UN RECORD AFFIDABILE

Scarica PDF
LEGGI LA PAROLA DI DIO
UNA NUOVA VISTA DELLA REALTÀ
TESTIMONIANZA SUGLI OCCHI
UN RECORD AFFIDABILE
LA PAROLA DI DIO È VERITÀ
ADORO LA BIBBIA
COSTRUISCI UN QUADRO

1. La cosa migliore che puoi fare per prepararti a ciò che verrà sulla terra è diventare un lettore della Bibbia. La Bibbia ci dice cosa sta succedendo e perché e ci dà fiducia e saggezza per navigare attraverso di essa.
un. Poiché la lettura della Bibbia è una sfida per molti cristiani, ci stiamo prendendo del tempo per parlare di un modo molto efficace di leggere. Diventa un lettore regolare e sistematico del Nuovo Testamento. (L'Antico Testamento è più facile da capire una volta che sei competente nel Nuovo Testamento.)
b. Per lettura regolare e sistematica intendo leggere da dieci a venti minuti ogni giorno (o il più vicino possibile a quello). Inizia all'inizio del Nuovo Testamento e leggi ogni libro dall'inizio alla fine.
c. Non smettere di cercare le parole. Non preoccuparti di ciò che non capisci. Appena letto. Il tuo obiettivo è familiarizzare con il Nuovo Testamento. La comprensione viene dalla familiarità e la familiarità viene dalla lettura regolare e ripetuta.
2. La lettura della Bibbia è difficile per molti perché è difficile vederlo come qualcosa di diverso da un libro di storie della Scuola Domenicale che non sembrano rilevanti in un mondo moderno. Per affrontare questo problema, nell'ultima lezione, abbiamo iniziato a esaminare come è nato il Nuovo Testamento. Abbiamo altro da dire in questa lezione.
un. Gli uomini che scrissero il Nuovo Testamento (Matteo, Marco, Luca, Giovanni, Paolo, Giacomo, Pietro, Giuda) furono tutti testimoni oculari (o stretti collaboratori di testimoni oculari) della risurrezione di Gesù. Non hanno deciso di scrivere un libro religioso. Partirono per proclamare il fatto che Gesù risuscitò dai morti. Atti 2:32; 3:15; 4:33; 5: 30-32; 10: 39-41
1. Si prefiggono di dire alla gente che, a seguito della morte, sepoltura e risurrezione di Gesù, la salvezza dal peccato è disponibile per tutti coloro che credono in Lui.
2. Gesù incaricò loro di diffondere questa buona notizia perché erano testimoni oculari della sua risurrezione. Luca 24: 44-48; Atti 1: 4-8
b. La maggior parte di questi uomini morirebbe la morte di un martire. Erano così persuasi di ciò a cui avevano assistito (morte e risurrezione di Gesù) da non negarlo nemmeno di fronte alla propria morte. Hanno dato la vita per trasmettere questo messaggio a quante più persone possibile. Ecco perché, sotto l'ispirazione dello Spirito Santo, hanno scritto il Nuovo Testamento.
3. Prima di entrare nel vivo della lezione di stasera dobbiamo fare alcuni commenti sulla risurrezione.
Il cristianesimo non si basa su sogni o visioni o sull'ideologia e le credenze del suo fondatore. Il fatto centrale, la base della fede cristiana è la risurrezione di Gesù.
un. La risurrezione è la prova che Gesù è ciò che ha affermato di essere: il Figlio di Dio (Giovanni 9: 35-37; 10:36). Rom 1: 4 — Chi fu dichiarato Figlio di Dio con potere dalla risurrezione dai morti, secondo lo Spirito di santità, Gesù Cristo nostro Signore (NASB).
b. La risurrezione è la prova che possiamo fidarci di ciò che Gesù ha detto. Prima di essere crocifisso, Gesù disse ai Suoi seguaci che sarebbe risorto dai morti (Matteo 16:21; Matteo 20: 17-19). Se non si è alzato, non possiamo fidarci di nient'altro che Gesù ha detto.
c. La risurrezione è la prova che i nostri peccati sono pagati e la giustizia è stata soddisfatta riguardo ai nostri peccati.
1. Rom 4: 25 — Gesù nostro Signore ... fu consegnato (alla Croce) a causa delle nostre trasgressioni e fu risuscitato (dai morti) a causa della nostra giustificazione (Wuest).
2. I Cor 15: 17 — E se Cristo non è stato risuscitato, allora la tua fede è inutile e sei ancora sotto condanna per i tuoi peccati (NLT).
d. La risurrezione è la prova che anche i corpi di tutti coloro che hanno fede in Gesù risusciteranno dai morti (I Cor 15, 20-23). In quella cultura (Israele del I secolo) le primizie si riferivano alla prima porzione di varie colture che venivano offerte al Signore come una promessa che il resto sarebbe arrivato.

4. Dobbiamo anche fare alcuni commenti sugli apostoli all'inizio. Quando Gesù iniziò il suo ministero pubblico, scelse dodici uomini come suoi apostoli. Luca 6: 13-16
un. Il piano di Gesù era che sarebbero stati "con lui" e che li avrebbe mandati a predicare con forza (Marco 3: 14-19). Gesù si riversò su di loro durante il suo ministero della terra perché alla fine avrebbero proclamato la risurrezione e sorvegliato la chiesa (credenti in Gesù) mentre si sviluppava.
b. Giuda (il traditore) si suicidò dopo aver tradito Gesù e fu sostituito da Mattia dopo che Gesù tornò in Paradiso. Nota i criteri per una sostituzione:
1. Atti 1: 21-22 — Deve essere qualcuno che è stato con noi tutto il tempo che eravamo con il Signore Gesù — dal momento in cui fu battezzato da Giovanni fino al giorno in cui fu portato da noi in cielo. Chiunque sia scelto si unirà a noi come testimone della risurrezione di Gesù (NLT).
2. Questi dodici uomini sono conosciuti come gli apostoli dell'Agnello (Ap 21:14). Sono unici perché sono quelli che hanno accompagnato Gesù nel suo ministero di tre anni e mezzo, ascoltato tutti i suoi insegnamenti, visto tutte le sue opere e visto la sua morte e risurrezione. Matteo, Marco e Pietro diventeranno alcuni degli scrittori del Nuovo Testamento.
c. Paolo, che fu anche chiamato ad essere un apostolo (Rom 1: 1; Ef 1: 1; ecc.), Non fa parte di questo gruppo. Gesù apparve a Paolo diversi anni dopo la risurrezione e fece successive apparizioni in cui insegnò personalmente a Paolo il vangelo che predicava (Atti 26:16; Gal 1: 11-12). Ha scritto 14 dei 27 documenti nel Nuovo Testamento.
d. Marco e Luca non facevano parte dei dodici, ma Marco era un compagno di Pietro che lo chiamò suo figlio nella fede (I Pietro 5:13) e Luca viaggiò con Paolo durante i viaggi missionari (Atti 20: 5-21).
5. Per il resto della lezione affronteremo l'affidabilità degli scritti nel Nuovo Testamento perché, non solo sembrano storie della Scuola Domenicale ai cristiani sinceri, c'è un attacco crescente alla loro affidabilità che sta minando il fede di cristiani non informati.

1. I primi documenti scritti furono epistole (Giacomo 46-49 d.C.; Galati 48-49 d.C.; I e II Tessalonicesi 51-52 d.C.). Queste lettere sono state scritte a persone che hanno avuto fede in Cristo durante il periodo coperto in Atti. Spiegano ciò in cui credono i cristiani e danno istruzioni su come vivere.
un. Sebbene chiamiamo le lettere delle epistole, in realtà erano discorsi o sermoni che dovevano essere letti ad alta voce o consegnati oralmente, di solito a più persone contemporaneamente. Una volta che una lettera ha raggiunto un gruppo di credenti (chiesa), è stata copiata e condivisa con altri gruppi (chiese). Atti 15:30; Col 4:16
b. I vangeli furono scritti un po 'più tardi (Marco 55-65 d.C.; Matteo 58-68 d.C.; Luca 60-68 d.C.; Giovanni 80-90 d.C.), durante i periodi di vita dei testimoni oculari, in parte per registrare testimonianze oculari che descrivono dettagliatamente la vita di Gesù , morte e risurrezione prima della morte dei testimoni oculari.
2. Questo ci porta a una domanda: quanto sono stati accurati i testimoni oculari apostolici in ciò che hanno riferito attraverso la parola parlata e attraverso documenti scritti?
un. Tieni presente che erano tutti e sono persone vere a cui Gesù Cristo aveva ricevuto l'incarico divino di proclamare ciò di cui erano stati testimoni. Luca 24: 44-48; Matt 28:19; Marco 16: 15-16; eccetera.
1. Hanno visto Gesù crocifisso, seppellito e risorto e poi lo hanno sentito spiegare che attraverso il suo sacrificio era ora disponibile la remissione dei peccati che credono in lui. Questo è ciò che la nazione stava aspettando, il Messia che aprirà il regno di Dio purificando gli uomini dal peccato.
2. La precisione in ciò che proclamavano questi uomini sarebbe stata al primo posto nelle loro menti. Giacomo 3: 1
b. Tieni presente che la loro predicazione non è stata fatta nel vuoto. Gli apostoli iniziarono a predicare proprio nella città in cui Gesù era stato crocifisso e dove la sua tomba era accessibile a tutti.
1. Gli apostoli non furono i soli testimoni oculari. Migliaia di Gerusalemme e le varie regioni intorno a Israele videro e o udirono Gesù ad un certo punto del Suo ministero. Quando Gesù fu crocifisso (Pasqua ebraica) Gerusalemme era piena di pellegrini che erano venuti per celebrare la festa. C'erano fino a 50,000 persone in città. La tomba vuota era a pochi minuti dal Tempio dove venivano uccisi gli agnelli pasquali. (Gerusalemme copriva circa 425 acri, circa 4,300 piedi per 4,300 piedi). C'erano molti potenziali testimoni in una piccola area. R. Se qualcuno che raccontava la storia sbagliava quando parlava, c'erano molte persone che potevano correggerle perché moltitudini vedevano vari eventi nella vita di Gesù.
B. I Cor 15: 5-7 — Paolo diede un elenco di molti che videro Gesù dopo la risurrezione che erano ancora vivi a quel punto (55-57 d.C.) e potevano verificare ciò che Paolo disse e scrisse.
2. Quando abbiamo considerato la risposta della gente a Gerusalemme, indica che a Gerusalemme è accaduto qualcosa di significativo che è stato conosciuto e creduto da molte persone.
A. Entro un paio di mesi dalla resurrezione oltre 7,000 persone a Gerusalemme e dintorni hanno riconosciuto Gesù come il Messia. Atti 2:41 si riferisce a 3,000 diventare credenti. Atti 4: 4 menziona 4,000. Le persone venivano aggiunte quotidianamente alla compagnia dei credenti (Atti 2:47).
B. Ricorda che professare Gesù come Messia significava scomunica dal culto del Tempio e perdita del loro modo di vivere. Ma sapevano qualcosa che ne valeva la pena. Giovanni 9:22
3. Tutti i vangeli erano basati su testimonianze oculari e testimoni oculari erano in circolazione fino alla fine del 1 ° secolo. Se un documento era corrotto (errato, inventato, modificato, aggiunto), c'erano molte persone che potevano confutarlo. Possiamo fidarci dell'accuratezza di ciò che è stato scritto.

1. Queste idee nascono da un malinteso su come alcuni libri siano diventati parte del Nuovo Testamento. I libri nel Nuovo Testamento non sono stati scelti. Sono stati riconosciuti.
un. La documentazione storica chiarisce che i cristiani del I secolo, fin dall'inizio, accettarono gli scritti di Cristo commissionando testimoni oculari (cioè gli apostoli) come autorevoli e ricevettero la loro testimonianza come le parole di Cristo stesso.
b. Autorevole significa provenire da un'autorità. Una scrittura autorevole potrebbe essere direttamente collegata a un apostolo o ad un testimone oculare dal tempo degli apostoli. Matthew, Mark, Luke e John accettarono come autorevoli fin dall'inizio.
2. I primi cristiani si radunavano settimanalmente e qualcuno in grado di leggere leggeva dai rotoli con gli scritti degli apostoli o dei profeti.
un. Un nuovo tipo di manoscritto iniziò ad essere usato nel I secolo, il codice, l'antenato dei libri moderni. Fogli di papiro erano impilati, piegati e rilegati. Le chiese conservavano le biblioteche dei loro codici (o codici). Erano molto apprezzati e conservati con cura.
b. Fin dall'inizio, c'era un nucleo comune di testi indiscussi che potevano essere fatti risalire ai testimoni oculari apostolici. A metà del II secolo (2 d.C.) la maggior parte delle chiese aveva i quattro vangeli, Atti, epistole di Paolo e I Giovanni. (vangeli, Atti, epistole di Paolo, I Giovanni). Le altre epistole impiegarono più tempo a diventare note.
c. Mentre il Nuovo Testamento stava per essere scritto, la parola degli apostoli portava autorità. Atti 1: 21-26; 15: 6-16: 5; I Cor 4-5; 9: 1-12; Gal 1: 1-12; II Tess 3:10; eccetera.
1. Gli apostoli riconobbero che i loro scritti erano Scritture. Pietro chiamò le Scritture delle lettere di Paolo e mise i comandamenti impartiti dagli apostoli alla pari con i profeti dell'Antico Testamento.
II animale domestico 3: 15-16; II animale domestico 3: 1-2
2. Paolo fece riferimento a una dichiarazione del vangelo di Luca e Matteo come Scrittura: II Tim 5: 18 — Il lavoratore è degno della sua ricompensa. 5 Tim 18:10; Luca 7: 10; Matt 10:XNUMX
3. I Tess 2: 13 — Questi credenti riconobbero che Paolo portò loro la Parola di Dio. Li ha esortati a mantenere gli insegnamenti (II Tess 2:15). Tradizioni (in greco) significa tutto ciò che viene consegnato attraverso l'insegnamento, facendo riferimento alla dottrina insegnata da Paolo.
4. Gli scritti degli apostoli avevano lo stesso peso di Gesù stesso. 14 Cor 37:11; 23 Cor 25: 7-10; 11 Cor 9: 14-14; 14 Cor XNUMX:XNUMX; Rom XNUMX:XNUMX; eccetera.
d. Dopo la morte degli ultimi testimoni oculari (John era uno degli ultimi), non furono più accettati scritti come autorevoli perché non c'erano testimoni oculari per raccontare ciò di cui erano testimoni.
3. L'idea che ci siano altri libri (il cosiddetto vangelo perduto) che avrebbero dovuto essere inclusi nel Nuovo Testamento sta diventando sempre più popolare (grazie a Internet). Purtroppo, questa idea sta minando la fiducia delle persone nella Bibbia.
un. Vangeli perduti è un termine che si riferisce a scritti antichi come il Vangelo di Tommaso, il Vangelo di Filippo, il Vangelo di Pietro, ecc.). L'idea che avrebbero dovuto far parte del Nuovo Testamento, ma che erano stati esclusi per motivi nefasti, guadagnò una certa popolarità con The DaVinci Code, un romanzo (e in seguito un film) di Dan Brown.
1. Alcuni di questi documenti sono resoconti della vita di Gesù scritti molto tempo dopo la sua presenza e includono materiale non trovato nei quattro vangeli, cioè Gesù fece miracoli da bambino. Altri avanzano idee contrarie alla testimonianza dei testimoni oculari degli apostoli. La maggior parte dei vangeli perduti ha un gnostico piegato a loro.
2. Lo gnosticismo era un'eresia emersa nel 2 ° secolo, ma le idee fondamentali si stavano sviluppando nella seconda metà del 1 ° secolo. Hanno affermato di avere una conoscenza segreta che salverà gli uomini. La loro dottrina è contraria al cristianesimo ortodosso. Il nome deriva dalla parola greca ginoskein, per avere conoscenza.
b. I Vangeli perduti non furono aggiunti al Nuovo Testamento perché non potevano essere chiaramente collegati ai testimoni oculari di Gesù o ai testimoni oculari della risurrezione.
4. Che dire del Libro di Enoch? Ne è stata trovata una copia tra i rotoli del Mar Morto (antichi scritti trovati nelle grotte lungo il Mar Morto a partire dal 1947 e risalenti a prima della venuta di Cristo).
un. Enoc fu la settima generazione di Adamo. Visse per 7 anni e poi fu tradotto o portato direttamente in Paradiso senza sperimentare la morte fisica (Gen 365: 5-21; Eb 24: 11-5). Giuda si riferiva a una profezia data da Enoc riguardo alla venuta del Signore (Giuda 6-14).
1. Evidentemente Enoch scrisse un libro che era noto agli ebrei e, secondo la tradizione, alla fine affidato alla tribù di Levi per la custodia.
2. I padri della chiesa e i rabbini citati tra il 32 e il 700 d.C. Successivamente, è stato per lo più dimenticato. Non è mai stato considerato come Scrittura.
b. La Bibbia non è l'unico libro antico che contiene storia antica. È l'unico ispirato da Dio. Tredici libri di storia antica sono menzionati e raccomandati nell'Antico Testamento.
1. Ad esempio: Il Libro di Jashur (Gios 10:13; II Sam 1:18) il Libro delle Guerre del Signore (Num 21: 14-15), il Libro dei Re di Israele e Giuda (II Re 14:18; II Chron 20:34); ecc. Il Libro di Jashur è l'unico ancora esistente.
2. Jannes e Jambrees, i maghi egiziani che resistettero a Mosè (Eso 7:11), non erano nominati nell'Antico Testamento ma Paolo conosceva i loro nomi da altre opere antiche. II Tim 3: 8
5. Libri di storia antica diversi dalla Bibbia forniscono informazioni utili. Ma non sono allo stesso livello delle Scritture perché non sono stati ispirati da Dio.