MAGGIORI INFORMAZIONI SULLA FEDE E SUL REGNO DI DIO

Volontà generale di Dio
Volontà specifica di Dio
Senso Conoscenza Fede
La fede di Abramo
Fede pienamente persuasa
Diventando completamente persuaso
Quando la montagna non si muove I
Quando la montagna non si muove II
La lotta della fede I
La lotta della fede II
La lotta della fede III
La lotta della fede IV
Lamentarsi e la lotta della fede
Fede e buona coscienza
Le false aspettative distruggono la fede
Joy & The Fight Of Faith
Lode e lotta per la fede
Fede e Regno di Dio
Fede e risultati
L'abitudine della fede
La fede vede, la fede dice
Se Dio è fedele Perché? io
Se Dio è fedele Perché? II
Grazia, fede e comportamento I
Grazia, fede e comportamento II
1. È importante comprendere alcune cose sul regno: cos'è e come funziona, perché ora ne siamo membri.
un. Ci sono due aspetti nel regno di Dio.
1. È un luogo reale chiamato paradiso.
2. È anche un luogo in cui Dio governa e regna.
b. Entriamo nel regno quando crediamo ai fatti del Vangelo e ci sottomettiamo al dominio di Gesù.
2. È il desiderio di Dio che il fatto che siamo membri del Suo regno ci influenzi, non solo quando andiamo in paradiso, ma anche in questa vita.
un. Anche se non viviamo ancora lì, siamo cittadini del paradiso. Phil 3:20 b. E Dio ha provveduto pienamente a noi in questa vita perché siamo una colonia del cielo che vive sulla terra.
1. Fil 3:20 – Ma noi siamo una colonia del cielo e aspettiamo il Salvatore che viene dal cielo, il Signore. (Moffatt)
2. Ef 1: 3 - Lode a Dio per averci dato tramite Cristo ogni possibile beneficio spirituale come cittadini del cielo. (Phillips)
3. Per beneficiare di questa vita dal fatto che ora sei nel regno di Dio, devi sapere come vivere mediante la fede. Rom 1:17
4. Vogliamo continuare a parlare della fede e del regno di Dio in questa lezione.

1. In primo luogo, dobbiamo affermare ciò che la fede non è.
un. Non è il tipo di chiesa in cui vai, o la sensazione che provi.
b. Non è sincerità o profondità di impegno verso Cristo.
c. I discepoli erano totalmente impegnati con Cristo, eppure, in numerose occasioni, disse loro che avevano poca o nessuna fede. Matt 4: 18-20; Marco 10:28; 4:40
2. Spesso, quando usiamo la parola fede, intendiamo fedele a Cristo.
un. Non c'è niente di sbagliato nell'usare la parola in quel modo, ma può essere fuorviante quando parliamo del tipo di fede che dobbiamo vivere nel regno di Dio. Sono due cose differenti.
b. A volte diciamo: ha una grande fede, nel senso che è stato impegnato con il Signore per 50 anni.
c. Può essere vero, ma è del tutto possibile che non abbia fede (nel modo in cui Gesù definì la parola) in situazioni specifiche, proprio come i discepoli no. d. Guarda ciò che Gesù chiamava grande fede: Matteo 8: 5-13
3. La fede raccomandata da Gesù:
un. Ha bisogno solo della parola di Dio per sapere che una cosa è così.
b. Non ha bisogno di prove fisiche (prove) prima di credere a ciò che Dio dice.
c. È espresso o dimostrato dalle parole della bocca.
d. Accetta la parola di Dio come adempiuta prima di vederla e alla fine vede i risultati.
4. Guarda ciò che Gesù non ha definito fede e infedeltà: Marco 4: 36-40; Giovanni 21: 24-29
un. In entrambi i casi, i discepoli basavano ciò in cui credevano su ciò che vedevano. b. In un caso, si trattava di un atto di volontà; nell'altro, significava dimenticare le parole precedenti di Gesù.
5. La fede biblica prende Dio alla sua parola.
un. La fede biblica è credere a ciò che Dio dice senza alcuna prova fisica.
b. La fede nella Bibbia è la fiducia in Dio che farà ciò che ha detto che avrebbe fatto.
6. La fede biblica comprende tre elementi:
un. Conoscenza della volontà di Dio (rivelata nella Sua parola scritta).
b. Un atto della tua volontà (una decisione che prendi) in base al quale scegli di accettare ciò che Dio dice come vero, indipendentemente da ciò che vedi o senti.
c. Esprimi la tua decisione di essere d'accordo con Dio attraverso ciò che dici e fai.
7. Questa è la fede che dobbiamo vivere nel regno.

1. Spirituale non significa non reale, meno reale. Significa invisibile = non visibile.
un. Dio è uno Spirito ed è invisibile. Giovanni 4:24; Eb 11:27; I Tim 1:17; 6 Tim 16:15; Col l: XNUMX
b. Eppure Dio è reale ed è l'essere più potente (onnipotente) nell'universo. Lui è il Creatore. Gen 1
2. Tutta la creazione vista è opera del Dio invisibile, invisibile che regna su un regno spirituale invisibile.
un. L'invisibile ha creato il visibile. Eb 11: 3; Gen 1: 3
b. L'invisibile può e influenza e modifica il visibile. Marco 4:39
c. L'invisibile sopravviverà al visibile. II Cor 4:18
d. Il regno invisibile di Dio esiste fianco a fianco con il regno visibile. Luca 2: 13,14; Luca 9: 28-32; II Re 6: 13-17
3. Ora facciamo parte di un regno che è più reale, più potente di qualsiasi cosa vediamo intorno a noi.
un. Per molti di noi, però, il fatto che il regno di cui ora facciamo parte sia invisibile, ci porta a credere che non possa darci un vero aiuto.
b. Ma abbiamo un vero aiuto: lo spirituale ha creato il materiale, può cambiare il materiale e sopravviverà al materiale.
4. La Bibbia è il nostro unico contatto tangibile e affidabile con questo regno invisibile.
un. La Bibbia (parola di Dio) ci dice come funziona il regno e quale provvedimento è stato fatto / è disponibile per noi nel regno.
b. La Bibbia è il mezzo attraverso il quale Dio porta l'invisibile nel regno visibile. Gen 1: 3; Eb 11: 3; Marco 4:39; Sal 107: 20; Matt 8: 8
5. Ricorda, Gesù disse che la parola di Dio funziona come un seme. Segna 4
un. Quando hai un seme, non hai il raccolto, hai il potenziale per il raccolto, a seconda di cosa fai con il seme.
b. Quando hai un seme di pomodoro, hai un pomodoro, solo in una forma diversa. c. Quando hai la parola di Dio, hai aiuto nella sua forma invisibile e spirituale. d. Se fai le cose giuste al seme, produrrà risultati visibili.
e. Se fai le cose giuste con la parola di Dio, otterrai risultati visibili. f. La cosa giusta è la fede !!
6. La fede è prendere Dio in parola in modo che possa far passare la sua volontà / la sua parola nelle nostre vite - o portarla dal regno invisibile al visibile.
un. Dio opera nelle nostre vite attraverso la sua parola.
b. Dio ha già fornito per noi tutto ciò di cui abbiamo bisogno per vivere questa vita e quella successiva attraverso la Croce di Cristo. Ef 1: 3; II animale domestico 1: 3
c. La parola di Dio ci dice cosa ha già fatto per noi tramite Gesù e cosa farà per noi grazie a ciò che ha già fatto.
d. Ora vuole portare queste promesse / disposizioni nella nostra vita.
e. Ma le sue disposizioni sono condizionate e la condizione è fede. Eb 6:12 f. La fede apre la porta a Dio per fare in noi e per noi tutto ciò che la Sua parola rivela che ha fatto in e attraverso Gesù.
g. La fede apre la porta al regno invisibile per toccare il regno visibile.

1. La nostra unica prova “fisica” di tutto questo è la parola scritta di Dio, la Bibbia.
un. Ma lo spirituale influenzerà il regno visto se crederemo alla parola di Dio.
b. Questo è ciò che riguarda la fede: prendere Dio in parola in modo che possa farlo avverare nelle nostre vite.
2. Dobbiamo vivere per fede. La fede in Dio è fede nella sua parola, nella sua promessa.
un. La sua parola è un'espressione del suo carattere: non può mentire. Eb 6:18 b. È fedele a fare ciò che ha promesso. Ebrei 10:23
3. La maggior parte dei cristiani sa che dobbiamo vivere secondo la Bibbia, ma la domanda è: cosa significa?
un. Ovviamente, significa obbedire a ciò che Dio ci dice, ma significa molto di più.
b. La Bibbia deve essere il fattore decisivo nella nostra vita = la più importante fonte di informazione nella nostra vita.
1. Tutto il resto si inchina ad esso: sentimenti, pensieri, esperienze.
2. La maggior parte direbbe amen a questo in chiesa, ma in realtà non vive così.
c. Se dici: So cosa dice la Bibbia, ma…, questo significa che per te c'è una fonte di informazioni più affidabile, più accurata della parola di Dio.
4. Se è così, non trarrai pieno beneficio in questa vita dal vivere nel regno.
un. Sentimenti, pensieri ed esperienze non portano l'invisibile nel visibile.
b. La fede nella parola di Dio sì.
5. La fede è fiducia / fiducia in Dio che farà ciò che ha detto che avrebbe fatto.
un. In effetti, una volta che hai la sua parola su qualcosa, è buono come se fosse fatto, tanto che puoi parlare di una cosa al passato anche se non puoi ancora vederla con i tuoi occhi.
b. C'è un elemento passato, presente e futuro nella fede. Luca 1:45; Atti 27:25; Rom 4:21
1. Passato = la parola di Dio che rivela ciò che ha fatto in Gesù; La sua promessa.
2. Futuro = l'adempimento di quella promessa; Vedo i risultati con i miei occhi. 3. Presente = fiducia, certezza (adesso), cosa anche se non lo vedo ancora, vedrò (futuro) perché Dio ha già parlato (passato).
c. Rom 10:17 – La fede o la fiducia provengono dalla parola di Dio, perché la Bibbia ti dice com'è Dio e cosa ha fatto per te tramite Gesù Cristo, e come opera nella nostra vita.
6. La fede è fiducia in ciò che non si può ancora vedere - perché Dio ne ha parlato.
un. Ci sono numerosi esempi di persone nella Bibbia che hanno basato le loro convinzioni e azioni su ciò che Dio ha detto - non su ciò che potevano vedere - e alla fine hanno visto accadere l'invisibile nelle loro vite.
b. Il visibile è stato cambiato dall'invisibile perché credevano alla parola di Dio.

1. Ebrei 11 elenca numerosi santi OT che hanno riconosciuto di aver attraversato questa vita e che il paradiso era il loro destino.
un. Hanno vissuto le loro vite con gli occhi sulla città celeste, sul Dio invisibile. Eb 11: 13-16; 27
b. E da questo regno invisibile arrivarono l'aiuto, la forza e la provvigione di cui avevano bisogno per vivere questa vita.
c. Queste persone OT erano completamente umane - hanno fatto alcune cose giuste, ma alcune cose sbagliate.
d. Giacobbe è uno che viene lodato per aver benedetto i figli di Giuseppe mediante la fede: disse loro che sarebbero stati grandi, che Dio li avrebbe benedetti e sarebbero tornati nella terra promessa. Eb 11:21; Gen 48: 15-21
2. Ma, guardando la vita di Giacobbe, vediamo che ci sono state volte in cui ha basato quello che ha fatto e ha detto solo su ciò che poteva vedere invece che su ciò che non poteva vedere, e non ha tratto beneficio dall'essere un tanto quanto avrebbe potuto.
3. All'inizio, Dio promise a Giacobbe che sarebbe stato con lui e si sarebbe preso cura di lui. Gen 28: 10-22
un. E Dio si è preso cura di lui. Gen 31: 7-13; 18
b. La testimonianza di Giacobbe alla fine della sua vita era che poteva guardare indietro e vedere che Dio era all'opera. Gen 48:16
c. Eppure, ci sono stati momenti nella sua vita in cui si è concentrato solo su ciò che poteva vedere e peggiorava le brutte situazioni. Gen 42:36; 47: 9
4. Uno dei principali benefici dell'essere nel regno è la pace della mente in mezzo al tumulto. Rom 14:17
un. Ma non avrai quel tipo di pace a meno che tu non sappia come camminare mediante la fede nell'invisibile provvedimento di Dio.
b. Devi sapere come vederlo attraverso la Sua parola scritta. Fil 4: 6-8

1. Se Gesù Cristo è il tuo Signore e Salvatore, andrai in paradiso (il regno di Dio) sia che cammini per fede o no in questa vita.
un. Ma non trarrai beneficio dalla pace che il regno ha da offrire.
b. Non sperimenterai tutte le disposizioni che Dio ha per te in questa vita.
2. Vivere per fede significa credere in ciò che Dio ha detto di te e della tua situazione sopra ogni altra cosa.
un. È importante che impari a farlo perché tutto l'aiuto e il provvedimento di Dio per te è spirituale = invisibile.
b. Ma lo spirituale influenzerà / cambierà / si sposterà nel regno visto se crederai alla parola di Dio sopra ogni altra cosa.
3. La fede che piace a Dio, la fede che porta risultati:
un. Non ha bisogno di prove tranne la parola di Dio che una cosa è così.
b. Sa che il regno spirituale e invisibile che ci viene rivelato nella parola di Dio cambierà ciò che vediamo e sentiamo.