BATTUTO NELLO SPIRITO

Scarica PDF
DIO NEGLI STATI UNITI
NATA DALLO SPIRITO
BATTUTO NELLO SPIRITO
RESTAURATO DALLO SPIRITO
COSTRUITO DALLO SPIRITO
POTENZIATO DALLO SPIRITO
DIO INTERNO MENTITO
CONFORMATO A CRISTO DALLO SPIRITO
LA PIENITÀ DI DIO
GUIDATO DALLO SPIRITO SANTO
LA PAROLA DI DIO È SUA VOLONTÀ
UN TESTIMONE INTERNO
MENTE LO SPIRITO NON LA CARNE
GUIDATO ALLA VERITÀ
SOGNI, VISIONI E VOCI
GUIDATO A COSA
1. L'idea che i credenti siano il tempio o la dimora di Dio, sia corporalmente che come individui è a
tema che emerge ripetutamente nelle epistole di Paolo. 3 Cor 16:6; 19:6; II Cor 16:2; Ef 21,22: XNUMX; I Tim
3:15; Eb 3: 6; eccetera.
un. II Cor 6:16 - Il piano di Dio era ed è quello di abitare i Suoi figli e figlie mediante il Suo Spirito. Dio
vuole abitare in noi (relazione) e vuole camminare in noi (lavorare dentro e attraverso di noi).
b. Paolo voleva che i credenti vivessero con la consapevolezza che Dio dimora in noi. 6 Cor 19:XNUMX - Non lo sei
consapevole che il tuo corpo è un tempio dello Spirito Santo che è in te (Williams)?
2. Dobbiamo diventare “mentalmente dentro Dio” o consapevoli del fatto che Dio è in noi. Deve esserlo
più che un cliché. Deve diventare la nostra visione della realtà, una visione che influenza il modo in cui viviamo.
un. Non stiamo parlando di un qualche tipo di misticismo orientale in cui contempli e ti colleghi
la tua divinità interiore. Gli esseri umani non sono divini. Solo Dio è Divino. Lui è il Creatore, lo siamo
il creato. Non crediamo che Dio sia in ogni cosa. Questo è panteismo, non cristianesimo.
b. Tuttavia, quando pieghiamo il ginocchio a Gesù come Salvatore e Signore, Dio viene a dimorarci. Dio, di
Il suo Spirito è in te per potenziarti e cambiarti in modo che tu possa essere tutto ciò che intende.
3. Rom 8:11 – La potenza che ha suscitato il Signore Gesù, la potenza in noi, è lo Spirito Santo. Pertanto, in
questa parte della nostra serie, stiamo parlando dello Spirito Santo mentre consideriamo la grandezza di quel potere.
un. Il Nuovo Testamento parla di due distinte esperienze con lo Spirito Santo, essendo nato dal
Spirito ed essere battezzati nello Spirito. Questo può essere difficile di cui parlare perché, nel passato
2,000 anni da quando Gesù è stato qui, molte opinioni diverse si sono sviluppate su questi temi.
b. Alcuni sostengono che siamo nati di nuovo attraverso lo Spirito Santo e le acque del battesimo. Alcuni si immergono
adulti in acqua. Altri cospargono i bambini. Alcuni dicono che non hai lo Spirito Santo se non lo fai
parlare in lingue. Altri dicono che non sei salvato se non parli in lingue.
c. Dobbiamo risolvere questo problema prima di poter considerare pienamente la grandezza del potere in noi. Iniziammo
per farlo nell'ultima lezione e vuoi continuare in questa lezione.
1. Le parole di Gesù avevano lo scopo di assicurare loro che la loro separazione sarebbe stata temporanea e un giorno l'avrebbero fatto
riunirsi. Voleva anche assicurare loro che non li avrebbe lasciati indifesi. Giovanni 14: 16-18
un. v18 – La parola senza conforto (orphanos in greco) significa lutto. Notare la parola orfano in essa.
È tradotto senza padre, desolato (abbandonato, solo), privo (privato di qualcosa di caro).
b. v16 – Gesù disse che avrebbe chiesto al Padre di dare loro un altro Consolatore (un altro dello stesso tipo).
Consolatore in greco è parakletos, da due parole che significa chiamare al lato di.
1. Nota queste traduzioni della parola: Another Helper (Moffatt); Avvocato (ABUV); un altro a
fare amicizia con te (Knox); qualcun altro a starti vicino (Phillips).
2. E chiederò al Padre, e ti darà un altro Consolatore (Consigliere, Assistente,
Intercessore, Avvocato, Rafforzatore, Standby) affinché possa rimanere con te per sempre. (Amp)
c. v17 – Gesù disse ai Suoi discepoli che il Consolatore (lo Spirito di verità, lo Spirito Santo, v26) è stato
con te, ma sarà in te.
2. Per apprezzare ciò che Gesù stava promettendo ai Suoi seguaci (inclusi noi), abbiamo bisogno di una certa comprensione
la Divinità. Divinità è un termine usato nel Nuovo Testamento per riferirsi alla natura o all'essenza di Dio. atti
17:29; Rom 1:20; Col 2: 9
un. Dio è un solo Dio che si manifesta contemporaneamente come tre Persone: Padre, Figlio e Spirito Santo.
Queste tre persone sono distinte, ma non separate. Co-entrano o condividono una natura divina.
1. Non puoi averne uno senza gli altri. Dov'è il Padre, così è il Figlio e lo Spirito Santo.
TCC – 982
2
Gesù è l'incarnazione visibile di tutto ciò che il Padre è. Lo Spirito Santo è l'invisibile
presenza di tutto ciò che Gesù è. Questo mistero della Divinità è oltre la nostra comprensione.
Possiamo solo accettare e rallegrarci della meraviglia di Dio Onnipotente.
2. Queste tre persone lavorano in collaborazione tra loro. Il Padre ha pianificato la redenzione.
Il Figlio lo acquistò attraverso la Croce. Lo Spirito Santo lo compie (lo rende una realtà nel nostro
vita) quando crediamo nella Parola di Dio su ciò che il Padre ha fornito attraverso il Figlio.
b. Giovanni 14:16, 26 – Gesù disse che il Padre darà e manderà lo Spirito Santo. Come può l'Infinito,
Onnipotente (onnipotente), Onnipresente (presente ovunque contemporaneamente), Onnisciente (onnipresente)
sapendo) Dio dà o invia l'Iddio infinito, onnipotente, onnipresente, onnisciente?
1. Le parole mancano quando parliamo di tutto questo perché stiamo parlando del Dio Infinito
interagendo con esseri finiti. Non possiamo spiegarlo. Lo accettiamo e gioiamo semplicemente.
2. Il punto è che Gesù disse ai Suoi uomini che la natura della loro relazione con Lui stava andando
cambiare e sarebbe buono o vantaggioso per loro per diversi motivi. Giovanni 16: 7
A. Lo Spirito Santo sarebbe dentro e attraverso loro ciò che Gesù era mentre era con loro.
B. Attraverso la croce Gesù acquisterebbe la redenzione. E conosceva quello Spirito Santo
lo realizzerebbe quindi nella vita e nell'esperienza di coloro che credono.
3. Gesù fu arrestato quella notte e crocifisso il giorno successivo. È risorto dai morti tre giorni
più tardi e trascorse altri quaranta giorni con i Suoi discepoli prima di tornare in Paradiso. Atti 1: 3
3. Ricorda, il cristianesimo è più di un codice morale o di un sistema di credenze (sebbene includa entrambi).
Il cristianesimo implica una trasformazione soprannaturale per mezzo del potere di Dio che ripristina uomini e donne
il nostro scopo creato. Dio fece in modo che gli esseri umani diventassero i Suoi figli e figlie reali partecipando
La sua vita e il suo Spirito attraverso la fede in Cristo.
un. La Bibbia usa la parola immagine della nuova nascita per descrivere questa relazione organica e vivente tra
Dio e l'uomo attraverso Cristo. Gesù disse che gli uomini dovevano rinascere o nascere dall'acqua del
Parola (non le acque naturali del battesimo) e lo Spirito di Dio. Giovanni 3: 3-5
b. Quando crediamo nel vangelo, lo Spirito Santo rigenera o dà vita al nostro spirito umano e a noi
sono rinati o nati dall'alto, come si dice in greco. È soprannaturale.
1. La nuova nascita è una trasformazione interiore della parte immateriale dell'uomo compiuta dal
Spirito di Dio attraverso la Parola di Dio. Giovanni 3: 5; Tito 3: 5; Giacomo 1:18; I Pet 1:23
2. I Giovanni 3: 10 – La nuova nascita trasforma uomini e donne da figli del diavolo in bambini
di Dio, dai peccatori ai figli, dagli ingiusti ai giusti, dai morti ai vivi.
A. I bambini in greco sono teknon. Questa parola sottolinea il fatto della nascita; è una nascita spirituale,
non naturale. Attraverso la caduta di Adamo gli uomini furono fatti peccatori per natura, per discendenza lineare, da
il fatto della loro nascita (Rom 5:19; Ef 2: 3). Attraverso la nuova nascita siamo nati da Dio.
B. Giovanni 1: 12,13 – Ma a quanti Lo hanno ricevuto e accolto, ha dato l'autorità [potere, privilegio, diritto] di diventare i figli (teknon) di Dio, cioè a coloro che
credi inadde, fidati e fai affidamento sul suo nome; Chi non deve la loro nascita né a
sangue, né alla volontà della carne [quella dell'impulso fisico], né alla volontà dell'uomo [quella
di un padre naturale], ma a Dio.  Sono nati da Dio! (Amp)
3. Rom 8: 15-17 – Paolo usò la stessa parola greca (teknon) quando scrisse dei figli di Dio.
Lo Spirito di adozione è lo Spirito Santo. Ci ha resi letteralmente figli di Dio attraverso nuovi
nascita, tanto che ora possiamo giustamente chiamare Dio nostro Padre (Abba). Siamo nati da lui.
4. Luca 24: 44-48 – Ritorno ai discepoli di Gesù. Hanno ricevuto lo Spirito Santo e sono nati da Dio il
giorno della risurrezione. Cinquanta giorni dopo furono battezzati nello Spirito. Sono state due esperienze separate.
un. Nel giorno della risurrezione, Gesù apparve ai Suoi discepoli e ricordò loro che tutto era scritto
su di lui da parte di Mosè e dei profeti doveva essere adempiuto. Quindi Gesù ha aperto la loro comprensione
delle Scritture, mostrando loro che aveva davvero adempiuto a tutti loro.
1. Disse loro: Era stato profetizzato che sarei morto e risorto il terzo giorno, e voi lo siete
testimoni di questi eventi. Ora, inserisci il mio nome (la mia autorità) e prendi questo messaggio di
TCC – 982
3
pentimento e remissione dei peccati a tutte le nazioni, a partire da Gerusalemme. Coloro che si rivolgono a
A me (pentirsi) i loro peccati saranno rimessi (cancellati)
A. Giovanni 20: 19-22 – I discepoli credettero alle parole che Gesù condivise con loro. Poi lui
soffiò su di loro e disse: Ricevi lo Spirito Santo. I discepoli furono purificati dal peccato
e la loro natura è cambiata da peccatore a figlio dal potere dello Spirito Santo.
B. Gen 2: 7 – Proprio come Dio soffiò su Adamo nella prima creazione e divenne un'anima vivente,
Gesù ha iniziato la nuova creazione quando ha respirato su di loro e sono nati di nuovo.
2. Il giorno della risurrezione vediamo la ricreazione (restauro e trasformazione) degli uomini che erano
trasformato da peccatori in figli dallo Spirito Santo attraverso la fede in Cristo. II Cor 5:17
b. Gesù rimase con i Suoi seguaci per altri quaranta giorni. Poco prima di tornare in Paradiso, lui
li istruì ad aspettare a Gerusalemme la promessa del Padre, lo Spirito Santo, prima di loro
uscì per proclamare il loro messaggio. Luca 24:49; Atti 1: 4-8
c. Disse loro: Sarai battezzato con lo Spirito Santo, sopportato con potere dall'alto. Dieci
giorni dopo furono riempiti di battezzati nello Spirito Santo e parlarono in lingue. Atti 2: 1-4
5. Il Libro degli Atti è un resoconto di ciò che accadde dopo che Gesù tornò in Paradiso e ai Suoi seguaci
uscì e cominciò a proclamare la sua risurrezione. Mentre leggiamo questo disco vediamo due esperienze con
lo Spirito Santo: essere nato dallo Spirito ed essere battezzato nello Spirito. Considera alcuni esempi.
un. Atti 8 – Dopo il martirio di Stefano, scoppiò una grande persecuzione a Gerusalemme e in tutto il mondo
Cristiani (tranne gli apostoli) sparsi nelle regioni di Giudea e Samaria.
1. v5-8 – Filippo (Atti 7: 5) andò in Samaria e predicò Cristo al popolo e loro prestarono attenzione
o ascoltato il suo messaggio. v12 – Dopo aver creduto a ciò che Filippo predicava e da cui nacquero
lo Spirito furono battezzati. Credere nel battesimo in acqua precedente. Il battesimo in acqua è un simbolo
del cambiamento interiore che si verifica quando crediamo nella Parola di Dio (I Pet 3:21).
2. v14-17 – Quando gli apostoli a Gerusalemme udirono ciò che accadde in Samaria, inviarono Pietro e
Giovanni prega per i nuovi credenti di ricevere lo Spirito Santo. Sono nati dalla Parola
e lo Spirito e l'acqua battezzarono, ma lo Spirito Santo non era ancora caduto su nessuno di loro.
Pietro e Giovanni imposero loro le mani e loro ricevettero o furono battezzati nello Spirito Santo.
3. v18,19 – Anche se il testo non dice espressamente che parlavano in lingue, lo stregone locale
è stato così colpito da ciò che ha visto quando le mani sono state imposte su queste persone, ha offerto il
soldi degli apostoli per autorizzarlo a fare ciò che hanno fatto.
b. Atti 9: Gesù apparve a Saul mentre si recava a Damasco per arrestare i cristiani. Chiese Saul
due domande del Signore: chi sei e cosa vuoi che faccia. Il Signore disse: lo sono
Gesù e disse a Paolo di andare a Damasco. Paolo gli credette e fece secondo le istruzioni. v1-8
1. v10-18 – Il Signore ordinò ad Anania (un seguace di Gesù che viveva a Damasco) di trovare Paolo e
prega per lui. Anania ha salutato Saul come un fratello (v17) perché era nato dallo Spirito.
2. Quindi Anania pregò che Saulo ricevesse la sua vista e si riempisse o battezzasse nel Santo
Fantasma. Infine, fu battezzato con l'acqua. Il testo non dice che allora Paolo parlò in lingue,
ma in seguito scrisse che parlava in altre lingue. 14 Cor 18:XNUMX
c. Atti 10-Un gentile di nome Cornelio (un devoto proselito ebreo o neo convertito) vide un angelo in un
visione che lo ha diretto a mandare uomini nella città di Joppa per trovare un uomo di nome Peter e portarlo
lui a casa. L'angelo disse: Ha parole che devi sentire (v6; 22; 32); Atti 11: 14– “un messaggio
per mezzo del quale voi e tutta la vostra famiglia [pure] sarete salvati [dalla morte eterna]. ” (Amp)
1. Quando arrivò Pietro, Cornelio era così eccitato che cadde ai suoi piedi e adorò
lui. Da ciò dobbiamo presumere che qualunque cosa gli avesse detto Pietro, Cornelius ci avrebbe creduto.
Ha riunito la sua famiglia e ha detto a Peter: Vogliamo “ascoltare tutto ciò che hai
è stato incaricato dal Signore di dire ”(Atti 10:33, Amp)
2. v34-43 – Pietro predicò loro Gesù, dicendo loro che Gesù era stato unto da Dio e lo fece
miracoli per tutti da vedere. Quindi fu crocifisso ma Dio lo risuscitò dai morti. E noi
testimoniato tutto questo.
TCC – 982
4
A. v43 – Notate che Pietro ha detto specificamente che: chiunque crede in Lui riceverà
remissione dei peccati. La nuova nascita o il nascere dall'alto deriva dal credere al
Parola di Dio su ciò che Gesù fece attraverso la sua morte e risurrezione. Queste persone
credevano a ciò che udivano e nacquero dallo Spirito.
B. v44 – Mentre Pietro parlava, lo Spirito Santo cadde su di loro e parlarono in lingue
e Dio magnificato. Quindi furono battezzati con acqua (v48).
d. Atti 19 – Durante il suo terzo viaggio missionario Paolo entrò in contatto con alcuni discepoli di Efeso.
Erano discepoli di Giovanni che probabilmente divennero tali attraverso il ministero di Apollo. v1
1. Atti 18: 24-28 – Apollo (un ebreo di Alessandria) venne a Efeso e predicò. Lui sapeva
solo il battesimo di Giovanni. Incontrò Aquila e Priscilla che gli parlarono di Gesù e credette.
2. Paolo sapeva che Apollo era un credente e chiese a questi discepoli: Hai ricevuto il Santo
Spirito da quando hai creduto? Paolo imparò di conoscere il battesimo di Giovanni. v2-4
. 3. v5-7 – Paolo predicò loro Gesù. Credevano, erano nati dallo Spirito e battezzati in acqua.
Paolo impose loro le mani, furono battezzati nello Spirito Santo e parlarono in lingue.
1. È chiaro dagli Atti che ci sono due incontri distinti con lo Spirito Santo, essendo nati dal
Spirito ed essere battezzato nello Spirito, e parlare in lingue è il segno iniziale di essere battezzato.
un. Se sei nato di nuovo hai lo Spirito Santo perché sei nato da Lui. Ma ce n'è un altro
incontro con lui. Alcuni si riferiscono ad esso come un maggior rendimento da parte nostra.
b. Tutto questo è difficile da discutere perché stiamo parlando di un Dio Infinito che interagisce con e
dimorare esseri finiti e ci sono così tante opinioni diverse su questi argomenti oggi.
c. I primi cristiani non conoscevano nessuno degli argomenti che abbiamo sul battesimo in acqua, sul battesimo nel Santo
Spirito, o parlare in altre lingue. Gli eventi descritti in Atti stavano accadendo a loro e
intorno a loro. Tutte le epistole sono state scritte nel contesto di due esperienze con lo Spirito Santo.
2. Sebbene varie manifestazioni soprannaturali accompagnassero uomini e donne quando furono battezzati
nello Spirito, l'unico denominatore comune parlava in altre lingue. È quello che ha convinto
Pietro che i Gentili avevano ricevuto ciò che gli apostoli avevano ricevuto nel giorno di Pentecoste.
3. La terza persona della Divinità, lo Spirito Santo, è venuta per rigenerarci e viverci.
un. Notare alcune delle immagini usate per descrivere la nostra interazione con Lui - dotata (rivestita di potere),
battezzato (o immerso), riempito (per quanto può essere tenuto).
b. Lo Spirito Santo vuole saturare ogni parte del nostro essere con la Sua Vita per potenziare e trasformare
noi. Non c'è da stupirsi che Paolo pregasse che avessimo saputo l'enorme grandezza della sua potenza in noi.
c. Molto è più la prossima settimana !!