GESÙ È DIO

La dottrina della trinità
Maggiori informazioni su The Trinity
Dio lo Spirito Santo
Dio Figlio
Gesù è Dio?
Gesù è Dio

1. Mentre leggiamo la Bibbia, vediamo chiaramente che esiste un solo Dio. Tuttavia, vediamo anche chiaramente tre persone che sono Dio: il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo.
un. Tutte e tre le persone possiedono e dimostrano le qualità, le caratteristiche e le capacità di Dio. Lo sono tutti e fanno ciò che solo Dio è e può fare.
b. Dio non è una persona che si comporta come tre persone diverse, né tre persone separate come Pietro, Giacomo e Giovanni che lavorano tutti insieme. C'è un solo Dio, ma ci sono tre persone divine = una cosa, tre chi. Questo è il mistero della Trinità.
c. "Nell'unico Essere che è Dio, esistono eternamente tre persone uguali, vale a dire, il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo." (James R. White)
2. Chi discute contro la dottrina della Trinità afferma che Gesù e lo Spirito Santo non sono Dio. Dicono che Gesù è un essere creato e lo Spirito Santo è una forza.
un. Abbiamo iniziato a considerare la domanda: Gesù è Dio?
b. È importante avere una comprensione accurata di Gesù quando la Bibbia lo rivela, perché, man mano che ci avviciniamo alla fine dei tempi, i falsi cristi diventeranno sempre più comuni. Matt 24: 4,5; 23,24
3. Il cristianesimo è unico. Non si basa sugli insegnamenti di Gesù, si basa sulla persona di Gesù: chi è, cosa è e cosa ha fatto. Giovanni 16: 27-30; 17: 8
4. La Bibbia è molto chiara al riguardo. Gesù era, è e sarà sempre Dio: eterno (senza inizio né fine) e infinito (non limitato dal tempo o dallo spazio).

1. Il Vangelo di Giovanni, più degli altri tre vangeli, sottolinea la divinità di Cristo. In Giovanni 1: 1-18 troviamo una delle presentazioni più chiare del fatto che Gesù è Dio.
un. Contrastando due parole greche per il verbo era, la Bibbia mostra chiaramente che Gesù non ha avuto inizio. È eterno, il che significa che è Dio.
b. Was = EN = esprime un'azione continua nel passato (nessun punto di inizio). Was = EGENETO = indica un momento in cui qualcosa è entrato in esistenza.
c. EN è usato per Jesus (la Parola) v1. EGENETO è usato per tutto il resto (tutte le cose create, Giovanni Battista) v3,6.
2. Alcuni pensano che Gesù sia meno di Dio Padre o di un essere creato, perché è chiamato il Figlio di Dio. Non così!
un. Nei tempi biblici la frase "figlio di" talvolta significava progenie di, ma più spesso significava "dell'ordine di".
b. Quando Gesù disse che era il Figlio di Dio, stava dicendo che era Dio, ed è esattamente così che gli ebrei l'hanno capito. Giovanni 5:18; 10: 30-33
c. Gesù non è il Figlio di Dio perché è nato a Betlemme o perché è un po 'meno di Dio o perché Dio lo ha creato. È il Figlio perché è Dio. Prov 30: 4 (tempo presente = esisteva allora)

1. Gesù non iniziò a Betlemme. La seconda persona della Trinità, il Figlio, lasciò il cielo e l'eternità ed entrò nell'esistenza umana.
un. Ha assunto la carne, non solo un corpo, ma una piena natura umana: spirito, anima e corpo.
b. Questa è l'incarnazione. La Parola, Gesù, fu fatta, assunse carne. Giovanni 1:14
c. L'utilizzo del verbo cambia. Era = EGENETO. In un determinato momento, la Seconda Persona della Trinità, il Figlio di Dio, entrò nell'esistenza umana.
2. Quando il Figlio prese carne, non smise di essere Dio, né si trasformò in uomo.
un. Non era Dio in un corpo umano. Era allo stesso tempo pienamente Dio e pienamente uomo. I Timoteo 3:16 - Questo è il mistero dell'Incarnazione.
b. Matteo 1:23 (Isa 7:14); Emmanuel = il Dio-uomo (THEANTHROPOS).
3. Le persone si confondono sul fatto che Gesù è chiamato il Figlio unigenito di Dio.
Presumono che significhi che è un essere creato o meno di Dio. Giovanni 1: 14,18
un. Tuttavia, la parola begotten = MONOGENES = unique. (Inizia = GENNAO = procreare, a padre.)
b. Gesù è unico. È l'unico uomo che preesisteva con Dio come Dio. È l'unico uomo la cui nascita non ha segnato il suo inizio. È l'unico Dio-uomo.
c. Giovanni 1 - Figlio unigenito - traduzione più letterale: il Figlio unigenito che è Dio.
4. Poiché Gesù era ed è pienamente Dio e pienamente uomo, quando leggi versetti su Gesù, devi determinare se il verso si riferisce all'umanità di Gesù o alla Sua divinità.

1. v1-4 – Innanzitutto, nota il contesto. Paolo non sta affermando la dottrina sulla persona di Cristo.
un. Sta insegnando ai cristiani come umiliarsi per il bene degli altri.
b. v5 – Lascia che questo stesso atteggiamento, scopo e mente [umile] siano in te che erano in Cristo Gesù. - Lascia che sia il tuo esempio in umiltà. (Amp)
2. v6 – Gesù era nella forma di Dio prima di venire in questo mondo.
un. Che pur essendo essenzialmente uno con Dio, e sotto forma di Dio [possedendo la pienezza degli attributi che fanno di Dio Dio] ... (Amp)
b. Eppure era disposto ad abbassare Se stesso - Non pensava che questa uguaglianza con Dio fosse una cosa da afferrare o mantenere con entusiasmo. (Amp)
3. v7– Ma si spoglia [di tutti i privilegi e della legittima dignità] (Amp) - e assume un'altra forma, la forma di un servo, la forma di un uomo.
un. È rimasto Dio, non ha cessato di essere Dio. Dio non può cessare di essere Dio. Ha assunto un'altra forma: quella di un servo, quella di un uomo.
b. Lui, Dio, ha assunto una natura umana e ha scelto di vivere come un uomo in questo mondo.
4. Quando Gesù non si è fatto reputazione (non si è fatto nulla), ha fatto tre cose.
un. Ha velato la sua gloria preincarnata in modo da poter vivere tra gli uomini. Giovanni 17: 3;
Giovanni 12:41; Isa 6: 1-8; Matt 17: 1-8; Giovanni 18: 6; Ap 1:17
b. Si è volontariamente limitato e non ha usato i suoi attributi divini per vivere sulla terra. Come Dio, non ha dovuto percorrere le strade polverose della terra, stancarsi, avere fame, ecc., Eppure lo ha fatto.
c. Lui, la seconda persona della divinità, si è umiliato assumendo la forma dell'uomo. Si è abbassato. Eb 2: 9
5. v8 – Ci dice perché Gesù ha fatto questo. Dio il Figlio si è fatto carne in modo che potesse morire per i nostri peccati. Matteo 20: 27,28; Eb 2: 9,14,15
un. Dio non può morire. Gesù doveva essere un uomo per poter morire per pagare la pena per i nostri peccati.
b. Gesù doveva essere Dio affinché il Suo sacrificio avesse il valore di pagare completamente il prezzo dei nostri peccati, una volta per tutte.
6. Gesù non ha cessato di essere Dio mentre era sulla terra. Ha assunto una natura completamente umana, è diventato veramente uomo pur essendo veramente Dio.
un. Ecco perché potrebbe essere stanco, affamato, tentato di peccare, ecc. Matt 4: 1,2;
Giacomo 1:13; Matt 8:24; Giovanni 4: 6
b. Atti 10:38 – Ecco perché Gesù aveva bisogno di essere unto quando iniziò il ministero.
c. Tuttavia, è per questo che allo stesso tempo potrebbe chiamarsi IO SONO. Giovanni 8:58;
Ex 3:14); Giovanni 3:13; 8: 24,28
7. Lo Spetuagint (una traduzione greca dell'AT ebraico che precede la nascita di Cristo) traduce "Io Sono" in Es 3:14 come EGO EIMI.
un. Nel NT greco, Gesù usa questo termine per se stesso e si identifica con Geova. Gesù si chiama Geova.
b. Quelli che non credono nella Trinità onorano Gesù. Ma, per essere coerenti, devono rispondere a Gesù come fecero gli ebrei: lapidarlo per bestemmia perché si è reso uguale a Dio.
8. La Scrittura insegna la subordinazione di Cristo al Padre. Giovanni 14:28
un. Tuttavia, questa subordinazione è sempre in riferimento a Gesù dopo che ha assunto la carne. Nessuno dei versetti sulla subordinazione si riferisce a Cristo preincarnato. Nessuno si riferisce alla Parola di Dio preesistente.
b. Ogni membro della Trinità ha assunto un ruolo diverso nella redenzione. La Seconda Persona della Trinità lasciò volontariamente il cielo, si umiliò e assunse il ruolo di sottomissione al Padre.
c. La differenza di funzione non significa inferiorità in natura. Uguaglianza di essere e subordinazione in una relazione di lavoro non sono contraddittorie. 11 Cor 3: XNUMX

1. Luca 1: 26-38: l'angelo Gabriele andò da Maria e le disse che stava per dare alla luce il Figlio di Dio. Questa nascita da una vergine sarebbe un adempimento di Isa 7:14.
2. Il nome che l'angelo ha dato a Maria per questo bambino è significativo: Gesù.
un. Significa letteralmente "Geova salva" o "Geova è salvezza".
b. Matteo 1:21 - Nell'originale greco l'ultima parte del versetto sottolinea "È Lui e nessun altro che salverà il Suo popolo dai suoi peccati".
c. Questa è una prova in più che Gesù è Dio. L'OT dice che Geova è l'unico Salvatore. Isa 46: 20-22; 43:11; Osea 13: 4
3. v32 – Gabriel ha detto tre cose significative su Gesù.
un. Sarebbe fantastico. Quando non qualificato, quel termine è di solito riservato a Dio.
b. Sarebbe stato il Figlio dell'Altissimo. Figlio = Uno che possiede le qualità di suo padre. Nel pensiero semitico, un figlio era una copia carbone di suo padre.
c. Avrebbe il trono di Davide. Gesù nella sua umanità era un discendente diretto di Davide (Matteo 1: 1) e avrebbe adempiuto le promesse di Dio a Davide.
II Sam 7:16; Sal 89: 3,4; 28-39
4, v34 – Mary ha chiesto come avrebbe potuto avere un figlio senza fare sesso con un uomo.
un. L'angelo spiegò che lo Spirito Santo avrebbe fatto un'opera in lei, rendendola possibile.
b. Lo Spirito Santo prese una cellula da Maria e la purificò, permettendo alla Seconda Persona della Trinità di assumere una vera natura umana. Gen 3:15; Gal 4: 4
c. Dio Figlio prese una vera natura umana senza diventare se stesso meno Dio.
d. Nel grembo di Maria, la divinità e l'umanità erano unite per l'eternità in una sola persona, il Signore Gesù Cristo.
5. Nell'Incarnazione vediamo chiaramente il lavoro della Trinità. Erano coinvolte tutte e tre le persone.
un. Lo Spirito Santo ebbe il ruolo centrale e fu l'agente che portò all'incarnazione. Luca 1:35
b. Tuttavia, il Padre ha preparato un corpo umano per Gesù. Eb 10: 5
c. Cristo inesistente, con un atto della sua stessa volontà, si fece carne. Eb 2:14
6. C'è un punto che dobbiamo chiarire sull'uomo Gesù. Sebbene Gesù fosse ed è pienamente uomo, c'è una grande differenza tra Gesù e ogni altro uomo. Gesù era senza peccato. Luca 1:35; II Cor 5:21; Eb 4:15; Eb 9:14
un. Rom 8: 3 - La sua carne non era peccaminosa. Non aveva una natura peccaminosa (peccato originale). La sua natura umana era come quella di Adamo prima che peccasse.
b. Lo Spirito Santo purificò la cellula da Maria, rendendo possibile a Gesù una vera natura umana, ma non una natura peccaminosa. Luca 1:35
c. Sebbene Gesù fosse pienamente uomo e soggetto alla tentazione, era anche divino e non avrebbe potuto peccare.

1. Quando studiamo la natura di Dio, stiamo prendendo in considerazione cose che vanno oltre la nostra comprensione in questo momento.
un. Possiamo accettarli e crederli perché Dio lo dice, e con timore reverenziale, ammirarlo e adorarlo.
b. Nella Trinità vediamo tre persone e una natura. In Gesù vediamo una persona e due nature.
2. Questo tipo di insegnamento non è irrilevante: è vitale.
un. Oggi la Persona di Cristo viene messa alla prova come mai prima d'ora. I falsi cristi abbondano.
b. È fondamentale che tu abbia informazioni accurate dalla Bibbia in modo da poter riconoscere la contraffazione.
3. Questo tipo di insegnamento non è irrilevante: è vitale.
un. Gesù è sceso al nostro livello per elevarci al suo livello.
b. Stiamo imparando a conoscere il nostro destino. Siamo stati invitati in un regno eterno alla comunione con un Essere infinito che ci ha scelto per la relazione con Lui.
c. Il Padre e il Figlio hanno avuto faccia a faccia, amicizia intima da sempre, e siamo stati invitati a condividere quella relazione. Giovanni 1: 1; 13 Cor 12:XNUMX