LO SPIRITO SANTO SU DI NOI

Cooperare con lo Spirito Santo
Spirito Santo su di noi
Spirito Santo e preghiera
Doni dello Spirito Santo
Qual è il mio regalo?

1. Ogni persona nella Divinità ha assunto un ruolo specifico nella redenzione - salvandoci dai nostri peccati e rendendoci figli e figlie di Dio.
un. Dio Padre pianificò la redenzione e mandò Dio Figlio a morire per i nostri peccati. Ef 1: 4,5; Giovanni 3:16
b. Dio il Figlio lasciò volentieri il cielo e venne sulla terra per prendere il nostro posto sulla Croce e pagare per i nostri peccati. Eb 2: 9,14,15; Matt 20:28
c. Quando Dio Figlio, Gesù, è tornato in cielo, è venuto Dio Spirito Santo e ora opera in noi i benefici di ciò che è stato realizzato attraverso la Croce di Cristo. Tito 3: 5; Giovanni 3: 3,5
2. Nelle ultime lezioni ci siamo concentrati su Dio Spirito Santo. È venuto a fare in noi e attraverso di noi tutto ciò che Gesù ha fatto per noi sulla Croce.
un. Lo Spirito Santo è il membro della Trinità che in realtà si applica a noi e in noi la salvezza che Cristo ci ha fornito sulla Croce.
b. II Cor 13: 14 – Lo Spirito Santo opera in noi e con noi mentre cooperiamo intelligentemente con Lui. Comunione = KOINONIA = partenariato, illuminato: partecipazione; condivisore, associato, compagno.
3. Nelle due lezioni precedenti abbiamo esaminato alcune cose specifiche che lo Spirito Santo è venuto a fare dentro e attraverso di noi e abbiamo visto come cooperare con Lui mentre lavora. In questa lezione, vogliamo chiarire alcuni malintesi comuni sullo Spirito Santo.

1. Primo, alcune cose che Gesù disse. Ricorda, uno dei titoli dati a Gesù è Colui che battezza nello Spirito Santo. Matt 3:11; Marco 1: 8; Luca 3:16; Giovanni 1:33 (con = in)
un. Gesù parlò dello Spirito con, dentro e sopra. Giovanni 14:17; Atti 1: 8
b. Gesù ha parlato di un pozzo d'acqua (vita eterna) in noi e di fiumi di acqua viva (lo Spirito Santo) che sgorgano da noi. Giovanni 4: 13,14; 7: 37-39
c. Gesù disse che il mondo non può ricevere lo Spirito di Verità, ma i figli di Dio possono. Giovanni 14:17; Luca 11:13
d. Nel giorno della risurrezione, Gesù alitò i discepoli per ricevere lo Spirito Santo. Tuttavia, disse loro di aspettare a Gerusalemme lo Spirito Santo che venne su di loro cinquanta giorni dopo. Giovanni 20: 19-22; Luca 24: 36-48; Gen 2: 7; 15 Cor 45: 47-XNUMX;
II Cor 5:17; Atti 1: 4-8; Luca 24:49
2. Nel Libro degli Atti, quando i discepoli cominciarono ad andare avanti e predicare il Vangelo, vediamo due diverse esperienze con lo Spirito Santo.
un. Atti 8: 5-24 – Filippo andò in Samaria, predicò Cristo e il popolo credette.
1. v14-16 – Quando gli apostoli a Gerusalemme seppero delle conversioni, mandarono Pietro e Giovanni a pregare affinché questi credenti ricevessero lo Spirito Santo.
2. v17-19 – Quando gli apostoli imposero i Samaritani, accadde qualcosa di dimostrabile, tanto che Simone lo stregone volle acquistare il potere.
b. Atti 9: 1-18 – Dopo che Saulo (Paolo) si convertì, fu riempito di Spirito Santo.
c. Atti 10: 1-48 – Pietro fu mandato a predicare ai gentili per la prima volta.
1. v6,22,32,33 - Stavano aspettando le parole per dire loro cosa fare. La prima cosa che Pietro disse loro di fare fu credere in Gesù. v43
2. v44-48 – Quindi, lo Spirito Santo cadde su di loro come aveva fatto sui discepoli.
3. In Atti 11 otteniamo maggiori informazioni su ciò che è accaduto ai gentili. v13-18
d. Atti 19: 1-7 – Quando Paolo andò a Efeso, trovò quello che pensava fosse un gruppo di credenti.
1. Chiese loro se avevano ricevuto lo Spirito Santo da quando credevano?
2. Si è scoperto che non erano ancora stati salvati, quindi Paolo predicò loro Gesù. Quindi, impose loro le mani per ricevere lo Spirito Santo.
3. Otteniamo più informazioni quando guardiamo al primo sermone di Pietro nel giorno di Pentecoste.
un. Pietro predicò la risurrezione di Gesù e il fatto che Egli è il Signore e Cristo, e la folla fu condannata. Atti 2: 14-39
b. v38,39 – Pietro disse loro cosa fare - Pentirsi (credere e invocare Gesù, v21; Luca 24:47), farsi battezzare in acqua, quindi ricevere la promessa del Padre, il dono dello Spirito Santo.
c. Pietro dice che questa promessa è per tutti coloro che Dio chiamerà. V39
4. Notate che per questa seconda esperienza con lo Spirito Santo sono usati diversi termini: battezzato, riempito, bere, ricevere, cadere, versare, fuoco. Perché?
un. In parte è contrastare la tendenza della carne umana a ricavare formule da tutto. E, poiché stiamo parlando di un incontro tra una Persona Divina infinita, onnipotente, onnipresente, lo Spirito Santo e creature finite (noi), le parole mancano.
b. Come può una Persona onnipresente essere inviata e venire il giorno di Pentecoste? Non era attivo sulla terra prima di Pentecoste?
1. Chiaramente, lo era. Ma, ovviamente, c'è qualcosa di unico nel modo in cui lo Spirito Santo ha iniziato a lavorare sulla terra dal giorno di Pentecoste in poi.
2. In OT, lo Spirito Santo si imbatté temporaneamente in sacerdoti, re e profeti per autorizzarli per un lavoro speciale.
3. Ora abita permanentemente tutti coloro che credono nel Signore Gesù.
6 Cor 19:2; Atti 16: 18-XNUMX
5. Il termine definitivo per questa seconda esperienza con lo Spirito Santo è "battezzato nello Spirito Santo" perché è il termine usato in connessione con Gesù e il suo ruolo nell'esperienza.
un. Baptize è una parola greca scritta in lettere dell'alfabeto inglese = BAPTIZO (dalla versione di King James).
b. BAPTIZO = per provocare l'immersione o l'immersione di qualcosa.
6. Considerando i versetti che abbiamo letto, vediamo due aspetti di questa seconda esperienza con lo Spirito Santo.
un. Esternamente, la presenza e il potere dello Spirito Santo viene su un credente e lo circonda, lo avvolge e lo immerge completamente.
b. Interiormente, il credente riceve la presenza e il potere dello Spirito Santo all'interno (come bere) fino a quando non arriva un punto in cui è così pieno, lo Spirito Santo sgorga e scorre fuori come un fiume.
7. E, in ogni caso, è chiaramente affermato o fortemente implicito che ci fu una manifestazione fisica dimostrabile quando lo Spirito Santo fu sparso sulle persone.
un. Le manifestazioni variano (lingue di fuoco, profezia, adorazione, ecc.), Ma c'è una manifestazione comune a tutte loro: parlare in lingue.
Atti 2: 4,33,38,39; Atti 10:46; Atti 19: 6; Atti 8: 18,19; 9:17; 14 Cor 18:XNUMX
b. Nel caso della conversione dei primi Gentili, gli apostoli accettarono la manifestazione delle lingue come prova che i Gentili avevano ricevuto la stessa cosa che avevano ricevuto. Atti 10: 45-47
8. Qual è lo scopo di questa seconda esperienza? Dà allo Spirito Santo un maggiore accesso a noi. Diamo di più a noi stessi.
un. Atti 1: 8 – Gesù disse ai Suoi seguaci nati di nuovo che avrebbero ricevuto potere (DUNAMIS) o abilità quando lo Spirito Santo sarebbe sceso su di loro.
b. Il battesimo nello Spirito Santo è la porta del soprannaturale nelle nostre vite. Gesù non fece miracoli finché lo Spirito Santo non venne su di Lui. Atti 10:38;
John 1: 33; 2: 11

1. Una lezione come questa fa sorgere una domanda ovvia. Perché insegnare questo tipo di cose a persone che sono principalmente carismatiche?
un. Più accurata conoscenza abbiamo di queste cose, più intelligentemente possiamo cooperare con il Signore.
b. Molti cristiani che hanno avuto questo secondo incontro con lo Spirito Santo hanno l'esperienza ma mancano di comprensione e, attraverso l'ignoranza, rimandano altri cristiani.
2. Alcuni cristiani affermano erroneamente che se non sei stato battezzato nello Spirito Santo, non hai lo Spirito Santo. Questo non è corretto
un. Chiunque abbia creduto ai fatti del Vangelo e abbia confessato Gesù come Signore è nato dallo Spirito di Dio. Giovanni 3: 3,5; Tito 3: 5
b. Lo Spirito Santo mette la vita eterna (che è la vita di Dio) nel tuo spirito alla nuova nascita. Ovviamente, c'è un senso in cui quando hai la vita di Dio in te, lo Spirito Santo è in te perché Dio è onnipresente. Quindi, chiunque sia rinato ha lo Spirito di Dio.
c. Tuttavia, la Bibbia menziona chiaramente due esperienze con lo Spirito Santo: lo Spirito interiore e lo Spirito sopra o nato dallo Spirito e battezzato nello Spirito.
3. Alcuni cristiani dicono che non ci sono due esperienze distinte con lo Spirito Santo - che la nuova nascita e il battesimo nello Spirito Santo sono due facce della stessa medaglia. Sono modi diversi di descrivere l'esperienza della salvezza. Altri dicono che c'è una seconda esperienza, ma è una seconda opera di grazia o santificazione che ti libera dal peccato.
un. Ma nessuna di queste idee coincide con gli eventi registrati in Atti.
b. La Bibbia descrive chiaramente due esperienze con lo Spirito Santo: lo Spirito dentro e lo Spirito sopra, o nato dallo Spirito e battezzato nello Spirito.
c. Il modello delle Scritture è costituito da due esperienze distinte, la seconda delle quali è evidenziata parlando in altre lingue e talvolta in altre manifestazioni.
4. Alcuni cristiani lottano con il battesimo nello Spirito Santo a causa degli eccessi che vedono o sentono nei circoli pentecostali e carismatici.
un. Tuttavia, reagire agli errori altrui può spesso portare a uno squilibrio da parte di chi reagisce. Tendono a buttare fuori il bambino con l'acqua del bagno.
b. Non possiamo buttare via qualcosa perché alcune persone lo usano impropriamente. Dobbiamo concentrarci su: cosa dice la Bibbia?
5. Alcuni cristiani basano le loro convinzioni in quest'area sull'esperienza: ho pregato per le lingue e non è successo niente, quindi non può essere reale. Ma non possiamo basare ciò in cui crediamo sull'esperienza.
6. Alcuni sostengono che la seconda esperienza, il battesimo nello Spirito Santo, terminò quando morì l'ultimo apostolo. Non c'è nulla nelle Scritture che indichi anche questo. 13 Cor 8: XNUMX
7. Una cosa che rende più difficile discutere questo è il fatto che viviamo quasi duemila anni dopo che si sono verificati gli eventi nel Libro degli Atti.
un. Abbiamo duemila anni di incredulità e disinformazione da risolvere.
b. Dobbiamo imparare a mettere tutto da parte quando leggiamo la Bibbia.
c. Se non sapessi altro che ciò che dice il NT sullo Spirito Santo e sulla sua opera, quale sarebbe il mio concetto di Lui e della sua opera?
8. Devi capire che tutto ciò che è stato scritto sullo Spirito Santo nelle epistole è stato compreso dai primi cristiani nel contesto del Libro degli Atti.
un. Nell'epistola agli Efesini lo Spirito Santo è menzionato quattordici volte.
b. Atti 19: 1-20 - ci dice quale sarebbe stato il contesto di quell'epistola per gli Efesini. Quando studiamo la Bibbia dobbiamo sempre chiederci cosa significa questo per loro, non cosa significa per me. Ef 5: 18,19; 6:18
9. A volte viene sollevata la questione - non ci sono riempimenti aggiuntivi con / dallo Spirito Santo dopo il battesimo nello Spirito Santo. Esempi: Atti 4: 8,31
un. Incontriamo immediatamente difficoltà nel cercare di capire e spiegare come un Essere infinito può dimorare e lavorare attraverso esseri finiti e le nostre parole non sono all'altezza.
b. Ciò che vediamo in questi casi non è che lo Spirito Santo sia andato da qualche parte o che gli apostoli avessero bisogno di un'altra esperienza di Atti 2: 4.
c. Vediamo la collaborazione o la comunione che dovrebbe avvenire tra i credenti e lo Spirito Santo. Sorse un bisogno e i discepoli dipendevano dall'Assistente, il Consolatore, che era lì con l'abilità e il potere di cui avevano bisogno. Luca 12: 11,12; 23-33
d. Ef 5: 18,19 – Sii riempito. Questi versetti ci danno istruzioni su come cedere continuamente allo Spirito di Dio in noi.

1. Lo Spirito Santo è il dono o la promessa di Dio Padre alla Chiesa, ai Suoi figli.
Luca 24:49; Atti 1: 4; 2:39; Gal 3: 13,14
un. Un Dio tutto saggio e amorevole ha sicuramente scelto il miglior regalo per i Suoi figli.
b. Ricorda, Gesù disse che era opportuno che tornasse in cielo in modo che lo Spirito Santo potesse venire. Giovanni 16: 7
2. C'è qualcosa di straordinariamente utile nel dare allo Spirito Santo il massimo accesso possibile a te e imparare a cooperare con Lui mentre lavora nella tua vita.
3. Lo Spirito Santo è in noi, pronto ad aiutare, pronto ad amministrare più grazia e vita.
un. È qui per mostrarci le cose che ci sono state fornite attraverso la Croce. 2 Cor 12:14; Giovanni 26:16; 13:XNUMX
b. È qui per portare nelle nostre vite le cose che ci sono state fornite attraverso la Croce. Fil 2:13; II Cor 3:18
4. Collaboriamo con questa Divina Persona, lo Spirito Santo, dandogli il massimo accesso a noi, imparando ciò che la Croce ci ha fornito, credendolo e pronunciandolo. Rom 10: 9,10; Filemone 6; Ef 5: 18,19