INCORAGGIATI

Scarica PDF
IMMOBILE NELLA TUA MENTE
FOCUS SU GESÙ
MANTIENI IL TUO FUOCO
NON FARE IL LAVORO DEL DIAVOLO
FINISCI IL TUO CORSO
VERA VITTORIA
METTETEVI IN PIEDI, VEDETE
OTTIENI IL CONTROLLO
CONTROLLA IL TUO SÉ-PARLA
EMOZIONI, PENSIERI, AUTO-PARLARE
INCORAGGIATI
1. Come parte della nostra discussione, stiamo parlando del fatto che quando incontriamo difficoltà nella vita, lo è
non solo le difficoltà stesse che ci sfidano.
un. Anche i pensieri e le emozioni generati dalle difficoltà ci sfidano e possono farlo
a volte essere travolgente come la circostanza stessa.
b. Pertanto, per diventare e rimanere immobili di fronte a circostanze difficili, dobbiamo
imparare a gestire i pensieri e le emozioni che ci vengono in mente quando si presentano problemi.
2. Nelle ultime settimane abbiamo esaminato un processo automatico che si svolge in tutti noi
quando vediamo o sentiamo qualcosa che stimola le nostre emozioni.
un. Quando le emozioni sono generate dalle circostanze, i pensieri ci vengono in mente riguardo al
situazione. Quindi iniziamo a parlare con noi stessi (auto-parlare). Mentre parliamo, possiamo alimentare i pensieri e
sentimenti al punto in cui ci spingono verso azioni empie (incredulità o disobbedienza).
b. Per evitare di essere mossi dalla fiducia e dall'obbedienza a Dio dalle nostre emozioni e pensieri, noi
deve imparare ad esercitare l'autocontrollo nel modo in cui parliamo con noi stessi.
A. James 3: 2-4 confronta la lingua con un po 'nella bocca di un cavallo e il timone su una nave. Il
punto è che allo stesso modo un piccolo oggetto può controllare e cambiare la direzione di un cavallo e
una nave, così la lingua può cambiare il corso di un uomo.
B. Se riesci a imparare a parlare a te stesso del modo in cui le cose sono veramente secondo Dio, e non
proprio quello che vedi e come ti senti nel momento, ti impedirà di essere
dominato dai tuoi pensieri ed emozioni e possibilmente facendo cose che in seguito rimpiangerai.
3. Una parte fondamentale dell'apprendimento per controllare le tue emozioni e i tuoi pensieri è imparare a incoraggiarti,
nel mezzo delle sfide della vita, attraverso il tuo dialogo interiore. Questo è il nostro argomento in questa lezione.
1. Prima che David salisse al trono (mentre era in fuga dal re regnante Saul che lo desiderava
morto), andò a vivere per un periodo tra i Filistei con seicento dei suoi uomini e delle loro famiglie.
Ad un certo punto il re filisteo, Achish, diede a David la città di Ziklag per sé e per i suoi uomini.
un. Mentre David e i suoi uomini erano via, gli Amalekiti fecero irruzione in Ziklag, lo bruciarono a terra e
portato via tutti in città, comprese tutte le donne e i bambini. 30 Sam 1: 3-XNUMX
1. v4-6 – Quando Davide e i suoi uomini tornarono e videro quello che era successo, piansero finché non furono loro
non potevo più piangere. Gli uomini di David erano così emotivamente sconvolti che hanno iniziato a dargli torto
e parlava di uccidere il loro capo.
2. Questi uomini provavano tutti vere emozioni a causa di perdite autentiche. Quindi processo di emozioni,
pensieri e chiacchiere sono andati a lavorare in ciascuno di essi. I loro pensieri e le chiacchiere sono chiari
rivelato da quello che è successo dopo.
R. Oltre al loro dolore, gli uomini di David avevano pensieri e discorsi sulla colpa: questo è di David
colpa. Se non fossimo usciti con lui avremmo potuto proteggere la nostra famiglia. Quindi loro
i pensieri si sono trasformati in vendetta. Uccidiamo David.
B. Questo è ciò che accade se il processo di emozioni, pensieri e chiacchiere non è controllato
quando le nostre emozioni infuriano. I loro pensieri divennero più bizzarri e il loro comportamento
più dannoso. Oltre ad essere un'azione ingiusta, uccidere David non avrebbe avuto
aiutato a tutto. Li avrebbe feriti perché, con la guida e l'aiuto di Dio, David
recuperato tutte le loro famiglie.
TCC – 1015
2
b. David avrebbe sperimentato lo stesso processo di emozioni, pensieri e chiacchiere. Ma ha preso
controllarlo incoraggiandosi nel Signore (v6).
1. La parola ebraica tradotta incoraggiata deriva da una parola radice che significa fissare;
quindi, cogliere, essere forte, rafforzare, essere coraggioso; sopraffare.
2. Incoraggiato e rafforzato se stesso nel Signore (Amp); fatto affidamento sull'Eterno suo Dio e
preso coraggio (Moffatt); afferrò il Signore suo Dio (Berkeley); trovato rifugio in (Knox);
ma con rinnovata fiducia nel Signore suo Dio (NAB).
2. Anche se il modo in cui David si è incoraggiato in questa situazione non è specificamente indicato nel passaggio in I
Samuele 30, abbiamo numerosi altri esempi nella Bibbia di come lo ha fatto.
un. Molti dei salmi furono scritti quando David stava affrontando formidabili circostanze come lui
calunniato e perseguitato incessantemente dai suoi nemici.
b. Ancora e ancora, vediamo che David si è incoraggiato chiamando alla memoria, parlando apertamente, chi
Dio è, ciò che ha fatto, sta facendo e farà. E questo ha rinnovato la sua fede, la sua fiducia in Dio,
che lo incoraggiò e lo rafforzò e gli diede speranza.
1. In Sal 56: 3,4 David scrisse: Quando ho paura, scelgo di fidarmi di te. Loderò la tua parola.
La lode viene da una parola che significa brillare, fare uno spettacolo; vantarsi. David imbrigliato il suo
emozioni, pensieri e chiacchiere vantandosi di Dio e delle sue promesse.
2. In Sal 42 David espresse angoscia emotiva per non poter tornare a Gerusalemme a causa di
le sue circostanze. Ma ha preso il controllo del processo di emozioni, pensieri e chiacchiere da solo
incoraggiandosi, parlando con la sua anima, con la sua mente e le sue emozioni.
A. v5 – Perché sei così pieno di pesantezza (PBV); Perché gemi dentro di me (JPS); Perché
essere abbattuto (Harrison); Perché essere scoraggiato e triste (Bibbia vivente)?
B. Riponi la tua fiducia e le tue aspettative in Dio perché Egli è la mia salvezza. v5 – La sua presenza è
salvezza (letterale); Aspetta pazientemente Dio; poiché lo ringrazierò ancora; Il mio regalo
Salvezza e mio Dio (Spurrell).
C. v6-9 – La mia anima è abbattuta, sono profondamente scoraggiato, ma… (NLT); Quindi: lo farò
ricorda, mediterò sulla tua gentilezza verso questa bella terra (Living Bible).
1. Il fiume Giordano e gli Ermoniti, le creste del monte Hermon, erano i due
le caratteristiche fisiche più sorprendenti di Canaan.
2. La collina di Mizar significa la piccola collina, probabilmente dov'era quando scrisse il salmo.
D. Anche se mi sento triste, ricorderò, v8– “Giorno dopo giorno anche il Signore versa i suoi
amore costante su di me, e per tutta la notte canto le sue canzoni e prego Dio che dà
me vita (Living Bible).
E. v11 – Ma, anima mia, non scoraggiarti. Non essere arrabbiato. Aspettatevi che Dio agisca! Per me
so che avrò ancora molte ragioni per lodarlo per tutto ciò che farà. Lui è mio
Aiuto! Lui è il mio Dio! (Bibbia vivente)
3. I problemi della vita suscitano da noi una reazione emotiva. Quindi i pensieri iniziano a volare. Con il nostro
parlando da soli alimentiamo le nostre emozioni o rafforziamo la nostra fiducia in Dio. E possiamo renderlo più difficile per
Dio ci aiuti perché non siamo in grado di ascoltare la sua voce e seguire la sua direzione.
un. In Gen 42 Jacob disse ai suoi figli che dovevano lasciare Simeone in Egitto e che per ottenerlo
indietro e ottenere più cibo avrebbero dovuto portare anche Benjamin in Egitto.
1. La reazione di Jacob è emersa dalle sue emozioni, pensieri e chiacchiere: tutto è contro di me
(V36). E, secondo quello che Jacob poteva vedere, si trovava in una brutta situazione. Tuttavia, dietro
nelle scene, Dio era al lavoro e Jacob era sull'orlo di un tremendo cambiamento
circostanze. Invece di ricordare l'aiuto del passato di Dio, si scoraggiò da ciò che disse.
2. Sebbene la reazione di Giacobbe non abbia contrastato il piano di Dio per la sua vita, ha fermato il piano di Dio
per Israele ai margini della Terra Promessa. La loro reazione emotiva a ciò che hanno visto e
ascoltato rese facile parlare di se stessi obbedendo a Dio nella loro situazione. Num 14: 1-3
b. Nel caso di David, poiché si è messo sotto controllo, è stato in grado di ricomporsi e cercare
TCC – 1015
3
il Signore per aiuto. Il Signore gli disse cosa fare David e i suoi uomini recuperarono le loro famiglie.
1. Ne abbiamo discusso in dettaglio nelle lezioni precedenti, ma ricorda questi punti. Da nessuna parte il
La Bibbia ci dice di stare attenti al potere del diavolo. Per ogni cristiano, è un nemico sconfitto. Gesù
sconfitto il diavolo per noi nella vittoria della sua risurrezione. La vittoria di Gesù è la nostra vittoria. Ef 1: 22,23; eccetera.
un. Tuttavia, ci viene ripetutamente detto di stare attenti alle strategie mentali del diavolo (Ef 6:11; II Cor 2:11;
eccetera). Poiché non può farci fare nulla, lavora per influenzarci attraverso i pensieri. Il suo
lo scopo è rubarci la Parola di Dio e quindi influenzare il nostro comportamento (Marco 4: 15-17).
b. Attaccare il personaggio di Dio è una delle tattiche primarie del diavolo mentre tenta di minare la nostra
fiducia e fiducia in Dio. Ha usato questa strategia fin dall'inizio, quando ha insinuato
Eva che Dio privò lei e Adamo del bene non permettendo loro di mangiare dall'albero del
conoscenza del bene e del male. Gen 3: 1-6
2. In questa serie, abbiamo esaminato un numero di persone che erano commosse dalle loro emozioni da un luogo di
credi in Dio. Nota il comune denominatore in ciascuno di essi.
un. Tutti hanno espresso dubbi sulla cura di Dio per loro. Che lo abbiano realizzato o no, avvolti
in quei pensieri ed emozioni c'era un'accusa contro Dio che stava facendo un cattivo lavoro
prendersi cura di loro ..
1. Deut 1:27; Num 14: 1-3 – Quando Israele udì il rapporto sulle città murate e sui giganti nel
terra di Canaan, avevano molta paura, piansero tutta la notte e accusarono Dio di aver portato
li in questo posto per ucciderli.
2. Marco 4: 38 – Quando i discepoli incontrarono un'orribile tempesta mentre attraversavano il Mare di
Galilea, le loro prime parole a Gesù furono: non ti importa che stiamo per morire?
3. Luca 10:40 - Quando Marta sentì di essere stata maltrattata da sua sorella e si appellò a Gesù,
le sue prime parole furono: non ti importa?
b. Queste reazioni sono troppo simili per essere una semplice coincidenza. C'è qualcosa nella carne umana caduta
che istintivamente vuole incolpare qualcuno o qualcosa quando le cose non vanno bene per noi. Il
il diavolo è ben consapevole di questa tendenza e ne approfitta.
1. La nostra carne si arrabbia con Dio e il diavolo alimenta questa tendenza. Uno dei motivi che dobbiamo
imparare a controllare i nostri pensieri ed emozioni è così che non cadiamo preda di questo tratto nella nostra carne
e la tattica del diavolo. La rabbia verso Dio è un distruttore di fede.
R. Se credi che Dio sia responsabile dei tuoi problemi, direttamente o indirettamente, come puoi
ti rivolgi con fiducia a Lui per aiuto nei tuoi problemi? Eb 4:16; Sal 9:10
B. La rabbia verso Dio rende anche più facile giustificare il peccato: dopo quello che ha fatto o non ho fatto, merito
per fare questo.
2. La rabbia verso Dio sorge quando crediamo che non abbia fatto le cose come pensiamo che dovrebbe e
che le nostre difficoltà sono dovute alla sua cattiva gestione delle cose.
c. Potremmo fare un'intera lezione sul tema della rabbia verso Dio. Ma per ora, considera questi pensieri.
1. Ci arrabbiamo con Dio perché fraintendiamo la natura della vita in un mondo caduto. Nessuno
ha una vita senza problemi nel mondo perché è stata infestata da una maledizione del peccato,
corruzione e morte.
2. Ci arrabbiamo con Dio perché fraintendiamo il Suo proposito sulla terra. Il suo scopo non lo è
per rendere questa vita il momento clou della nostra esistenza. Siamo esseri eterni e questa vita è solo a
piccola parte della nostra esistenza. La parte migliore e migliore è avanti dopo questa vita.
1. L'obiettivo principale del numero di Dio ora è di radunare le persone a se stesso attraverso la fede in Cristo
possono essere trasformati da peccatori in santi e giusti figli e figlie di Dio.
2. Usa le difficoltà della vita in un mondo caduto per promuovere questo scopo. Lo stadio finale
poiché l'inversione del dolore, della sofferenza, della perdita e dell'ingiustizia della vita è nella vita a venire, prima in
TCC – 1015
4
il cielo attuale e poi sulla nuova terra.
3. Dio è un Dio giusto. Ciò significa che non è mai stato ingiusto nel gestire qualsiasi
circostanza o situazione. Lottiamo con quel pensiero perché non capiamo
che le sofferenze e i problemi di questa vita non provengono da Lui. Fanno parte della vita in
mondo caduto in cui gli uomini fanno scelte di libero arbitrio che portano problemi a molte persone (andando
fino ad Adamo).
3. Dobbiamo prendere la decisione che non consentiremo mai circostanze (nostre o di qualcun altro), emozioni,
pensieri o chiacchiere per spingerci ad accusare Dio di fare qualcosa di sbagliato. Questo è il modo più veloce per essere spostato
dalla fiducia e fede in Dio.
un. Gen 39: 9 – Dobbiamo essere come Giuseppe quando fu accusato ingiustamente di stupro dalla moglie di Potifar.
Quanto è ingiusto! Avrebbe potuto uscire dalla situazione dormendo con le donne. Eppure suo
la posizione inamovibile era: come posso fare questo male a Dio?
b. Dan 3: 17,18 – Quando Shadrach, Meshach e Abednego furono minacciati di essere bruciati vivi per
rifiutando di inchinarsi a un idolo hanno rifiutato. Sapevano che se vivevano o morivano, non lo era
più grande di Dio. Li avrebbe liberati dal fuoco o li avrebbe liberati dalla morte
attraverso la risurrezione dei morti (Dan 12: 2). negare Dio e inchinarsi a un idolo.
1. II Cor 6: 10 – Nel contesto delle molte prove che affrontò mentre predicava il Vangelo al mondo conosciuto,
Paul parlava di essere triste, ma di gioia. Questa non può essere una risposta emotiva perché Paul
disse che si rallegrava quando si sentiva triste.
un. La gioia viene da una parola che significa essere "allegria" ful. Il tifo è uno stato d'animo. Quando tu
rallegrare qualcuno che dai speranza e spingerli a continuare. In altre parole, li incoraggi.
Secondo il Webster's Dictionary, incoraggiare significa dare coraggio, speranza o fiducia.
b. Quando Paul si sentiva triste (o arrabbiato o impaurito), si incoraggiava con le ragioni per cui aveva speranza. lui
focalizzato sulla bontà e sull'aiuto di Dio e nutrito della sua fede piuttosto che dei suoi sentimenti. Rom 12:12
2. Abbiamo detto la scorsa settimana che una delle ragioni per cui parliamo con un amico fidato quando stiamo lottando è tale
possono incoraggiarci. Non c'è niente di sbagliato in questo, ma arriva un momento in cui dobbiamo
incoraggiarci contro l'assalto di emozioni, pensieri e bugie da parte del diavolo.
un. Se vuoi essere inamovibile, devi imparare a ottenere il controllo delle tue emozioni, pensieri e te stesso-
parla incoraggiando o rafforzando te stesso nel Signore.
b. Nulla può venire contro di me che è più grande di Dio. Dio mi farà passare fino a quando non mi ottiene
su. Le gioie della vita a venire superano di gran lunga il meglio che questa vita ha da offrire. Pertanto, ne vale la pena
per rimanere fedele, per correre la mia corsa e finire il mio percorso, qualunque cosa io debba fare.