LE AZIONI DI DIO NEL VECCHIO TESTAMENTO

Scarica PDF
QUEL GIORNO
UNA GIORNATA DI RICONOSCIMENTO
IL GIUDICE DI TUTTA LA TERRA
GESÙ VIENE IN IRA
IL GIORNO DELLA SUA IRA
IL GIORNO DELLA SUA SENTENZA
L'INFERNO, IL LAGO DI FUOCO E LA SECONDA MORTE
RICONOSCERE I TEMPI
GUARDA LA FOTO GRANDE
INCORAGGIATO DALLA GRANDE IMMAGINE
SALVEZZA COMPLETA
INCORAGGIATO DALLA RIVELAZIONE
SPERANZA DALLA RIVELAZIONE
ECCITATO PER IL RITORNO DEL SIGNORE
CONSEGNATO DALL'IRA
L'ORA DEL SUO GIUDIZIO
PERCHÉ E COSA
L'IRA DEL VECCHIO TESTAMENTO
LE AZIONI DI DIO NEL VECCHIO TESTAMENTO
IL DIO DEL VECCHIO E DEI NUOVI TESTAMENTI
SCOPI RISPETTIVI NEL VECCHIO TESTAMENTO
L'INONDAZIONE E LA CONQUISTA
L'ira feroce di Dio
CRUDELE, FERIA, IRA
STA ARRIVANDO UNA SCOSSA
UN REGNO INCREDIBILE
IL FUOCO DI DIO RIMUOVE LA MALEDIZIONE
Le previsioni di Dio avverranno
È QUESTO IL TEMPO?
VIENI SIGNORE GESÙ
1. Ci stiamo dedicando del tempo per esaminare cosa dice la Bibbia su questi sviluppi. Capire cosa è
e perché ci aiuterà ad avere pace, speranza e gioia in questi tempi difficili.
un. La Bibbia si riferisce a un periodo di ira e giudizio in relazione al ritorno del Signore. Perché
molti cristiani hanno molti fraintendimenti sull'imminente ira di Dio, sono meno di
entusiasta del ritorno del Signore.
b. Di conseguenza, la nostra principale enfasi in questa serie è stata sulla comprensione di ciò che l'ira di Dio (e
giudizio) in realtà è, secondo la Bibbia. Molti credono erroneamente che l'ira di Dio sia un
esplosione emotiva contro l'umanità perché finalmente ne ha avuto abbastanza del nostro peccato.
1. Ma l'ira di Dio non è la Sua risposta emotiva al peccato. È la Sua risposta giudiziaria, il Suo diritto
e giusta risposta al peccato. Dio ha risposto al nostro peccato sulla Croce quando Gesù ha preso il nostro posto e
è stato punito per il nostro peccato. L'ira dovuta a noi andò a lui. Isa 53: 4-5; Rom 4: 25-5: 1; eccetera.
2. Il Nuovo Testamento non menziona mai l'ira di Dio in relazione ai cristiani. Attraverso
Gesù, siamo stati liberati dall'ira a venire. Rom 5: 9; I Tess 1: 9-10; I Tessalonicesi 5: 9
2. Abbiamo altro da dire sull'ira e il giudizio di Dio quando Gesù tornerà nelle prossime lezioni. Ma
in primo luogo, dobbiamo fare un breve viaggio laterale e parlare dell'ira di Dio nell'Antico Testamento dove si manifesta
sembra che la Sua ira sia davvero un'esplosione violenta contro le persone peccaminose. Il Dio dell'Antico Testamento sembra
molto diverso dall'amorevole Dio del Nuovo Testamento. Come li riconciliamo apparentemente
immagini contraddittorie?
un. Rom 15: 4 — Paolo scrisse che l'Antico Testamento era stato scritto in parte per darci incoraggiamento e
speranza. Come possiamo trovare speranza in quelli che sembrano essere episodi violenti descritti come l'ira di Dio?
b. Non esamineremo ogni punto dell'Antico Testamento in cui viene menzionata l'ira di Dio
perché il tempo non lo permette. Invece, stiamo esaminando un campione rappresentativo di incidenti che
dacci alcune linee guida che ci aiuteranno a interpretare accuratamente ciò che leggiamo nell'Antico Testamento.
1. La Bibbia è storia al cinquanta per cento. È la storia redentrice. Ciò significa che la Bibbia si riferisce
informazioni su persone ed eventi direttamente coinvolti nel piano di redenzione di Dio, il Suo piano
per liberare i peccatori dal peccato, dalla corruzione e dalla morte attraverso la Croce di Cristo.
un. L'Antico Testamento è composto da trentanove libri. Diciassette sono libri storici (Genesis
attraverso Esther). Ad eccezione dei primi undici capitoli della Genesi, questi libri sono a
racconto del gruppo di persone tramite il quale Gesù venne in questo mondo: i discendenti di Abrahamo
che è cresciuto nella nazione di Israele (noto anche come gli ebrei e gli ebrei).
b. Questi libri coprono un periodo della storia dal 2086 a.C. circa, quando Dio chiamò Abramo a lasciare il suo
terra natale (l'odierna Iraq) e trasferirsi nella terra di Canaan (l'odierna Israele), fino al 400
anni prima che Gesù nascesse in questo mondo.
c. La storia di questo gruppo di persone è piena di capitoli molto oscuri. Hanno ripetutamente abbandonato
il Signore ad adorare falsi dei e partecipare alla grave immoralità connessa con l'adorazione degli idoli.
1. Durante quei tempi oscuri Dio mandò numerosi profeti per avvertire il Suo popolo della futura distruzione
per mano dei loro nemici se non si fossero allontanati dal loro idolo adorare di nuovo a Lui.
Diciassette libri dell'Antico Testamento furono scritti da questi profeti (da Isaia a Malachia).
2. Israele rigettò ripetutamente i molti avvertimenti di Dio tramite i profeti e, di conseguenza,
sperimentarono le conseguenze del loro orribile peccato di idolatria: la distruzione della loro nazione

TCC - 1097
2
e l'allontanamento dalla loro patria. È esattamente quello che è successo. Deut 4: 25-28
d. Per interpretare correttamente sia l'Antico che il Nuovo Testamento dobbiamo ricordare che tutto nella Bibbia
è stato scritto da qualcuno a qualcuno riguardo a qualcosa. Dobbiamo sempre pensare in termini di chi
ha scritto, a chi stavano scrivendo e perché scrivevano.
1. Poiché le persone non comprendono il contesto storico dell'Antico Testamento, lo applicano male
passaggi scritti in Israele quando avevano abbandonato Dio per gli idoli.
2. Li applicano erroneamente a cristiani sinceri ma in difficoltà e presumono che siano i guai
che entrano nella loro vita sono espressioni dell'ira e del giudizio di Dio.
2. Nell'Antico Testamento molti eventi distruttivi sono collegati al Signore (come Israele che viene invasa da
i loro nemici), ma non perché ha mandato o causato le catastrofi.
un. Per tutto il periodo descritto nella storia e nei libri profetici, con l'eccezione di Israele, il
il mondo intero era politeista (adorava molti dei). Uno degli scopi principali di Dio nell'Antico
Il testamento doveva rivelare Se stesso a Israele e alle nazioni circostanti come l'unica Potenza, l'unico Dio
1. L'Antico Testamento è stato scritto in ebraico che spesso usa un verbo causale quando è permissivo
il senso è inteso. Si dice che Dio faccia (causale) ciò che in realtà ha solo permesso.
2. È simile a un idioma in inglese in cui alle parole viene dato un altro significato. Ad esempio, noi
dire: piove cani e gatti. Se capisci l'inglese, sai che cani e gatti lo sono
non cadere dal cielo. Piuttosto, piove a dirotto.
3. Il testo ebraico nell'Antico Testamento dice letteralmente: Dio ha mandato la malattia tra il popolo, ma
i lettori originali hanno capito che significa che Dio ha permesso la malattia.
b. Come possiamo noi che non conosciamo la lingua ebraica sapere se un versetto dell'Antico Testamento significa questo?
Dio ha fatto (causato, inviato) qualcosa o che Dio ha permesso qualcosa?
1. A volte è ovvio dal passaggio. I Cron 10:14 dice che il Signore uccise il re Saul.
Ma quando leggiamo l'intero capitolo scopriamo che Saul chiese al suo portatore di armatura di ucciderlo.
2. Quando l'uomo rifiutò, Saul cadde sulla propria spada e si uccise (I Cron 10: 4-5). Il
Il Signore non ha ucciso Saul. Il Signore ha permesso a Saul di uccidersi.
c. Quando non possiamo dire dal passaggio se Dio l'ha fatto o Dio lo ha permesso, dobbiamo valutare il versetto in termini di
ciò che Gesù ci mostra su Dio. Dobbiamo filtrare l'Antico Testamento attraverso l'immagine di Dio
dato a noi in Gesù. Giovanni 14: 9-10
1. La Bibbia è una rivelazione progressiva. Dio si è gradualmente rivelato e al suo piano
redimere l'umanità finché non ha dato la piena rivelazione in e attraverso Gesù. Eb 1: 1-3
2. Se un versetto dell'Antico Testamento dice che Dio ha fatto qualcosa che è contrario alla rivelazione di Dio
datoci da Gesù, allora sappiamo che il versetto significa che Dio ha permesso.
R. In Es 15:26 Dio disse a Israele che se gli avessero obbedito non avrebbe messo le malattie d'Egitto
su di loro perché Egli è Geova Rapha, che significa "il Signore tuo medico".
1. Dio non fa ammalare le persone solo per voltarsi e guarirle. Secondo Gesù,
quella sarebbe una casa divisa in se stessa. Matteo 12: 24-26
2. In questo verso Dio sta dicendo "Non permetterò che le malattie dell'Egitto vengano su di te".
B. Gesù (che è Dio e ci mostra Dio) non ha fatto ammalare nessuno o ha rifiutato di guarire nessuno quando Egli
era sulla terra. Se Gesù non ha fatto ammalare le persone solo per voltarsi e guarirle, allora
il Padre non lo fa. Gesù ha detto: Faccio solo quello che vedo fare dal Padre. Giovanni 5:19
3. I propositi di Dio sono redentori. Sta lavorando per salvare, non per distruggere quante più persone possibile. Nel
Dio dell'Antico Testamento stava cercando di costruire nella coscienza umana il fatto che il peccato distrugge.
un. La continua adorazione degli idoli di Israele portò alla loro sconfitta da parte dell'Impero babilonese (586 a.C.). Gerusalemme
e il tempio fu raso al suolo. I sopravvissuti furono portati via come prigionieri a Babilonia.
1. Dio non si dilettava nella distruzione di Israele. Il profeta Isaia ha definito il fatto che ha permesso
nemici per vincere il Suo popolo L'opera strana o aliena di Dio. Isa 28:21; Josh 10:10

TCC - 1097
3
2. Il profeta Geremia assiste alla distruzione di Gerusalemme e del Tempio e scrisse a
doloroso lamento su di esso, in cui affermava che il cuore di Dio non era in ciò che accadde: Lui
non affligge né affligge volontariamente o dal Suo cuore i figlioli degli uomini (Lam 3:33, Amp).
b. Il Signore ha permesso che il suo popolo fosse invaso dai nemici, non perché fosse un uomo arrabbiato e vendicativo
Dio, ma perché erano coinvolti problemi di redenzione. Israele dovette guarire dall'adorazione degli idoli.
1. Se queste persone si fossero consacrate permanentemente all'idolatria, lo farebbero
hanno perso la loro identità unica, la Parola di Dio Gesù verrà attraverso di loro non sarebbe stato
adempiuto e il Suo piano di redenzione contrastato. Era in gioco il destino della razza umana.
2. Dio desiderava svegliare Israele al suo bisogno di Lui prima che sperimentasse il massimo
distruzione che viene dal peccato: l'eterna separazione da Dio. La registrazione scritta di cosa
accaduto a loro era ed è destinato ad avere lo stesso effetto sulle generazioni successive.

1. Quando Abrahamo si stabilì a Canaan, creò la sua famiglia. Ai tempi dei suoi pronipoti l'intero
famiglia (75 in tutto) si trasferì in Egitto per il cibo durante un periodo di grave carestia. Uno dei suoi grandi-
nipoti, Joseph, era responsabile di un programma di distribuzione di cibo. Gen 37-50
un. La famiglia crebbe rapidamente e prosperò. Ma alla fine, dopo la morte di Giuseppe, arrivò un re (faraone)
al potere che era sospettoso dei discendenti di Abramo e li rese schiavi. Perché è successo questo?
Perché questa è la vita in un mondo decaduto, un mondo danneggiato dal peccato. (Per ulteriori informazioni su questo punto,
leggi il mio libro: Perché è successo? Cosa sta facendo Dio?)
1. L'Egitto era la più grande potenza sulla terra a quel tempo. L'antico Egitto esisteva come separato
paese per quasi 3,000 anni (dal 3100 a.C. al 332 a.C.). La loro civiltà è durata più a lungo di qualsiasi altra
altro nella storia del mondo.
2. Avevano un'enorme quantità di dei. Sarebbe impossibile elencarli tutti. Molte città
aveva il proprio dio. Si credeva che tutto in natura fosse abitato da uno spirito che poteva
scegli la sua forma animale. Di conseguenza, gli egiziani avevano molti animali sacri e alcuni di
i loro dei avevano corpi umani e teste di animali.
b. Alla fine giunse il momento in cui i discendenti di Abraamo tornarono a Canaan, la loro patria. Dio
suscitò un uomo di nome Mosè per condurre il suo popolo fuori dalla schiavitù e tornare a Canaan. La vecchia
I libri del testamento dell'Esodo e dei Numeri raccontano la loro liberazione e il loro viaggio.
1. Dio mandò Mosè al Faraone, re d'Egitto, con un messaggio: Lascia andare il mio popolo affinché possa
servimi. Attraverso una serie di piaghe il Signore persuade il Faraone a liberare il Suo popolo.
2. Le persone si chiedono come un Dio buono e amorevole possa mandare piaghe a chiunque. Le piaghe erano
dimostrazioni della potenza di Dio. Nella prima dichiarazione di Dio su ciò a cui stava per fare
Egitto Li ha chiamati le mie meraviglie. Es 3:20; Es 4:21
R. Le due parole ebraiche usate significano fare qualcosa di meraviglioso, straordinario o difficile; un
meraviglia, una dimostrazione della potenza di Dio. La parola in Es 3:20 è usata da Gesù in Isa 9: 6.
B. La parola peste (o una sua forma) è usata tre volte (Eso 9:14; Eso 11: 1; Eso 12:13). It
significa un colpo o un'inflizione. Per analogia significa sconfitta.
3. Ascoltiamo questo racconto con una mentalità occidentale del 21 ° secolo. Ma i primi lettori hanno sentito il
conto delle azioni di Dio come: Il nostro Dio è veramente Dio. È più grande di tutti. Ci ha liberati
dalla schiavitù e sconfitto i nostri nemici con il suo potere.
2. Queste meraviglie o dimostrazioni di potere erano sfide dirette agli dei dell'Egitto (Eso 12:12). Il
Gli egiziani hanno sacrificato un ragazzo e una ragazza al Nilo ogni anno. Tuttavia, alla parola del Signore il Nilo si voltò
nel sangue. Le rane erano animali sacri, ma sulla parola di Dio invasero il paese. Es 7: 14-17; Es 8: 1-5
un. Queste piaghe o dimostrazioni di potere erano progettate per mostrare agli egiziani il vero Dio in questo modo

TCC - 1097
4
avrebbero creduto in lui. Molti lo hanno fatto. Es 8: 9-10; Es 8:19; Es 9: 19-21; Eso 12: 36-38
b. Queste dimostrazioni di potere erano progettate anche per influenzare anche gli ebrei e per produrre futuro
fiducia nel potere e nella protezione di Dio. Es 14:31; Deut 7: 17-19
1. Queste dimostrazioni si sono verificate nell'arco di nove mesi. Fino all'ultimo, loro
erano fastidi (anziché mortali): l'acqua del Nilo si trasformò in sangue, le rane invasero il
campagna, pidocchi, mosche, malattie uccisero il bestiame, foruncoli e piaghe, grandine, cavallette, fitta oscurità.
2. Gli egiziani avrebbero potuto perdere qualsiasi di queste dimostrazioni di potere in qualsiasi momento, come gruppo
se il faraone avesse rilasciato Israele o come individui unendosi a Israele. Israele non è stato influenzato da
queste meraviglie. Eso 8: 22-23; Es 9: 4-7; 9:26; Es 11: 7; Es 12:13
c. Alcuni credono erroneamente che Dio abbia avviato l'intero processo indurendo il cuore del faraone. Faraone
ha indurito il suo cuore e Dio lo ha permesso. I Sam 6: 6
1. Ex 4:21 è un esempio di un verbo causale usato in senso permissivo: Ma lascerò il suo
il cuore diventa audace e non permetterà alla gente di andare (Rotherham).
2. In diversi punti si dice specificamente che il Faraone ha indurito il proprio cuore, insieme ad alcuni di
il suo popolo (Eso 8:15; 32; Eso 9:34). Lo stesso sole che scioglie la cera indurisce l'argilla.
3. Che dire della piaga finale, la morte del primogenito (primogenito deriva da una parola che significa capo Es 14:30)?
un. La prima volta che Mosè parlò al Faraone, gli disse che se Israele non fosse stato liberato, i primogeniti
morirebbe. Il faraone ebbe nove mesi di dimostrazioni della potenza e della capacità di Dio di adempiere la Sua
Word, per prendere sul serio l'avvertimento, così come un ultimo avvertimento. Eso 4: 22-23; Es 11: 4-7
b. Nella peste finale la protezione venne a coloro che erano coperti dal sangue dell'agnello pasquale, a
immagine della redenzione che un giorno Gesù avrebbe provveduto. Ex 12; 5 Cor 7: XNUMX
1. Eso 12:23 - Il Signore ha promesso di impedire al distruttore di danneggiare quelli protetti dal sangue.
Nota che la distruzione è arrivata dal distruttore. Il diavolo è il distruttore, non Dio. Giovanni 10:10
2. Dio ha collegato questo a Sé stesso perché voleva che tutti vedessero che la distruzione arriva quando tu
sono fuori rapporto con me a causa dell'idolatria.
3. I teologi discutono sulla natura delle piaghe, in particolare quest'ultima (era una malattia, un
epidemia) e manca il punto: Dio è il liberatore di tutti coloro che confidano in Lui.
c. Eso 14: 24-28 - Che dire della distruzione dell'intero esercito del faraone nel Mar Rosso? L'Egitto era un
nemico del popolo di Dio. Canaan era a circa due settimane di viaggio dall'Egitto. Se l'esercito fosse sopravvissuto
avrebbero potuto facilmente inseguire Israele e attaccarli nel paese. Quanti “sul letto di morte
conversioni ”secondo te c'erano tra i soldati che annegavano?
4. Queste dimostrazioni di potere hanno raggiunto ben oltre l'Egitto e hanno prodotto risultati positivi. Ci è voluto
Israele quarant'anni per andare dall'Egitto a Canaan (ne parleremo la prossima settimana).
un. Quando finalmente Israele attraversò il confine con Canaan, il loro primo incontro fu con la città di Gerico
che hanno sconfitto e distrutto (altri la prossima settimana).
b. Due spie ebraiche si sono intrufolate a Gerico prima dell'attacco e hanno incontrato una donna di nome Raab,
una prostituta locale che vive in una terra popolata da adoratori di idoli. Nota due punti chiave:
1. Giosuè 2: 9-11 — Raab rivelò che le dimostrazioni della potenza di Dio in Egitto le avevano causato (e
altri in Canaan) per rendersi conto che Dio Onnipotente (Geova) è il solo, vero Dio. Di conseguenza,
ha protetto le spie ebraiche quando è stata scoperta la loro presenza in città.
2. Raab sapeva che Israele stava per conquistare Gerico e ha chiesto misericordia. Erano d'accordo.
Il segno che doveva essere salvata era un cordone rosso appeso a casa sua (un'immagine o un tipo di
sangue di Cristo). Lei e la sua famiglia sono state salvate. Josh 2: 18-21; Giosuè 6: 22-23