GESÙ, L'IMMAGINE DI DIO

Scarica PDF
GESÙ È DIO
L'UOMO-DIO
GESÙ, L'IMMAGINE DI DIO
GESÙ FA PIACERI DI PADRE
PROTEGGITI
SUPERNATURALE NON NATURALE
IL VERO VANGELO

1. Pertanto, stiamo esaminando l'unica fonte di informazioni completamente affidabile su Gesù: la Parola scritta di Dio, la Bibbia. Stiamo esaminando chi è Gesù, perché è venuto, così come il messaggio che ha predicato. Vogliamo essere certi di essere attrezzati per riconoscere e respingere i falsi cristi.
un. I cristiani sono vulnerabili all'inganno da falsi cristi e falsi profeti per diverse ragioni.
1. La lettura della Bibbia è costantemente bassa tra i cristiani (anche quelli sul pulpito), lasciandoli senza uno standard oggettivo in base al quale giudicare coloro che affermano di predicare Cristo.
2. Viviamo e siamo influenzati da una cultura che ora basa la verità su come ci sentiamo per qualcosa piuttosto che sui fatti oggettivi della situazione. Questa pratica è penetrata nella chiesa, poiché i cristiani che professano diventano sempre più inclini a mettere i sogni, le visioni e le cosiddette parole del Signore alla pari o addirittura al di sopra della Bibbia.
3. Gran parte dell'insegnamento popolare oggi assomiglia poco al cristianesimo del Nuovo Testamento. È un buon messaggio su come Gesù è venuto per aiutarti a vivere una vita prospera e abbondante. Dà alle persone false aspettative che portano alla disillusione quando la vita diventa difficile.
b. E se qualcuno che rispetti ti dicesse di avere un sogno e, in esso, il Signore ha dato loro meravigliose rivelazioni, insieme a una comprensione più profonda di chi è veramente Gesù.
1. Supponiamo che tutti stiano dicendo che questa persona è così unta che, anche se le sue rivelazioni sono molto diverse, devono essere di Dio. E se ti sembra giusto?
2. Come valuteresti e giudicheresti il ​​suo messaggio e le sue rivelazioni? Potresti farlo? Sei abbastanza competente nelle Scritture da riconoscere il falso insegnamento?
3. L'apostolo Paolo avvertì dei falsi apostoli che si trasformano in apostoli di Cristo, proprio come Satana si maschera da angelo della luce. II Cor 11: 13-15
2. La settimana scorsa abbiamo iniziato a parlare del fatto che molte dottrine imprecise ed eretiche nascono dal non capire che Egli è l'uomo-Dio. Continueremo la nostra discussione in questa lezione.

1. La Bibbia rivela che Dio è un solo Dio (un Essere) che si manifesta contemporaneamente come tre Persone distinte: il Padre, il Figlio (o la Parola) e lo Spirito Santo. Queste tre persone sono distinte, ma non separate. Co-entrano o condividono una Natura Divina.
un. Dio non è un solo Dio che manifesta tre vie: a volte come il Padre, a volte come il Figlio, e talvolta come lo Spirito Santo. Non puoi averne uno senza l'altro. Il Padre è tutto Dio. Il Figlio è tutto Dio. Lo Spirito Santo è tutto Dio.
b. Questo va oltre la nostra comprensione a questo punto della nostra esistenza. Tutti gli sforzi per spiegare la Divinità non sono all'altezza. Possiamo solo accettarlo e poi rallegrarci della meraviglia di Dio Onnipotente.
2. Duemila anni fa la Parola entrò nel tempo e nello spazio e, nel grembo della Vergine Maria, divenne pienamente uomo senza cessare di essere pienamente Dio. Divenne il Dio-uomo (theanthropos), il Figlio di Dio (l'unico Figlio generato o unico). Matt 1: 22-23; Giovanni 1:14
un. I Tim 3: 16 — Paolo, al quale fu personalmente insegnato il Vangelo che predicava da Gesù stesso (Gal 1: 11-12), riferiva a questa incarnazione un mistero: “Senza dubbio il mistero della nostra religione è una grande meraviglia: era reso visibile in forma umana ”(Williams). Paolo scrisse inoltre che:
1. Fil 2: 6-8 — Gesù si umiliò spogliandosi della sua legittima dignità come Dio e assumendo la forma o la natura (morphe) dell'uomo. Ha velato la sua divinità, si è volontariamente limitato. Non ha usato i suoi attributi divini per vivere sulla terra.
2. Eb 2: 9: si è abbassato. La parola abbassata significa diminuire di rango o influenza; per abbassare. Gesù lo fece in modo da poter gustare la morte o morire per i peccati degli uomini.
b. Il fatto che Gesù sia chiamato il Figlio di Dio a volte confonde le persone. Credono erroneamente che, poiché è il Figlio, è un essere creato o che è in qualche modo inferiore a Dio.
1. Gesù non è un essere creato. È eterno (senza inizio o fine) e infinito non limitato da tempo e spazio). Preesisteva con il Padre. Giovanni 1: 1-2
2. Gesù è il Figlio di Dio, non perché è nato a Betlemme, ma perché è Dio.
A. Nei tempi biblici, la frase figlio di era spesso usata per indicare "uno che possiede le qualità di suo padre o dell'ordine di". I Re 20:35; II Re 2: 3; 5; 7; 15; Neh 12:28).
B. Quando Gesù disse che era il Figlio di Dio, stava dicendo che è Dio. Questo è esattamente il modo in cui gli ebrei ai quali Gesù parlò lo capirono. Giovanni 5: 17-18; John10: 30-33
c. Quando Gesù è entrato in questo mondo, ha assunto la carne o una natura umana piena. Non ha smesso di essere Dio, né si è trasformato in un uomo. Non era Dio che viveva temporaneamente in un corpo umano. Era ed è Dio diventato uomo senza cessare di essere Dio. Matt 1: 23-24; Atti 2:22; Atti 17:31; I Tim 2: 5; eccetera.
1. Gesù non è il Padre. Più di 50 volte nel Nuovo Testamento il Padre e il Figlio sono visti come distinti all'interno dello stesso verso. II Cor 1: 3; Fil 2:11; 2 Giovanni 22:XNUMX; eccetera.
2. Quando Gesù ha pregato il Padre, se Gesù è anche il Padre, allora stava pregando per se stesso. E, quando parlava e parlava di suo padre come faceva spesso, allora parlava con se stesso di se stesso. Giovanni 5:19; Giovanni 8:29; eccetera.
3. Quando Gesù disse: "Se mi hai visto, hai visto il Padre", non stava dicendo che è il Padre. Piuttosto, ha mostrato come è il Padre pronunciando le parole del Padre e facendo le opere del Padre con la potenza del Padre in Lui. Giovanni 14: 10-11; Atti 10:38
3. In Col 1: 15-18 Paolo fa una classica dichiarazione su chi è Gesù. È l'immagine del Dio invisibile, il primogenito di ogni creatura.
un. v15: la parola immagine (eikon) indica la sostanza o l'incarnazione essenziale di qualcosa o qualcuno. Gesù è la sostanza o l'essenza stessa di Dio. Chi è una riproduzione e manifestazione derivata della divinità assoluta (Wuest); È la somiglianza esatta del Dio invisibile (Amp).
b. v15 — Firstborn non significa un essere creato. Sarebbe una completa contraddizione della dichiarazione appena fatta e dei versi che seguono. Firstborn significa preminente (ovvero la First Lady).
1. v16: questo passaggio enfatizza la preminenza o la superiorità di Cristo. È il Creatore di tutti perché è Dio. Gen 1: 2; Isa 42: 5; Isa 45:18; eccetera.
2. Esisteva prima che tutte le cose fossero create e le sostenesse tutte. v17 — Ed Egli stesso esisteva prima di tutte le cose e in Lui tutte le cose consistono — coesistono, sono tenuti insieme (Amp).
c. v18 — Gesù non dipende da niente o da nessuno per la sua esistenza. È l'inizio (arche) che significa l'origine o la vera causa della creazione. È la prima causa non creata.
4. Gesù è l'uomo-dio. Dio è diventato uomo senza smettere di essere Dio. Mentre sulla terra non ha vissuto come Dio. Ha vissuto come un uomo in dipendenza da Dio come suo Padre.
un. Quando la Parola ha lasciato il Cielo e si è incarnata, si è umiliato e ha assunto un ruolo di sottomissione al Padre come parte dell'attuazione del piano di redenzione. La differenza di funzione non significa inferiorità in natura.
b. Le persone applicano erroneamente i versetti della Bibbia riguardo a Gesù perché non riescono a determinare se il passaggio si riferisce alla natura umana di Gesù o alla sua natura divina. Per esempio:
1. Giovanni 14:28; Giovanni 10: 29 — Quando Gesù disse che Suo Padre è più grande di tutti, più grande di Lui stava parlando della sua natura umana. Come facciamo a sapere (oltre a tutto ciò che abbiamo già detto)? Perché le sue altre dichiarazioni confermano la sua divinità.
A. Leggi Giovanni 10: 30 — Gesù disse: Io e mio Padre siamo uniti. "Mio" non è nel testo originale greco. Si legge letteralmente: io e il Padre siamo uno.
B. Io e il Padre siamo uno in sostanza (Wuest); in tutti gli attributi della Divinità (Clarke).
2. Alcuni fraintendono Giovanni 20:17 nel senso che Gesù è stato creato perché ha riconosciuto Dio come Padre e Dio. Gesù parlava della sua umanità, della sua natura umana.
A. Gesù chiamò Dio suo Dio perché l'uomo Gesù non era un ateo: il suo Dio era Dio.
B. Nota che solo pochi versi dopo, quando uno dei Suoi apostoli lo chiamò Dio (theos), Gesù non lo correggeva, ma invece lo benedisse. Giovanni 20: 28-29

1. La scorsa settimana abbiamo discusso del fatto che nessun essere umano nel nostro attuale stato mortale e corrotto può vedere il volto di Dio o la pienezza della sua perfezione, uno, perché è invisibile, ma anche perché non possiamo sopportarlo.
un. Di conseguenza, Dio ha permesso agli uomini di vederlo solo in una forma che possono sopportare. Quando Mosè chiese di vedere la gloria di Dio, gli fu permesso di vedere solo le parti posteriori di Dio. Es 33: 18-23
b. Questo è un argomento per un altro giorno, ma per ora, considera questo punto. Gesù (la Parola) è la manifestazione visibile di Dio invisibile sia nell'Antico che nel Nuovo Testamento. Ha fatto numerose apparizioni al suo popolo nell'Antico Testamento prima di assumere carne, prima di incarnarsi.
1. I Cor 10: 1-4 — Gesù andò con gli israeliti a Canaan dopo la loro liberazione dalla schiavitù in Egitto. La roccia che li seguiva (letteralmente, andava con loro) era Cristo.
2. I Cor 10: 9 — Israele si è messo nei guai quando ha tentato Cristo lungo la strada dubitando della sua cura e provvedimento per loro.
3. Eb 11: 24-26: Mosè scelse di soffrire afflizioni con il suo popolo perché riteneva che i rimproveri di Cristo fossero migliori delle ricchezze dell'Egitto. Mosè conosceva Gesù preincarnato.
2. Gesù si fece carne per poter morire per i nostri peccati. Ma fino alla crocifissione, ebbe un'altra importante missione: rivelare più di Dio agli uomini. Gesù è la piena rivelazione di Dio all'uomo. È la manifestazione visibile di Dio agli esseri creati.
un. Eb 1: 1-2 — Dio ci ha parlato in questi ultimi giorni “in Colui che per natura è [Suo] Figlio (Wuest). (La parola His non è nel greco originale. Ricorda cosa significò Figlio per quelle persone.)
1. Eb 1: 3 — Gesù, nella sua incarnazione, è la piena rivelazione di Dio all'uomo. L'immagine espressa, in greco, ha l'idea di un timbro o di un'impressione come in una moneta o in un sigillo. Tutte le caratteristiche nel sigillo corrispondono all'impronta fatta da esso.
2. Una rappresentazione esatta del suo stesso essere (Rotherham); stessa immagine della sua sostanza (ASV); espressione impeccabile della natura di Dio (Phillips); è la copia del suo essere (Beck).
b. Giovanni 1: 18 — Nessun uomo ha visto Dio, ma che il Figlio Unigenito (unico) lo ha dichiarato.
1. La parola greca tradotta visto significa fissare e, di conseguenza, discernere chiaramente. È più dell'atto di vedere. È la percezione effettiva di un oggetto. È tradotto percepire (Atti 8:23), visto o conosciuto (I Giovanni 3: 6), e prestare attenzione (Matteo 18:10).
2. Giovanni 1: 18 — Divinità assoluta nella sua essenza che nessuno ha mai visto. Dio generato in modo univoco, Colui che è nel seno del Padre, che Uno ha pienamente spiegato la divinità. (Wuest)
3. Alla conclusione di quella che chiamiamo l'ultima cena Gesù pregò Dio Padre. Giovanni 17
un. v1-2: è giunto il momento. Glorifica (attribuisci gloria o onore a tuo Figlio) in modo che possa restituirti gloria. Gli hai dato potere (autorità) su tutta la carne per dare la vita eterna agli uomini.
1. v3 — E questo è il modo di avere la vita eterna — per conoscerti, l'unico vero Dio e Gesù Cristo, quello che hai mandato sulla terra. (NLT)
2. v4-5 — Ti ho glorificato sulla terra e ho finito il lavoro che mi hai fatto fare. Ti ho dato gloria (Base); Ti ho portato onore sulla terra (Phillips). Glorificami con la gloria che avevo con te prima che iniziasse il mondo. (Gesù conosceva una preesistenza con il Padre).
b. v6: ho dichiarato il tuo nome. Il nome (onoma) è stato usato per un nome reale, ma è stato anche usato per tutto ciò che implica un nome: autorità, carattere, rango, maestà, potere, eccellenza. v5 — Ho manifestato il tuo nome — ho rivelato il tuo stesso Sé, il tuo vero Sé (Amp).
1. Gli ebrei del I secolo conoscevano Dio con il nome di Geova e tutti gli altri nomi indicati nell'Antico Testamento. Ma Gesù diede loro un nuovo nome per Dio: Padre.
2. Gli uomini e le donne della Vecchia Alleanza non si riferivano a Dio come a Padre. Chiamarono Abramo, Isacco e Giacobbe loro padre. Giovanni 6:31; Giovanni 8:53; Luca 16:24; eccetera.
A. Dio era il Padre di Israele in generale come Creatore, Liberatore e Creatore di alleanze (Eso 4: 22-23). Ma non avevano idea di una relazione padre-figlio individuale tra Dio e l'uomo. Erano in effetti servitori di Dio rispetto ai figli nati da Dio (I Giovanni 5: 1; Giovanni 1:12; Giovanni 3: 3-5; ecc.). (Nessuno è nato da Dio davanti alla Croce.)
B. Ricorda, i farisei si arrabbiarono quando Gesù chiamò Dio suo Padre. Dissero che era una bestemmia per un uomo parlare di Dio in questi termini. Giovanni 5: 17-18; Giovanni 10: 30-33
4. Gesù venne sulla terra in parte per rivelare un aspetto precedentemente velato del carattere e del piano di Dio: è un Padre che vuole figli e figlia. Ef 1: 4-5
un. Attraverso i suoi insegnamenti, Gesù ha introdotto l'idea di un Dio come un Padre che si prende cura dei suoi figli. Questo era un concetto rivoluzionario per il suo pubblico.
1. Matteo 6: 9-13 — Quando Gesù diede il modello di preghiera che chiamiamo Preghiera del Signore, non ci stava dando una preghiera per memorizzare e recitare. Stava presentando l'idea di guardare a Dio come tuo Padre e di andare da Lui per aiuto e provvidenza.
2. Matteo 6: 25-34 — Gesù disse ai Suoi seguaci che come il Padre si prende cura degli uccelli e dei fiori. Molto più prenderà cura dei Suoi figli e figlie mentre cercano Lui e la Sua giustizia.
3. Matteo 7: 7-11: Gesù ci autorizzò a pensare a Dio come a un Padre che è migliore del miglior padre terreno.
b. Gesù, nella sua umanità, ha dimostrato il tipo di relazione che il Padre vuole avere con i Suoi figli. Gesù sapeva che il Padre lo amava, era con lui, ascoltava le sue preghiere e lo avrebbe provveduto. Giovanni 6:11; Giovanni 11:42; Giovanni 16:32; Giovanni 17:26; Matt 26:53; eccetera.
5. La Parola ha assunto una natura umana in modo che potesse morire per i nostri peccati e rendere possibile che i peccatori si trasformassero in figli e figlie di Dio santi e giusti.
un. Nella sua umanità Gesù dimostrò il tipo di figli che Dio vuole. Gesù è il modello per la famiglia
1. Rom 8: 29 — Per coloro che ha preconosciuto — di cui era consapevole e amato in anticipo — Ha anche destinato fin dall'inizio (preordinandoli) ad essere modellato nell'immagine di Suo Figlio [e condividere internamente la sua somiglianza] (Amp ).
2. Rom 8: 29 — Che Lui (Gesù) potesse diventare il primogenito tra molti fratelli: il maggiore tra molti fratelli (XX sec.). Il primogenito ha l'idea del capo o della testa di tutti i redenti: il primo uomo ad uscire dalla morte.
b. Grazie al sacrificio di Gesù possiamo essere, essere e essere glorificati - elevati a una dignità e condizione celesti [stato di essere] - figli di Dio come Gesù (Rom 8:30, Amp). (lezioni per un altro giorno)

1. I Cor 1: 9 — Siamo stati chiamati in comunione con il Figlio. La parola comunione deriva da una parola che significa condividere, partecipare. Chi ti ha chiamato per condividere la vita di Suo Figlio (NEB); compagnia e partecipazione con suo figlio (Amp). Questa non è partecipazione alla sua divinità. È partecipazione alla sua umanità come figlio o figlia glorificato, uno che è pienamente glorificante e gradito a nostro Padre.
2. Questo è possibile perché Dio è diventato pienamente uomo senza cessare di essere Dio. Molto di più la prossima settimana!