LA PAROLA DI DIO È VERITÀ

Scarica PDF
LEGGI LA PAROLA DI DIO
UNA NUOVA VISTA DELLA REALTÀ
TESTIMONIANZA SUGLI OCCHI
UN RECORD AFFIDABILE
LA PAROLA DI DIO È VERITÀ
ADORO LA BIBBIA
COSTRUISCI UN QUADRO

1. La seconda venuta di Gesù Cristo è molto vicina. La Bibbia ha molto da dire sulle condizioni di questo mondo al tempo in cui ritorna (molte lezioni per un altro giorno). Il punto per noi è che queste circostanze non verranno fuori dal vuoto. Si stanno installando anche adesso, e dobbiamo occuparcene.
un. Siamo negli ultimi ultimi giorni di questa era attuale. Dobbiamo essere consapevoli dei tempi in cui ci troviamo ed essere preparati per ciò che sta arrivando sulla terra.
1. Nelle ultime settimane abbiamo parlato del fatto che la cosa migliore che puoi fare per prepararti a ciò che è avanti è diventare un lettore sistematico regolare del Nuovo Testamento.
2. Questo significa leggere ciascuno dei suoi libri e lettere (epistole) dall'inizio alla fine ancora e ancora. La comprensione viene dalla familiarità e la familiarità viene dalla lettura regolare e ripetuta.
b. Nelle ultime due lezioni ho cercato di incoraggiarti a leggere aiutandoti a riconoscere che la Bibbia è più che fiabe o storie della Scuola Domenicale. È stato scritto da persone reali ad altre persone reali per scopi specifici. Capire questo ci aiuta a ottenere di più dalla Bibbia.
1. Il Nuovo Testamento fu scritto, sotto l'ispirazione dello Spirito Santo, da uomini che furono testimoni oculari della risurrezione di Gesù Cristo dai morti.
2. Nessuno di questi uomini ha deciso di scrivere un libro religioso. Partirono per proclamare il fatto che Gesù Cristo risuscitò dai morti. Questa realtà ha cambiato le loro vite così tanto che erano disposti a morire piuttosto che negare ciò a cui hanno assistito.
3. Il cristianesimo è fondato su un fatto storico: la risurrezione di Gesù. Quando la Sua risurrezione viene esaminata con gli stessi criteri utilizzati per valutare altri eventi storici, l'evidenza della risurrezione è schiacciante. (Puoi saperne di più sulle prove in libri come: The Resurrection Factor di Josh Mc Dowell e The Case for Christ di Lee Strobel.)
A. La risurrezione è il fatto centrale del cristianesimo. Autentica tutto ciò che Gesù ha detto (Matteo 16:21). È la prova che Egli è il Figlio di Dio e che i nostri peccati sono pagati (Rm 1: 4; Rm 4:25). È la prova che anche i nostri corpi usciranno dalla tomba (I Cor 15: 20-23).
B. La Bibbia è stata scritta per darci queste informazioni e per "rendervi saggi e salvarvi mediante la fede in Cristo Gesù" (II Tim 3:15, Beck).
2. Quando Gesù ha avvertito i Suoi seguaci che gli anni che precedono il suo ritorno saranno difficili, ha anche elencato i segni che indicano che il suo ritorno è vicino. Gesù ha chiarito che ci sarà un grande inganno religioso, in particolare falsi cristi e falsi profeti che inganneranno molti. Matt 24: 4-5; 11; 24
un. Secondo il Dizionario Webster, ingannare significa far credere ciò che non è vero. La parola greca tradotta inganna significa provocare vagare o vagare per sicurezza, verità o virtù.
b. La protezione e l'antidoto contro l'inganno è la verità. Secondo Gesù, la Parola di Dio è la Verità. La Bibbia, la Parola di Dio scritta è la Verità. Giovanni 17:17; Sal 119: 142; 151; Ef 1:13
c. Sal 91: 4 — La sua verità ti avvolgerà con un'armatura (Settanta). In questa lezione discuteremo di come la Parola di Dio, la Verità, ci proteggerà dall'inganno che verrà sul mondo.

1. Ci sono 27 documenti nel Nuovo Testamento. Solo quattro di loro non fanno riferimento alla Seconda Venuta di Gesù - e tre di loro sono brevi lettere personali (capitolo singolo) (Filemone, II e II Giovanni). (Anche l'Epistola ai Galati non menziona il ritorno di Gesù. È stata scritta per contrastare i falsi maestri che stavano influenzando i credenti con falsi insegnamenti, una situazione grave che richiedeva attenzione immediata.)
un. Solo la dottrina della salvezza è menzionata più spesso nella Bibbia rispetto alla Seconda Venuta. Ma questo è appropriato perché Gesù sta tornando per completare il piano di redenzione (salvezza) di Dio.
b. Questo è il piano di Dio: ha creato gli esseri umani per diventare i Suoi figli e figlie attraverso la fede in Cristo. Ha fatto della terra una casa per se stesso e la sua famiglia. La Bibbia inizia e finisce con Dio sulla terra con la sua famiglia. Ef 1: 4-5; Isa 45:18; Gen 2; Gen 3; Ap 21: 1-4
1. Tuttavia, il peccato ha danneggiato sia la famiglia che la casa di famiglia. Né la razza umana né la terra sono come Dio voleva che fossero. A causa del peccato di Adamo, la natura umana fu alterata e gli uomini divennero peccatori per natura, squalificati per filiazione, e la terra fu infusa di una maledizione di corruzione e morte. Rom 5:12; Rom 5:19; Gen 3: 17-19
2. Ma dal momento in cui il danno è stato fatto, Dio ha promesso la venuta di un Redentore (un Salvatore) che annullerà il danno: il Signore Gesù Cristo. Gen 3:15
A. Gesù venne sulla terra 2,000 anni fa per pagare il peccato sulla Croce e rendere possibile che i peccatori si trasformassero in figli e figlie di Dio quando credono in Lui.
B. Presto tornerà per completare il piano di Dio purificando la terra da ogni peccato, corruzione e morte mentre ripristina questo mondo in una casa adatta per sempre al Signore e alla sua famiglia.
c. Nelle lezioni precedenti abbiamo sottolineato che la Bibbia è stata scritta per rivelare Dio e il suo piano di redenzione (salvezza), il suo piano per avere una famiglia. Le Scritture "sono in grado di darti la saggezza che conduce alla salvezza attraverso la fede che è in Cristo Gesù" (II Tim 3:15, NASB).
1. Comprendere che un piano si sta svolgendo e che la conclusione del piano si sta avvicinando ci aiuterà a mantenere una prospettiva eterna e a riconoscere che c'è di più nella vita oltre a questa vita. 2. La parte migliore e più grande della nostra vita è avanti, dopo questa vita, prima nell'attuale Cielo invisibile (se moriamo prima che venga il Signore) e poi su questa terra fatta nuova in connessione con la Sua seconda venuta. Isa 65:17; II animale domestico 3:13; ecc. (Molte lezioni per un altro giorno)
2. Due dei documenti inclusi nel Nuovo Testamento sono epistole scritte da Paolo (un testimone oculare del Signore risorto che fu insegnato personalmente da Gesù, Gal 1: 11-12) a Timoteo, suo figlio nella fede (I Tim 1: 2). Entrambe queste lettere sono intrecciate con riferimenti alla seconda venuta. I Tim 4: 1; 6:14; II Tim 1:12; 3: 1; 4: 8
un. Il padre di Timoteo era greco ma sua madre era ebrea (Atti 16: 1-3). Sua madre e sua nonna allevarono Timoteo nelle Scritture dell'Antico Testamento, addestrandolo a sperare nel Messia (II Tim 1: 5).
b. Timoteo viveva nella città di Lystra, nella provincia della Galazia (Asia Minore), quando Paolo visitò la città durante uno dei suoi viaggi missionari. Timoteo rispose al messaggio di Paolo (Gesù Cristo morì per i nostri peccati, fu sepolto e fu risuscitato secondo le Scritture, I Cor 15, 3-4), e alla fine divenne uno dei compagni più costanti di Paolo.
1. Alla fine Paolo affidò a Timoteo la responsabilità del suo lavoro nella città di Efeso (nella Turchia moderna). Paolo scrisse le epistole del Nuovo Testamento a Timoteo per aiutarlo a guidare le sue responsabilità come sorvegliante a Efeso e nelle città vicine.
2. Paolo esortò Timoteo a insegnare la sana dottrina, combattere il falso insegnamento, incoraggiare la condotta cristiana tra i credenti e sollevare una leadership qualificata per aiutarlo.
c. Paul scrisse la seconda lettera specificatamente per informare la fede di Timoteo che presto avrebbe lasciato questa vita (con l'esecuzione) e lo esortò a rimanere fedele, indipendentemente dai tempi difficili. Non c'è dubbio che Paul voleva che le sue ultime parole a Timothy fossero il più possibile efficaci e pertinenti.
1. L'apostolo sapeva che i giorni dopo la sua morte sarebbero diventati sempre più oscuri con l'avvicinarsi della venuta di Gesù. II Tim 3: 1 — Ma capisci questo, che negli ultimi giorni ci saranno momenti pericolosi di grande stress e difficoltà, difficili da affrontare e difficili da sopportare (Amp).
2. Paul ha continuato a elencare i comportamenti delle persone che renderanno i tempi difficili, affermando che peggiorerà prima che migliori (v2-13). Ma ha esortato Timoteo a continuare o rimanere nelle Scritture (v14-15).
3. Mentre scrisse questa epistola, Paolo sottolineò un tratto chiave delle persone negli ultimi anni precedenti il ​​ritorno di Cristo.
un. II Tim 3: 5 — Agiranno come se fossero religiosi, ma respingeranno il potere che potrebbe renderli devoti (NLT).
1. II Tim 3: 6-8 — Trarranno vantaggio dalle persone vulnerabili e piene di peccato che seguono avidamente nuovi insegnamenti ma non arrivano mai alla conoscenza della verità perché questi insegnanti combattono la verità proprio mentre Jannes e Jambres combattevano contro Mosè .
2. II Tim 4: 3-4 — Sta arrivando un momento in cui le persone non ascolteranno più il giusto insegnamento. Seguiranno i loro desideri e cercheranno insegnanti che diano loro tutto ciò che vogliono sentire. Rifiuteranno la verità e seguiranno strani miti (NLT).
3. Osserva un tema comune in questi passaggi: resistenza volontaria alla verità (II Tim 3: 8). Resistere significa opporsi o opporsi. Rifiuta di ascoltare la verità (II Tim 4: 4, Beck).
b. Pietro (un altro testimone oculare del Signore risorto che ha trascorso tre anni sotto gli insegnamenti di Gesù) ha detto la stessa cosa sulle persone nei giorni precedenti la venuta del Signore (gli ultimi giorni).
1. II Pet 3: 3-5 — Pietro scrisse che saranno schernitori (beffardi che ridicolizzano la verità) e ignorano volentieri la verità, la Parola di Dio. Si dimenticano volontariamente (ASV); chiudono volontariamente gli occhi (ventesimo); ignora deliberatamente (RSV).
2. Nota che queste persone camminano secondo i loro desideri carnali. Vogliono seguire le loro passioni. Non vogliono la moderazione della Parola di Dio (la Verità), quindi ridicolizzano e la respingono.
3. Esistono due tipi di ignoranza. Uno, sei ignorante perché ti manca la conoscenza. Due, hai le informazioni ma le rifiuti. Rifiuti volontariamente di crederci o accettarlo. Questo è il tipo di ignoranza a cui fanno riferimento Paul e Peter.

1. C'è stato un tempo in cui l'etica e la moralità giudeo-cristiane dominavano il mondo occidentale. Anche coloro che non vivevano in accordo con esso riconoscevano e rispettavano questa visione del mondo. Non più.
un. Mentre il mondo abbandona sempre più il Dio della Bibbia (rivelato nel Signore Gesù Cristo), stanno scartando la verità perché Dio è la Verità. È la realtà ultima (Deut 32: 4; Ger 10:10; Sl 31: 5). È lo standard in base al quale viene giudicato tutto il resto. Gesù è la verità incarnata (Giovanni 14: 6).
b. La verità assoluta come concetto è stata in gran parte scartata nella nostra cultura. Non è insolito sentire la gente dire: questa è la tua verità, non la mia. Ma la verità (come stanno veramente le cose) è oggettiva. Non si basa sui nostri sentimenti o opinioni. Non è soggetto a modifiche. Due più due equivalgono a quattro se lo senti o ci credi.
1. Nel mondo occidentale abbiamo sollevato diverse generazioni di giovani a cui i fatti oggettivi non contano. Credono sia ciò che senti che conta. (La Bibbia dice che chi si fida del proprio cuore è uno sciocco. Prov 28:26)
2. L'Oxford Dictionary ha selezionato "post-verità" come parola internazionale dell'anno 2016. Lo fanno ogni anno per mostrare i modi in cui la nostra lingua sta cambiando in risposta agli eventi attuali.
A. La post-verità è definita come: relativa o denotante circostanze in cui i fatti oggettivi sono meno influenti nel modellare l'opinione pubblica rispetto agli appelli all'emozione e al credo personale.
B. Tale pensiero si insinua nei circoli cristiani. Un sondaggio del Barna Research Group del 2016 ha riferito che il 40% dei cristiani americani praticanti non crede più nella verità assoluta.
2. Il rifiuto all'ingrosso della verità ha un effetto catastrofico sulla società. Considera alcune cose che Paolo scrisse nella sua Lettera ai Romani. Rom 1: 18-321 è un lungo passaggio sull'ira di Dio o sul diritto di Dio e la giusta risposta al peccato (lezioni per un altro giorno). Ma ci sono alcuni punti chiave che fanno luce sulle condizioni che si stanno sviluppando in questo mondo mentre si avvicina il ritorno del Signore. Nota che la verità è menzionata due volte.
un. v18 — L'ira di Dio è verso coloro che detengono la verità nell'ingiustizia — persone peccaminose e malvagie che allontanano la verità su Dio da se stessi. (NLT)
b. v19-23 — Paolo si concentra quindi su coloro che sono intenzionalmente ignoranti di Dio. Dio si è rivelato attraverso la sua creazione. Questi uomini riconoscono Dio ma si rifiutano di adorarlo o di ringraziarlo.
1. Nota che il loro rifiuto volontario di Dio influenza le loro menti. v21 — I loro pensieri si trasformarono in cose senza valore e i loro cuori ignoranti furono oscurati (Beck). Si sono fatti ridicoli creando e adorando idoli che sembrano uomini, uccelli, animali e serpenti.
2. Hanno cambiato la verità di Dio in una menzogna. v25 — Invece di credere a ciò che sapevano essere la verità su Dio, scelsero di credere alle bugie (v25, NLT).
c. Quando leggiamo l'intero passaggio fino alla fine del capitolo, vediamo che questo rifiuto volontario della verità di Dio è l'inizio di una spirale discendente che porta a comportamenti sempre più degradati.
1. Nota la risposta di Dio alle loro scelte. Li lascia raccogliere le conseguenze delle loro azioni. Li cede alle loro concupiscenze, ai loro vili affetti e, infine, ad una mente riproposta. Una mente riproposta non è in grado di prendere decisioni nel proprio interesse. v24; 26; 28
2. Il peccato produce la propria ricompensa. Funziona con la morte e inganna e ti indurisce a ricevere più luce da Dio (Rom 6:23; Rom 7:13; Eb 3:13). Il risultato finale è una mente riproposta.
d. Torna a II Tim 3: 8: nota che Paolo ha descritto queste persone alla fine di questa epoca che resistono alla verità come avere menti corrotte ed essere reprobi riguardo alla fede.
1. La parola corrotta significa interamente viziata, depravata: hanno perso il potere di ragionare (NEB); le loro menti sono distorte (Phillips).
2. Reprobare significa non approvato e, di conseguenza, senza valore: sono contraffazioni per quanto riguarda la fede (Berkeley); inutile per qualsiasi scopo di fede (Moffett); assolutamente inutile (20th Cent);
Le loro menti sono depravate e la loro fede è contraffatta (v8, NLT).

1. Siamo e subiremo sempre più pressioni per abbandonare le verità della Scrittura in nome di tolleranza, inclusione e diversità. Assistiamo alla verità che viene sostituita da richieste che approviamo di credenze e comportamenti che sono in diretta opposizione alla Parola di Dio.
2. L'idea che l'opinione di tutti sia ugualmente valida ha permeato la società. Inclusione e diversità hanno finito per significare che tutti hanno ragione e nessuno ha torto perché tutti noi abbiamo la nostra verità per vivere. Se dici che un'opinione o una convinzione sono sbagliate sia in termini fattuali che morali, sei etichettato come un bigotto o un odiatore.
un. La Bibbia non è più riconosciuta come assoluta, assoluta verità, neppure in alcuni ambienti cristiani. È diventato una fonte per inviare messaggi di prova o trovare un verso che supporti la tua idea particolare.
b. Naturalmente, ognuno ha il diritto alle proprie credenze e opinioni in un paese libero. Ma se un'opinione si basa su una conoscenza accurata e un'altra no, allora quella non fondata è meno valida se non del tutto non valida.
3. Tutti noi siamo potenzialmente vulnerabili all'inganno, altrimenti Gesù non dovrebbe avvertirci di prestare attenzione a non essere ingannati. E, a causa dei cambiamenti nella società, aumenterà solo la pressione ad abbandonare gli standard biblici riguardo alla fede e alla moralità.
1. La Parola di Dio è la nostra protezione contro l'inganno. La Parola vivente, il Signore Gesù (Verità incarnata) si rivela attraverso la Parola scritta, la Bibbia. Giovanni 18: 37 — Gesù venne per rendere testimonianza della verità. Se vuoi conoscere la verità, guarda Gesù (Eb 12: 2).
2. Se abbiamo familiarità con Gesù come viene rivelato nella Bibbia, saremo in grado di riconoscere i falsi cristi e resistere ai falsi insegnamenti, indipendentemente dalle pressioni della società.
4. La conoscenza accurata della Parola di Dio è vitale nei giorni a venire. Diventa un lettore regolare e sistematico del Nuovo Testamento. Molto di più la prossima settimana !!