PAOLO E IL DIAVOLO

Scarica PDF
GLORIFY DIO CON L'ELENCO
ILLUMINAZIONE E SITUAZIONI IMPOSSIBILI
IL PRAISE AIUTA IL FOCUS USA
NIENTE È IRREVERSIBILE
IL PRAISE AIUTA LO STAND USA
IL PRAISE ANCORA IL NEMICO
L'APPLICAZIONE PROTEGGE LA PAROLA
NON PRENDERE L'esca
Sii saggio alle tattiche di Satana
LA STORIA DEL DIAVOLO
PAOLO E IL DIAVOLO
SIA GRAZIE

1. Uno dei temi che abbiamo sottolineato in questa serie è che la Bibbia ci insegna a rispondere a quello della vita
difficoltà con lode. Ci viene detto di contare tutta la gioia quando incontriamo problemi. Giacomo 1: 2-4
un. Il conteggio deriva da una parola che significa considerare. La gioia deriva da una parola che significa essere allegri
o pieno di allegria. L'applauso non è un sentimento. E 'uno stato mentale. Dobbiamo incoraggiare o incoraggiare
noi stessi con i motivi che abbiamo speranza anche nelle circostanze più buie.
1. Questa non è una risposta emotiva ai tuoi problemi. È una scelta volontaria, un tuo atto
volere. Dobbiamo considerare il processo un'occasione per rispondere con lode riconoscendo Dio.
2. Le prove della vita offrono l'opportunità di lavorare o esercitare la pazienza che è allegra
resistenza. La Parola di Dio dice che se rimaniamo fedeli a Lui (o perseveriamo) vedremo la Sua
liberazione. "Saremo perfetti e completi, senza nulla" (NASB).
b. Dio opera nelle nostre vite per sua grazia attraverso la nostra fede. Riconoscere e ringraziare Dio prima
vedi che il suo aiuto è un'espressione di fede e fiducia in lui. La lode è il linguaggio della fede.
c. La lode glorifica Dio e apre la porta alla sua potenza nelle nostre circostanze (Sal 50:23). Lode
ferma il nemico e ferma il vendicatore (Sal 8: 2; Matteo 21:16). La lode a Dio è un'arma potente
le nostre lotte con il diavolo.
2. La Bibbia dice che non dobbiamo ignorare le tattiche del diavolo (II Cor 2:11). Quindi, come parte del nostro
discussione di lode a Dio, abbiamo esaminato cosa dice la Bibbia su come funziona Satana.
un. Da un lato, molti cristiani hanno molta paura del diavolo. Poi ci sono altri che attribuiscono
ogni cosa sbagliata nella loro vita al diavolo. Nessuna idea viene dalle Scritture. L'abbiamo trovato:
1. Il diavolo lavora sulle nostre menti attraverso i pensieri. Tenta di rubarci la Parola di Dio
persuadendoci a non credere o disobbedire. Quando siamo particolarmente vulnerabili alle sue strategie
incontriamo le difficoltà della vita. Marco 4: 14-17; Matt 13:21; Ef 6: 11,12; II Cor 11: 3
2. In nessun luogo ci viene detto di stare attenti al potere del diavolo. Piuttosto, ci viene chiesto di esserne consapevoli
le sue strategie mentali. Si illude o inganna attraverso l'inganno. Combattiamo le sue bugie con il
verità della Parola di Dio. Ef 6: 13-18
b. Per un cristiano, il diavolo è un nemico sconfitto. Gesù ha trionfato su di lui alla Croce e ha rotto il suo
potere (autorità) su di noi. Ora imponiamo la sua sconfitta nelle nostre vite prendendo posizione sulla Parola
di Dio, riconoscendo e resistendo alle sue tattiche e schemi mentali. Eb 2:14; Col 2:15; Matt 4: 1-11
3. La maggior parte di ciò che sappiamo su come funziona Satana e sul fatto che è un nemico sconfitto viene da Paolo.
un. Paolo ricevette il vangelo che predicava direttamente da Gesù, che lo incaricò di liberare gli uomini
dall'autorità di Satana. Atti 26: 16-18; Gal 1: 11,12
1. Paolo lo realizzò predicando Gesù (la sua morte, sepoltura e risurrezione). Quando le persone
credi in Gesù, sono tradotti dal regno e dall'autorità di Satana. Col 1:13
2. Paolo ci riuscì informando gli uomini su come funziona il diavolo e istruendoli
come riconoscere e gestire le sue tattiche. Ef 6: 10-18
b. In questa lezione vogliamo discutere di Paolo e del diavolo. Come ha funzionato il diavolo nella vita di Paolo? Come
aveva a che fare con Satana? Non vediamo Paolo nel timore del diavolo né lo vediamo rimproverare Satana
dal suo carrello degli asini.

1. Atti 16: 16-34 – Paolo e Sila furono arrestati, picchiati e incarcerati nella città di Filippi. Il loro crimine?
Paul scacciò un diavolo da una schiava. Lo spirito le ha permesso di raccontare fortune e i suoi padroni hanno fatto soldi
fuori da questa capacità. In prigione i due uomini lodarono Dio e furono liberati dal potere di Dio.
TCC – 942
2
un. È altamente improbabile che questa sia stata una risposta emotiva alle loro circostanze. Nel contesto di
i molti problemi che affrontò mentre predicava il Vangelo, Paolo scrisse in II Cor 6:10 di sentimento
doloroso ma gioente (una forma della stessa parola traduce gioia in Giacomo 1: 2).
b. Paolo e Sila hanno lodato Dio perché è sempre degno di lode, è la risposta appropriata.
Sapevano cosa dice la Scrittura: Sal 34: 1 - La sua lode sarà continuamente nella mia bocca. Ps
119: 62 – A mezzanotte ti ringrazierò.
2. Poiché il diavolo lavora attraverso i pensieri, consideriamo che tipo di pensieri hanno avuto Paolo e Sila quando
erano in prigione. Avrebbero dovuto combattere gli stessi tipi di pensieri come te o me. Paolo stesso
ha scritto I Cor 10: 13 – Nessuna tentazione è venuta su di te che non sia comune a tutta l'umanità (XX sec.).
un. Paolo fece questa affermazione nel contesto dei fallimenti della generazione di israeliti che Dio
liberato dalla schiavitù in Egitto, affermando che tutti affrontiamo le stesse tentazioni che hanno fatto. v11-13
b. Paul ha sottolineato che i loro fallimenti sono stati registrati per impedire ad altri di fare gli stessi errori.
Ha elencato quattro aree specifiche in cui Israele è stato tentato e ha ceduto.
1. v7 – Idolatria. Quando Mosè fu via troppo a lungo sul Monte. Sinai incontro con Dio, si sono sciolti
l'oro e lo formò in un vitello per riportarli in Egitto. Es 32: 1-6
2. v8 – Fornicazione. Nel loro ultimo accampamento prima di entrare in Canaan dopo quarant'anni nel
deserto, alcuni degli uomini dormirono con donne moabite e poi si unirono a loro nel sacrificio
e adorare gli dei di Moab (una regione ad est di Canaan). Num 25: XX
3. v9 – Dio tentato. Quando arrivavano in un luogo senza acqua, mettevano in dubbio la presenza di Dio
con loro e cura di loro. Es 17: 2; 7 – Il popolo discusse con Mosè e mise alla prova il Signore
dicendo: "Il Signore si prenderà cura di noi o no" (NLT)?
4. v10 – Mormorio. Parlavano continuamente di ciò che non avevano e di ciò che non era giusto,
incolpando Mosè e persino Dio per le loro circostanze. Es 15:24; 16: 2; 17: 2; Num 14: 6; 21: 5
c. È difficile vederlo come qualcosa di diverso da una scena del film "I dieci comandamenti".
Ma queste erano persone vere come te e me. Erano caduti in carne, menti non rinnovate e imperfetti
personalità. E quando hanno incontrato le sfide della vita, non le hanno gestite bene.
1. Israele è stato gloriosamente liberato dalla schiavitù in Egitto (evento reale, persone vere, ma immagini
la nostra redenzione attraverso Gesù). Hanno incontrato avversità inaspettate. Dovevano passare
attraverso un deserto selvaggio e tutti gli ostacoli che presentava (poco cibo o acqua; serpenti).
Non avevano mai visto la terra in cui erano diretti, non sapevano come arrivarci o cosa fare
aspettarsi una volta arrivati.
2. Quali pensieri sarebbero passati per le loro menti, naturalmente o con l'aiuto di
diavolo: Questo non sta andando come avevamo pianificato. Torniamo da dove veniamo. L'abbiamo avuto
meglio in Egitto. Almeno sapevamo cosa aspettarci. Dopo tutto quello che abbiamo passato, ci meritiamo
divertirsi un po 'con queste belle ragazze. Dio è stato ingiusto con noi. Perché sta succedendo?
3. Possiamo vedere la progressione nei loro pensieri e comportamenti: v7 - Torna ai vecchi modi di
adorare come facevano in Egitto. v8 – Cedi ai desideri carnali anche se Dio dice di no.
v9 – Dubita della cura e del provvedimento di Dio. v9 – Sii ingrato per ciò che ha già fatto per te.
d. Anche se il testo non dice che queste persone sono state influenzate dal diavolo, sulla base di altre
cose che Paolo scrisse (10 Cor 13, XNUMX), sappiamo che lo erano. Ricordi la chiesa di Salonicco? Paolo
predicò lì per tre settimane e poi fu cacciato di città dalla persecuzione.
1. Mandò Timothy a controllarli quando non riuscì a tornare. Era preoccupato che il
il tentatore aveva approfittato delle persecuzioni per rubare loro la Parola di Dio. I Tess 3: 1-5
2. Qual era la Parola di Dio per Israele? Dio ha detto: ti libererò dall'Egitto e ti porterò dentro
Canaan. Ti guiderò, guiderò e provvederò a te. Fidati di Me e obbediscimi. Senza dubbio avevano
pensieri (dardi infuocati di Satana) volti a minare tutte le promesse di Dio a loro.
3. Ritorno a Paolo e Sila in prigione. Hanno colpito avversità inaspettate, soffrono di dolore fisico e sono vulnerabili
pensieri: dopo tutto quello che hai fatto per servire il Signore, questo è il ringraziamento che ricevi? Che cosa accadrà?
Potresti essere giustiziato. Hai avuto di meglio quando eri fariseo. Ma hanno chiuso tutto
TCC – 942
3
lode a Dio e ha aperto la porta all'aiuto e alla potenza di Dio.

1. Le persone discutono su quale fosse la spina. Alcuni erroneamente affermano che fosse una malattia che Dio ha rifiutato di guarire.
Ma Paolo afferma chiaramente che la spina nella carne era un messaggero di Satana.
un. La parola greca messenger tradotto è AGGELOS (usato oltre 180 volte nel Nuovo Testamento).
Significa sempre un essere o una personalità. Thorn è letteralmente usato nelle Scritture per significare un reale
spina o figurativamente per riferirsi a persone problematiche. Num 33:55; Josh 23:13; Giudici 2: 3
1. Questa "spina" proveniva da Satana, non da Dio. (Dio e il diavolo non stanno lavorando insieme.) Era un
essere problematico (angelo caduto, diavolo) inviato a molestare Paolo. Lo colpì o lo colpì ripetutamente.
2. Paolo si riferiva all'opposizione di questo messaggero come un'infermità. Ha definito ciò che intendeva dire
per infermità alcuni versi precedenti (II Cor 11: 23-29). Erano le persecuzioni e le difficoltà
affrontò mentre predicava il Vangelo. Si noti che la malattia e la malattia non sono menzionate.
b. Le persone credono erroneamente che la spina sia stata data per mantenere umile Paolo. Non ha senso. Perché
il diavolo sarebbe interessato a sviluppare un carattere simile a Cristo in uno dei più efficaci di Dio
servitori? La spina venne per rubare la Parola di Dio al popolo a cui predicava Paolo.
1. Paolo aveva ricevuto un'enorme rivelazione da Dio (v1-4). Satana non voleva il messaggio di Paul
per essere accettato così mandò un angelo caduto per molestare Paolo e il suo ministero.
2. Ciò è coerente con la descrizione degli eventi nel Libro degli Atti. Paul sarebbe andato in una città
predicare e qualcuno o qualcosa avrebbe sollevato la folla. Paul sarebbe stato assalito, messo dentro
carcere o buttato fuori città. Atti 13:45; 14: 2-6; 19: 21-41; eccetera.
A. Il messaggero venne per impedire a Paul di essere esaltato. Exalted è composto da due greci
parole: HUPER (sopra) e AIRO (da sollevare; usato letteralmente per le vele delle navi).
B. La conoscenza della Parola di Dio può sollevare chiunque al di sopra delle sfide della vita. Anche Satana venne
rubare la parola da Paolo attraverso la spina per impedirgli di essere sollevato sopra, da
essere vittorioso in mezzo a circostanze estremamente difficili.
3. Questo non solo ha suscitato folle rabbia influenzandoli con pensieri e presa
vantaggio dei loro difetti, ha anche lavorato sulla mente di Paul. Come lo sappiamo? Paolo è l'unico
chi ci ha detto che funziona così il diavolo.
2. Lascia questo passaggio per un momento e considera ciò che Paolo disse in Rom 5: 3. Ha scritto che ha gloriato
tribolazione. Questa stessa parola è tradotta gioire (v2) e gioia (v11). Significa letteralmente vantarsi.
un. Paolo conosceva l'importanza di gioire o vantarsi di Dio di fronte alla tribolazione. Quello è
quale lode  vantarsi o proclamare chi è Dio e cosa fa.
b. Paolo disse che si vantava nella speranza della gloria di Dio (questa gloria è una parola greca diversa).
Gloria è che Dio si manifesti o si mostri in qualsiasi modo scelga (lezioni per un'altra volta).
1. Paolo disse: mi vanto di Dio nella tribolazione (lo lodo) con l'attesa fiduciosa (speranza)
che manifesterà o dimostrerà se stesso e il suo potere nelle mie circostanze.
2. Quindi Paolo continuò dicendo esattamente quello che dice Giacomo 1: 2-4: La tribolazione fa pazienza, dà
opportunità di esercitare resistenza. Se manteniamo la nostra posizione vedremo la dimostrazione di Dio.
3. v3 – E non solo così, ma ci rallegriamo anche delle nostre tribolazioni (ASV), trionfiamo anche nel nostro
problemi (Moffatt) sapendo che la tribolazione provoca perseveranza (NASB) e resistenza
porta la prova che abbiamo superato la prova e questa prova è il terreno della speranza (NEB) e della speranza
non delude (NASB). Vedremo la liberazione di Dio se manteniamo la nostra posizione.
3. Ritorno alla spina nella carne. Quando Paolo chiese a Dio di rimuovere la spina, stava chiedendo al Signore di fare
qualcosa che non ha promesso di fare (togli il diavolo). Satana è attualmente il dio di questo mondo (II
Cor 4: 4) e continuerà le sue attività fino al ritorno di Gesù. (È stato giudicato ma non ancora soggiogato.)
un. Paul (come noi) ha attraversato un processo di apprendimento. Le istruzioni di Dio al suo popolo riguardo a Satana
è: sottomettiti a me, resisti al diavolo con fermezza nella fede e fuggirà da te. Giacomo 4: 7; I Pet 5: 9
1. Paolo ha imparato quella lezione. È lui che ha scritto Ef 6:13 - Prendi l'armatura di Dio (Sua
TCC – 942
4
Parola) per resistere nel giorno malvagio ed essere ancora in piedi quando l'attacco è finito.
2. Resistere è la parola "resistere" in Giacomo 4: 7 e I Pet 5: 9. Cosa resistiamo? Le astuzie di
Satana, i pensieri e le bugie che egli presenta alle nostre menti per rubare la Parola nel mezzo di prove.
b. Nel II Cor 12 Paolo stava raccontando qualcosa che era accaduto diversi anni prima. lui
ha raccontato a lui le istruzioni di Dio e ciò che ha imparato da essa. In risposta alla richiesta di Paolo:
1. v9 – Dio gli ha dato la Sua Parola: La Mia grazia, la Mia forza, ti accompagneranno in questo. di Paul
la risposta è stata: quindi, gloria (vanto) nelle mie debolezze perché il suo potere è sufficiente.
Le mie debolezze danno l'opportunità a Dio di mostrare la sua forza dentro e attraverso di me.
2. Paolo non si stava seccando nelle sue incapacità. Piuttosto, ha ricevuto il messaggio: non ho potere
me stesso per fare questo, per affrontarlo. Ma Dio lo fa. Questo è ciò che Dio disse a re Giosafat
II Cron 20: 15,17. Farò quello che non puoi fare. Sono la tua forza e la tua vittoria.
c. Paolo sapeva dalla Parola di Dio che nulla poteva venire contro di lui più grande di Dio. lui
sapeva che quando era impotente e impotente, Dio era il suo aiuto e il suo potere. E ha imparato il
importanza di proclamare queste verità di fronte alle sfide che ha dovuto affrontare.
4. Grazie a ciò, Paolo fu sollevato in alto nelle sue circostanze e fu in grado di descrivere le sue tribolazioni,
persecuzioni e afflizioni come luce perché Dio lo ha rafforzato interiormente. II Cor 4: 16,17
un. Ciò non significa che gli piacesse o fosse felice delle sue prove (II Cor 6:10). Significa che non l'hanno fatto
appesantirlo. Il diavolo non ebbe successo. Non ha rubato la Parola di Dio da Paolo.
b. Paul ha anche chiamato i suoi molti problemi momentanei. Aveva una prospettiva eterna. Lo ha capito
c'è di più nella vita oltre a questa vita. In confronto alla vita a venire, anche una vita di guai
è nulla. Nella vita a venire c'è la restituzione e la ricompensa per le difficoltà e le perdite attuali.
c. v18 – Era in grado di mantenere la sua prospettiva considerando mentalmente (guardando) realtà invisibili.
1. Sapeva: Dio Onnipotente era con e per lui, lavorando bene per male, causando tutto
servire i Suoi scopi di massima gloria e massimo bene (lezioni intere per un altro giorno).
2. Elogio a Dio, vanto di Dio, in mezzo alle difficoltà della vita aiutò Paolo a mantenere la concentrazione
sulla realtà così com'è e non solo come appaiono le cose nel momento.
d. L'ultima volta che Paul è stato in prigione (tra poco sarà eseguito) le ultime parole che ha scritto sono state: Il Signore lo farà
liberami e preservami nel suo regno celeste (II Tim 4:18). Come potrebbe eventualmente dirlo
quello? Stava per morire e lo sapeva.
1. L'ha proclamato perché sapeva che non c'è niente di più grande di Dio. Perfino la morte non sconfigge
Dio. C'è vita, prima in Cielo e poi sulla Terra, resa nuova quando Gesù ritorna.
2. Paolo fu sollevato sopra perché aveva imparato a mettere a tacere gli attacchi mentali del diavolo proclamando
Spada di Dio. E la lode a Dio lo ha aiutato a farlo.