COSÌ COM'È, COSÌ SIAMO

Vivere come Supermen
Svelare l'invisibile
Medita sulla parola di Dio
Camminando come Gesù camminò
Imparare a regnare I
Imparare a regnare II
Colui che crede all'Hath
Come è così siamo noi
Eri, lo sei
Vita da Dio
Più vita da Dio
La verità cambia vero
Di 'ciò che Dio dice

1. È volontà di Dio che viviamo sulla terra come Gesù visse mentre era sulla terra. 2 Giovanni 6: XNUMX
un. Ciò significa: abbiamo la stessa relazione con il nostro Padre celeste che Gesù aveva. Giovanni 17:23; 16: 27,32; 14:20; 11:41
b. Ciò significa: rappresentiamo accuratamente Gesù, sia il suo carattere che il suo potere. Giovanni 14: 9-12
2. Dio ci rende simili a Gesù mettendo la sua vita e natura in noi alla nuova nascita.
un. Quando nasciamo di nuovo, riceviamo la vita eterna (ZOE). La vita eterna è la vita e la natura di Dio. Giovanni 1: 4; 5:26; 5 Giovanni 11,12: 1; II animale domestico 4: 3; Eb 14:XNUMX
b. Quella vita viene nel nostro spirito e ci rende veri figli e figlie di Dio. Siamo nati da Dio, nati dall'alto. Giovanni 3: 3,5
c. Ora, quella nuova vita nel tuo spirito dovrebbe dominare la tua anima e il tuo corpo, mentre affronti esternamente gli effetti di questo cambiamento interiore. Ef 4:24; Col 3:10
d. Attraverso la sua vita e natura in noi, Dio ci conforma all'immagine di Cristo.
3. È volontà di Dio che i Suoi figli e figlie regnino nella vita. Rom 5:17
un. Ciò significa: in mezzo ai guai, abbiamo la vittoria, sperimentiamo tutto ciò che la Croce ha fornito e rappresentiamo accuratamente Gesù in questa vita.
b. Il regno nella vita non avviene automaticamente. Dobbiamo imparare a farlo. Ci stiamo prendendo del tempo per imparare a regnare nella vita. Fil 4:11
4. In questa lezione, vogliamo considerare questo argomento alla luce della Croce di Cristo.

1. Gesù è diventato ciò che eravamo in modo da poter diventare ciò che è.
2. Cosa significa che Gesù è diventato ciò che eravamo?
un. La prima cosa che significa è che Gesù lasciò il paradiso e divenne un uomo.
1. Non ha smesso di essere Dio. Ha assunto una natura umana completa (spirito, anima e corpo): una persona, due nature, umana e divina.
2. Mentre era sulla terra, Gesù mise da parte i suoi diritti e privilegi come Dio. Non ha vissuto come Dio. Ha velato la sua divinità, la sua gloria. Fil 2: 6-8
3. Mentre era sulla terra, Gesù visse come un uomo con la vita del Padre in Lui, potenziata dallo Spirito Santo. Matt 4: 1,2; Marco 4:38; Giovanni 5:26; 6:57;
Atti 10: 38
b. La seconda cosa che significa quando diciamo che Gesù è diventato ciò che eravamo, è che quando Gesù è stato appeso alla croce, è stato unito a noi nel nostro peccato e nella nostra morte.
3. Questo ci porta al principio di identificazione, che è vitale per la nostra comprensione di ciò che ci è successo quando siamo nati di nuovo.
un. L'identificazione è la nostra unione completa con Cristo nella sua morte, sepoltura e risurrezione.
b. Nella mente della giustizia, quando Gesù pendeva sulla croce, eravamo noi che pendevamo sulla croce. Gesù è andato sulla croce PER noi COME noi.
1. Gesù fu fatto peccato (ingiustizia, I Giovanni 5:17) con il nostro peccato, tanto che il Padre dovette abbandonarlo sulla Croce. Matt 27:46; II Cor 5:21
2. Quando Gesù morì, andò all'inferno a soffrire per noi come noi. L'inferno è dove vanno le persone che sono separate da Dio quando muoiono. Atti 2: 27,31
c. Sulla croce ebbe luogo un'unione tra Gesù e noi.
1. Non eravamo letteralmente lì sulla Croce, ma eravamo legalmente lì dentro e attraverso la persona del nostro sostituto, Gesù Cristo.
2. Non eravamo lì, ma quello che è successo lì ci riguarda come se fossimo lì. (am crucified = were) Gal 2:20
4. Gesù ha fatto tutto questo, non solo per pagare i nostri peccati, ma in modo che potesse elevarci alla vita, darci una nuova natura e renderci figli di Dio. Eb 2: 9,14
un. Gesù si unì a noi nella morte per darci la vita. Ha preso la nostra natura di peccato in modo che potessimo avere la sua natura giusta.
b. Il problema dell'uomo non è solo quello che fa, è quello che è: un figlio di satana con la natura di suo padre (che è il peccato e la morte) in lui. Giovanni 8:44; I Giovanni 3:12;
II Cor 6: 14-16; Ef 2: 1-3
c. Se la Croce avesse pagato solo i peccati dell'uomo, avrebbe lasciato l'uomo un peccatore per natura.
d. Dio non può avere figli di satana, peccatori per natura, come figli e figlie. I figli e le figlie di Dio devono essere santi. I Pet 1: 14-16
5. La Croce doveva anche affrontare ciò che eravamo per natura. La soluzione di Dio per quello che eravamo era punirci ed eseguirci attraverso la persona del nostro sostituto, Gesù.
un. Le richieste di giustizia per la nostra punizione e morte furono fatte a Gesù.
b. Ma poiché Gesù era ed è anche Dio, il valore della sua persona era tale che il suo sacrificio poteva pagare completamente i nostri peccati.
c. Poiché Gesù non aveva alcun peccato per il quale pagare, una volta pagati i nostri peccati, la morte non poteva più trattenerlo. Quindi, risuscitò dai morti.
6. Poiché Gesù ci portò con sé sulla croce, sulla tomba e sull'inferno, eravamo con Lui quando fu pagato il prezzo del peccato. Eravamo con Lui quando fu reso di nuovo vivo.
E, quando è stato cresciuto, siamo stati cresciuti con Lui in una nuova vita. Ef 1: 19,20; 2: 1-5
un. Dalla parola AND in Ef 1:20 al versetto 23 c'è una parentesi, un inserimento. Il verbo per Ef 2: 1 è in Ef 1:20.
b. Siamo stati resi vivi e cresciuti quando Cristo fu reso vivo e risuscitato dalla tomba. Ef 2: 1; 5,6
7. Sulla Croce è stato fatto uno scambio. Si sono verificate almeno otto aree specifiche di scambio: Gesù è diventato o ha preso qualcosa di nostro in modo che potessimo diventare o avere qualcosa di suo.
un. Gesù ha preso la nostra punizione da Dio per i nostri peccati in modo da poter avere pace con Dio. Isa 53: 5
b. Gesù ha preso le nostre malattie in modo che potessimo avere la salute fisica. Isa 53: 4,5,10
c. Gesù ha preso la nostra povertà per poter avere la sua ricchezza. II Cor 8: 9
d. Gesù accettò il nostro rifiuto affinché potessimo essere accettati e accettabili dal Padre. Matt 27:46; Ef 1: 6
e. Gesù si prese la nostra vergogna per poter avere la sua gloria. Rom 8:30; Eb 2:10
f. Gesù è stato fatto peccato con il nostro peccato in modo da poter essere resi giusti con la Sua giustizia. II Cor 5:21
g. Gesù divenne una maledizione per poter ricevere benedizioni. Gal 3: 13,14
h. Gesù ha preso la nostra morte per poter avere la sua vita. Eb 2: 9,14; Giovanni 10:10
8. La croce era un mezzo per raggiungere un fine. Gesù è diventato ciò che eravamo così da poter diventare ciò che è. Cosa significa essere come Gesù? Significa:
un. Essere letterale, reale, figlio di Dio perché hai la sua vita e natura in te. Giovanni 3: 3,5; 1:12
b. Essere giusti, proprio con Dio, nella natura e nell'azione. 1 Cor 30:5; Rom 18,19: XNUMX
c. Essere liberi da, oltre il tocco di, il peccato e la morte. Rom 6: 8-10
d. Regnare nella vita come ha regnato Gesù. Rom 5:17
e. Essere conformi all'immagine di Gesù Cristo nella natura e nell'azione. Rom 8:29;
II Giovanni 3: 2
9. Gesù è andato sulla Croce per noi come noi in modo da poter vivere sulla terra per Lui come Lui.
II Cor 5: 15,20
un. Notare il contesto di questi due versetti: siamo nuove creature che sono state rese giustizia di Dio in Cristo.
b. I Giovanni 4:17 - In modo che possiamo avere fiducia nel Giorno del Giudizio - nel nostro essere anche in questo mondo, ciò che è Cristo stesso. (XX secolo)
10. Gesù non è morto sulla Croce per se stesso, né ha vinto satana e risorto dai morti per se stesso - ha fatto tutto per noi come noi.
un. Quando rendi Gesù Signore della tua vita, tutto ciò che è accaduto legalmente sulla Croce diventa efficace in te, in modo vitale. Rom 8: 1
b. La vita che ti viene incontro alla nuova nascita cancella la natura del peccato, la natura di satana e ti rende una nuova creatura. II Cor 5:17
c. Ora hai la stessa vita in te e la stessa posizione che ha il risorto Signore Gesù Cristo.
1. Non sarai mai più figlio di Dio di quanto sei in questo momento, non più accettabile, più giusto, più caro a Dio di quanto tu sia in questo momento.
un. Ciò non significa che il tuo comportamento, i tuoi pensieri e le tue emozioni non cambieranno più di quanto non abbiano già fatto. Lo faranno. Stai per essere pienamente conforme all'immagine di Cristo.
b. Ma tu, l'uomo spirito all'interno, sei completo in Cristo. Col 2: 9,10
1. Col 2: 9,10 – pienezza = PLEROMA = quasi intraducibile; qualsiasi sinonimo suggerito dalla pienezza; completezza.
2. Abbiamo ricevuto questa pienezza. Questa pienezza ci ha riempito e noi siamo padroni, figli di Dio, nuove creazioni.
c. Tutto ciò che Gesù era verso e per il Padre nella sua terra cammina, noi siamo e possiamo essere per il Padre nella nostra terra, perché siamo nati dal Padre e abbiamo la Sua vita e natura in noi.
d. Gesù non ha giustizia, posizione o accesso al Padre migliori di noi, perché la sua posizione, la sua giustizia e il suo accesso sono nostri attraverso la sua vita in noi.
2. Tutto ciò che Cristo ha compiuto nello scambio sulla Croce è vero in noi o su di noi attraverso la nuova nascita e la nuova creazione.
un. Hai l'abilità di Dio perché hai la sua vita e natura in te.
b. Condividi la sua vita di risurrezione e condividi tutto ciò che è e ha fatto.
c. Hai già sconfitto quella malattia attraverso il tuo sostituto. Ora sei in unione con la salute e sei guarito.
3. Tutte queste cose sono tue ora, perché sei nato da Dio, perché sei una nuova creatura. I credenti hanno queste cose, non perché credono di averle, ma perché sono credenti. Giovanni 3:36; 6:47
un. I credenti hanno la pace, la libertà dalla povertà e la piena disponibilità, la vita, perché sono rinati.
b. I credenti sono guariti, sono accettati, sono glorificati, sono giusti, sono benedetti, perché sono nati da Dio.
4. Sottolineiamo questo, perché molti cristiani stanno cercando di convincere Dio a dare loro ciò che già hanno e renderli ciò che sono già.
un. Stanno cercando di prendere per fede ciò che già possiedono per nascita.
b. Ricorda, solo perché non riesci a vedere qualcosa non significa che non sia reale. È invisibile, spirituale. II Cor 4:18
c. Una persona non è giusta perché crede di essere giusta. È giusto perché è nato da Dio. Rom 5:17; 10: 9,10; 3:26; 1 Cor 30:5; II Cor 21:XNUMX
5. Ora, si tratta di sapere cosa Dio ci ha fatto, ci ha donato, attraverso la nuova nascita, e camminando alla luce di esso.
un. Ringraziamo Dio per questo e agiamo sulla sua parola come faremmo la parola di un banchiere o di un avvocato.
b. Quando ho un rapporto di un banchiere di circa $ 1000.00 nel mio conto, le mie risposte, azioni, non sono uno sforzo per far accadere qualcosa credendo davvero duramente. Le mie azioni sono dimostrazioni del fatto che lo possiedo già, ce l'ho.
6. Abbiamo e siamo tutte queste cose attraverso la nuova nascita. Ora prendiamo il nostro posto come figli e figlie di Dio e godiamo dei nostri diritti e privilegi in Cristo.
1. Solo perché non possiamo vedere la nuova creazione che siamo diventati con i nostri occhi fisici non significa che non sia reale. È reale.
2. Se parleremo di ciò che siamo e di ciò che abbiamo attraverso la nuova nascita, nonostante ciò che vediamo o sentiamo, lo Spirito Santo renderà buona la parola di Dio nella nostra esperienza, nel regno visto.
3. Farà sì che quella realtà invisibile e spirituale cambi il corpo fisico, le circostanze e il mondo visti in cui viviamo.
4. Prendi il tuo posto come figlio. Agisci come quello che sei. Come è in questo mondo, anche noi.