la lotta della fede
Fede e buona coscienza
Le false aspettative distruggono la fede
Joy & The Fight Of Faith
Lode e lotta per la fede
Fede e Regno di Dio
Fede e risultati
L'abitudine della fede
La fede vede, la fede dice
Se Dio è fedele Perché? io
Se Dio è fedele Perché? II
Grazia, fede e comportamento I
Grazia, fede e comportamento II

1. L'argomento della fede è fonte di frustrazione per molti cristiani.
un. Gesù fece alcune meravigliose dichiarazioni sulla fede e sul credere quando era sulla terra.
b. Ha detto che potevamo spostare le montagne e uccidere i fichi. Ha detto che tutto è possibile a chi crede. Matt 17:20; 21: 21,22; Marco 9:23; Marco 11: 23,24
c. Ma, per la maggior parte di noi, non funziona come ha detto Gesù e ci sentiamo frustrati.
2. Finora abbiamo identificato tre ragioni per cui la fede non funziona per noi come disse Gesù.
un. # 1 - Non capiamo cosa sia il movimento di montagna, la fede che uccide il fico.
1. Questo tipo di fede non è la stessa cosa della profondità e della sincerità del tuo impegno con Cristo.
2. Questo tipo di fede è vivere secondo realtà invisibili - cose che sono reali ma non possono essere viste con i tuoi occhi fisici. II Cor 5: 7; 4:18
3. Questo tipo di fede è un'azione piuttosto che un sentimento. Agisce come se ciò che Dio dice fosse così senza alcuna prova fisica. Agisce in accordo con la parola di Dio nonostante ciò che vedi o senti.
b. # 2 - Cerchiamo di prendere con la preghiera e la fede ciò che già siamo e abbiamo attraverso la nuova nascita.
1. La fede ti fa entrare nella famiglia di Dio e ti rende un vero e proprio figlio di Dio. Ef 2: 8,9; 5 Giovanni 1: XNUMX
2. Una volta che sei nato da Dio e nella famiglia, tutto ciò che appartiene alla famiglia, è vero della famiglia ti appartiene. Luca 15:31; Rom 8:17; Ef 1: 3; II animale domestico 1: 3
3. È tuo per quello che sei (un figlio di Dio) e non per quello che fai (credilo). Giovanni 6:47
4. Non devi continuare a ricevere per fede le cose che ti sono arrivate attraverso la nuova nascita. Devi semplicemente agire come sei e avere.
c. # 3 - Abbiamo fede nella conoscenza dei sensi e non lo sappiamo. Conoscenza dei sensi la fede non sposta le montagne né uccide i fichi.
3. In questa lezione, vogliamo approfondire la conoscenza della conoscenza sensoriale per aiutarci a identificarla nella nostra vita e quindi eliminarla.

1. Ci sono due re della fede: la fede della conoscenza dei sensi che crede a ciò che vede e sente, e la fede della rivelazione che crede a ciò che Dio dice nonostante ciò che vede e sente. Giovanni 20:29
un. Dio vuole che crediamo, non perché vediamo e sentiamo che qualcosa è così, ma perché dice che qualcosa è così. La fede della rivelazione onora la parola e l'integrità di Dio.
b. La conoscenza della conoscenza è in realtà una forma di incredulità. In realtà sta camminando a vista. Giovanni 20:27
2. La maggior parte di noi opera nell'arena della fede della conoscenza dei sensi e non ne è consapevole.
un. Ognuno di noi direbbe di credere nella Bibbia - ogni parola dalla Genesi all'Apocalisse. E siamo completamente sinceri quando lo diciamo!
b. La maggior parte di noi crede che Dio abbia provveduto, ha detto di sì a soddisfare tutti i nostri bisogni spirituali e fisici attraverso la Croce di Cristo.
c. Tuttavia, basiamo ciò in cui crediamo (come agiamo) su ciò che vediamo e sentiamo senza rendercene conto.
3. Diciamo qualcosa di andare o di cambiare nel nome di Gesù (qualcosa che siamo stati autorizzati a fare) e non accade nulla. La nostra risposta - non ha funzionato.
un. Come fai a sapere che non ha funzionato? Perché non hai visto o sentito alcun cambiamento. La tua prova è la conoscenza dei sensi.
b. Come faresti a sapere se avesse funzionato? Se hai visto o sentito un cambiamento. La tua prova è conoscenza consapevole. Questo è senso conoscenza conoscenza fede.
c. La fede dell'Apocalisse crede che qualcosa sia così senza alcuna prova fisica se Dio dice che è così. Periodo. Se Dio dice che qualcosa è così, è così. Fine della discussione.
4. Le nostre menti lottano con questo tipo di pensiero e la nostra risposta naturale è - sì, capisco tutto questo, ma non ha funzionato, non funziona. Oppure, cosa succede se lo faccio e non funziona?
un. Queste risposte mostrano che sei nel regno dei sensi. La parola di Dio non lo risolve per te. Quello che vedi e senti lo risolve per te.
b. Per lo spostamento in montagna, il fico che uccide la fede, la parola di Dio lo risolve. Periodo. Fine della discussione.

1. Marco 11: 12-14; 20-23: Gesù ei suoi discepoli si imbatterono in un fico senza frutti e Gesù lo maledì.
2. A volte le persone si chiedono perché Gesù sia salito su un albero senza frutti su di esso in primo luogo.
un. Il frutto del fico è verde e poco appariscente, nascosto tra le foglie fino al momento della maturazione. Può sembrare che l'albero abbia frutti senza averne effettivamente. È un albero ipocrita. (Dizionario biblico di Unger)
b. v13 – Il tempo dei fichi non era ancora = non era ancora la stagione della raccolta dei fichi. Tuttavia, era quasi ora che venissero raccolte.
1. In Giudea, i fichi maturano intorno al periodo della Pasqua ebraica, già alla fine di marzo. Questo particolare incidente ebbe luogo cinque giorni prima dell'inizio della Pasqua di quell'anno, l'inizio di aprile.
2. La Pasqua ebraica era il tempo del raccolto. Quindi, era il tempo dei frutti maturi, ma non del tutto il tempo del raccolto quando Gesù si avvicinò al fico.
3. Inoltre, il fico produce prima il frutto, poi le foglie. C'erano tutte le ragioni per aspettarsi un frutto sull'albero perché aveva foglie.
3. Le persone a volte si chiedono perché Gesù abbia maledetto il fico. Ci sono molte cose da considerare, più di quelle che possiamo affrontare in questa lezione.
un. Molti studiosi della Bibbia credono che questo incidente sia stato un quadro visivo di ciò che stava per accadere alla nazione di Israele. Stanno per respingere Gesù come loro Messia e lasciarlo crocifiggere. Il risultato finale di quella decisione sarà la distruzione per la loro nazione.
b. Dal contesto è anche chiaro che questa è stata un'opportunità per Gesù per dimostrare come la fede agisce sia attraverso le sue azioni che le sue parole.
4. Mentre studiamo questo incidente, ricorda un punto chiave. Gesù fece cose del genere (parlava al fico e rispondeva alle Sue parole) non come Dio, ma come un uomo che vive della vita del Padre e consacrato dallo Spirito Santo. Giovanni 6:57; Atti 10:38
un. Quando Gesù venne sulla terra, assunse una natura umana completa. Gesù non ha cessato di essere Dio mentre era sulla terra, ma non ha vissuto come Dio. Ha vissuto come un uomo. Fil 2: 7,8; Matt 4: 1-4; Giacomo 1:13
b. Gesù è il nostro esempio di vita perché ha vissuto come un uomo.
1. Possiamo fare, dobbiamo fare quello che fece mentre era qui sulla terra. Giovanni 14:12; 2 Giovanni 6: 4; 17:XNUMX
2. Possiamo fare quello che ha fatto perché siamo stati autorizzati a farlo e siamo stati autorizzati a farlo attraverso la nuova nascita.
d. Matteo 21:21 - Riguardo a questo particolare incidente (maledizione del fico), Gesù ha detto specificamente che possiamo fare anche questo (cambiare le cose con le parole).
5. Rileggiamo il racconto di questo incidente e notiamo questi punti:
un. v14 – Gesù non pregò per l'albero. Ha parlato all'albero. Gesù disse ripetutamente di aver pronunciato le parole del Padre.
1. Una parola di Dio o la parola di Dio possono cambiare qualcosa di fisico, materiale, visibile? Questo è esattamente quello che è successo qui.
2. L'uomo Gesù pronunciò la parola di Dio con risultati visibili. La parola di Dio nella nostra bocca produrrà gli stessi risultati che la parola di Dio fece sulla bocca di Gesù.
b. Quando Gesù parlò all'albero, non accadde nulla che potesse essere visto con gli occhi fisici.
1. Nota cosa fece Gesù dopo aver parlato all'albero. Si allontanò. Non ispezionò l'albero per vedere se qualcosa fosse successo o fosse cambiato, per vedere se aveva ancora la manifestazione.
2. Una volta pronunciata la parola, fu fatto un affare per quanto riguardava Gesù. Periodo. Fine della discussione.
c. v20 – Il giorno successivo, Gesù ei discepoli passarono vicino all'albero ed era morto.
1. Gesù non ha commentato. Non ne aveva bisogno. Sapeva cosa era successo all'albero dal giorno prima. Sapeva che l'albero era morto.
2. Se non ci fosse stato alcun cambiamento fisico quel secondo giorno, cosa pensi che avrebbe fatto Gesù? Passato da!
d. v21 – Quando Pietro fece riferimento all'albero quel secondo giorno, Gesù non fu sorpreso dei risultati.
1. Si era allontanato dall'albero il giorno prima perché era stato risolto dalla parola.
2. La sua prova non era la morte dell'albero (risultati fisici). La sua prova era la parola parlata di Dio sulle sue labbra.
6. La maggior parte di noi, se ne siamo onesti, dovrebbe ammettere che quando abbiamo parlato con qualcosa e non ci sono stati cambiamenti, abbiamo fatto una o più delle seguenti operazioni.
un. Abbiamo parlato di nuovo con più forza, nel caso non l'avessimo fatto bene la prima volta.
b. Abbiamo iniziato a verificare eventuali cambiamenti fisici.
c. Abbiamo chiesto a qualcuno di concordare con noi nella preghiera che era stato fatto, solo per mescolare la loro fede con la nostra.
d. L'abbiamo detto a tutti: sto solo aspettando la manifestazione.
e. Continuammo a confessare - credo di averlo ricevuto - per portarlo in manifestazione.
7. Tutto ciò è senso conoscenza conoscenza. Perché?
un. Stai cercando prove fisiche. La parola di Dio non l'ha risolto per te.
b. E, o, stai cercando di far accadere qualcosa. La parola di Dio non l'ha risolto per te.
c. Se ciò che vedi o senti influenza in qualche modo le tue parole e le tue azioni (oltre al fatto che puoi vederlo e sentirlo), sei nell'arena della conoscenza del senso della fede.

1. La tua mente vuole dire: so che Dio dice che sono guarito, ma soffro ancora. Come faccio a sapere, come posso sapere, se l'albero è morto (o se sono guarito) se non riesco a vederlo o sentirlo? Dio lo dice !!
2. Considera questo punto. Immediatamente dopo che Gesù parlò al fico, era un albero vivo o un albero morto?
un. Era un albero morto anche se non c'erano prove fisiche visibili. La parola di Dio fu pronunciata.
b. Come concili il fatto che un albero morto fosse ancora vivo? Non devi.
c. L'albero vivo era una prova di senso contrario. È tutto qui.
1. Era reale, ma era soggetto a modifiche da parte di una realtà superiore: la parola di Dio.
2. Le cose che si vedono sono temporanee. Quando il suo amico Lazzaro morì, Gesù disse di lui: dorme. In altre parole, la sua condizione fisica è temporanea. Giovanni 11:11; II Cor 4:18
d. Non cercare di riconciliare o spiegare prove di senso contrario nella tua vita. Gesù non ha provato a farlo.
1. Dopo aver parlato con il fico, Gesù se ne andò senza alcuna spiegazione a nessuno.
2. Prima di parlare a Lazzaro, Gesù disse: "Questa è una condizione temporanea".
3. Rifiuta di lasciare il posto a qualsiasi pensiero che contraddica la parola di Dio. II Cor 10: 4,5
un. Rifiuta di prendere prove fisiche come prova che la parola di Dio non è vera, che non ha funzionato.
b. Sai che due più due equivalgono a quattro. Se qualcuno ti ha mostrato un libro o un documento che dice considera questi punti:
1. La fede si basa sulla parola di Dio che ci rivela fatti invisibili. Rom 10:17
un. Non puoi credere o agire in base a ciò che non conosci. Quindi dobbiamo ottenere conoscenza dalla parola di Dio.
b. Dio, che non può mentire, che sa tutto, dice che qualcosa è così. Allora è così. Questa è fede.
2. Devi prendere tempo per meditare su queste cose fino a quando la realtà di ciò che Dio ha fatto per te e ti ha fatto diventare inizia a sorgere su di te.
un. La parola di Dio deve avere su di te tanto potere quanto la parola di un banchiere o di un dottore o due più due fa quattro.
b. Sei ciò che Dio dice di essere, hai ciò che Dio dice di avere - non perché Dio lo abbia detto, ma non è davvero così, lo sta solo dicendo, ecc. - ma perché sei e hai realtà spirituali invisibili attraverso il nuovo nascita che tu ci creda o no.
c. Dio ti sta dicendo ciò che hai, ciò che ti ha fatto essere attraverso la Croce e la nuova nascita.
3. Ora, devi iniziare ad agire come quello che sei e avere nonostante ciò che vedi e senti.
un. Il modo numero uno per farlo è quello di dire su te stesso e sulla tua situazione ciò che Dio dice nonostante ciò che vedi o senti.
b. Dobbiamo confessare ciò che siamo realmente e ciò che abbiamo veramente di fronte alle prove di senso contrario e mantenere questa confessione. Eb 4:14; 10; 23: 13
1. Ciò non significa dirlo 10,000 volte fino a quando non lo farai.
2. Significa che quando l'evidenza dei sensi si alza per contraddire la parola di Dio, ti attieni saldamente a ciò che Dio dice dicendolo tu stesso.
4. Dio è fedele. Renderà la sua parola buona (visibile) nella tua vita se la metterai sopra ogni altra prova e ti manterrai forte.