UN BUON DIO E IL PECCATO - PARTE I

Dio è buono
Buono Significa Bene
Dio è ancora buono
Che dire dell'Antico Testamento
Dio è il vasaio
Un buon dio e peccato I
Un buon Dio e il peccato II
Cosa vuole Dio?

1. L'accurata conoscenza del carattere di Dio è essenziale per una fede forte. Eb 11:11; Sl 9:10
un. Molti cristiani sono deboli nella fede perché pensano che i loro problemi vengano da Dio. b. I tuoi problemi, prove, prove, ecc., Non provengono da Dio. Dio è un Dio buono e il bene significa bene.
Devi sapere questo su Dio. Non puoi fidarti completamente di qualcuno che pensi possa farti del male.
2. In questa lezione vogliamo iniziare a trattare la connessione tra un buon Dio e il nostro peccato.
un. Che dire del fatto che Dio punisce, ha l'ira, contro il peccato? Quello è buono? Come può essere buono?
b. Come cristiani, tutti pecciamo di volta in volta. In che modo Dio risponde al tuo peccato? I tuoi problemi sono il suo modo di punirti per i tuoi peccati?
c. Abbiamo bisogno di risposte a queste domande se vogliamo essere forti nella fede e nella fiducia davanti a Dio
3. La linea di fondo è che tutti vogliamo sapere cosa Dio mi farà per il peccato che ho appena commesso.
un. Come per molti argomenti biblici, dobbiamo iniziare con principi generali prima di poter essere specifici. Vedremo prima i principi generali riguardanti Dio e il nostro peccato. Quindi, nella prossima lezione applicheremo specificamente questi principi generali.
b. In questa lezione scopriremo che Dio è un Dio giusto e santo che deve punire il peccato - e questo è buono e buono significa buono.

1. Entrambe le parole OT e NT tradotte in modo giusto hanno l'idea di giusto, equo o giusto e lecito.
un. Il dizionario delle parole del Nuovo Testamento di Vine definisce la rettitudine come la fedeltà o veridicità di Dio che è coerente con la Sua stessa natura.
b. La rettitudine è l'aspetto del carattere di Dio che richiede che Lui sia fedele a Se stesso. Ricorda, non può negare se stesso. II Timoteo 2:13
1. Non può negare la propria natura. (Norlie)
2. Non può dimostrare falso a se stesso. (Williams)
c. Qualunque cosa sia, è e rimane perché è giusto. Questa è una ragione per cui puoi fidarti di Lui.
2. La Bibbia ci dice anche che Dio è santo. Santo significa separarsi dal male, essere completamente separati dal male. Il peccato è l'opposto della natura di Dio. Isa 6: 3; Giovanni 17:11
un. Per essere fedele alla sua natura, per essere giusto, Dio deve condannare il male e deve esprimere la sua ira o dispiacere verso il peccato punendolo.
1. Dio ha rabbia per il peccato, non perché è cattivo o emotivo, ma perché è giusto.
2. Dio ha ira contro il peccato. L'ira di Dio non è come un'emozione umana - Mi infastidisci, quindi KABOOM! L'ira di Dio è la Sua giusta risposta al peccato.
b. Se Dio trascurasse il peccato o lo ignorasse, lo condonerebbe e ciò sarebbe una negazione della sua natura. Sal 97: 2
3. Dio, come un giusto, santo Dio, deve punire il peccato, il che significa punire il peccatore, e questo è buono.
un. Se qualcuno commette un crimine nella nostra società (omicidio, rapina, ecc.), Viene catturato, arrestato viene processato, viene dichiarato colpevole e va in prigione che va bene. Perché? Rispetta la legge e la giustizia. Protegge i cittadini rispettosi della legge. Serve da deterrente al crimine futuro.
b. Il peccato è una violazione delle leggi di Dio. È bene che Dio punisca il peccato nello stesso senso è bene che il governo punisca i trasgressori.
c. La giustizia di Dio è la parte del Suo carattere che ci assicura che non cambierà mai, così possiamo fare affidamento su di Lui e riposare in Lui. Quello è buono.
d. Il problema è che tutti noi commettiamo peccato, tutti siamo colpevoli di peccato e, in quanto Dio santo, deve punire il peccato. Non va bene per noi perché pecchiamo.

1. Dio non ha creato l'uomo per il peccato o per il peccato. Dio ha creato l'uomo per la relazione, per la filiazione.
un. Dio ha creato l'uomo sapendo che l'uomo avrebbe peccato. Ha creato l'uomo comunque perché aveva in mente un piano per affrontare i nostri peccati, per rimuovere il nostro peccato.
b. Il piano di Dio era rimuovere il nostro peccato attraverso Gesù. Gesù è chiamato l'Agnello immolato fin dalla fondazione del mondo. Apocalisse 13: 8
2. Lo scopo di Dio sin dal peccato di Adamo e dalla caduta dell'uomo non è stato quello di punire il peccato ma di rimuovere il peccato che ci separa da Lui. Considera questi punti.
un. Momenti dopo che Adamo ed Eva peccarono Dio promise a Gesù il sacrificio o il pagamento perfetto per i nostri peccati. Gen 3:15
b. Dopo che Adamo ed Eva hanno peccato, Dio ha creato cappotti di pelle o una copertura di sangue per il loro peccato. Gen 3:21
c. Dio ha istituito sacrifici di sangue che hanno dato ad Adamo, Eva e ai loro figli un accesso continuo a Lui anche se hanno dovuto lasciare il Giardino dell'Eden. Gen 4: 4
d. Sulla base di ciò che Dio avrebbe fatto attraverso Gesù e la Croce, fu in grado di estendere la misericordia alle persone nell'OT fino a quando Gesù venne. Rom 3:25
3. Nei rapporti di Dio con Israele vediamo il Suo desiderio di rimuovere il peccato che separava il Suo popolo da Lui.
un. Quando Dio li portò fuori dall'Egitto, prima di portarli nella terra promessa, diede loro un sistema di sacrifici di sangue per coprire i loro peccati e rimuoverli simbolicamente. Lev 16: 15-22
b. Tramite i profeti il ​​Signore ripetutamente disse ad Israele che stava arrivando un giorno in cui non avrebbe più ricordato i loro peccati. Sal 103: 12; Isa 38:17; Isa 43:25; Isa 44:22; Ger 31:34; Michea 7: 18,19
c. Alla fine, Gesù venne per mettere via il peccato, per rimuoverlo una volta per tutte. Eb 9:26; 9: 11-14; 10: 1-4,12
4. Dio, il Dio giusto che deve punire il peccato, ci ha puniti, ha giudicato i nostri peccati, ha riversato la sua ira contro i nostri peccati su Gesù. Isa 53: 5
un. Gesù, il nostro sostituto, prese il nostro posto sulla Croce e fu punito per i nostri peccati.
b. Attraverso il nostro sostituto siamo stati portati in tribunale, condannati a giudizio e giustiziati.
1. Isa 53: 5 – È trafitto per le nostre trasgressioni e schiacciato per i nostri peccati; Viene punito per renderci felici e ferito per guarirci. (Beck)
2. Isa 53: 6 – Il Signore Lo ha punito per i peccati di tutti noi. (Beck)
3. Isa 53:11 - In base alla sua esperienza, il mio giusto servitore rende giusti molti assumendo Sé stesso il pesante fardello della loro colpa. (Beck)
c. L'ira di Dio contro il tuo peccato è andata a Gesù. Il Salmo 88 descrive un uomo che soffre sotto l'ira di Dio. Molti credono che sia un riferimento profetico a Gesù. v1-3,6,7,14,16,17
d. Le affermazioni del giusto giudizio di Dio contro di noi e i nostri peccati sono state soddisfatte tramite il nostro sostituto, Gesù.
1. Rom 8: 1 – Perciò [non c'è] ora nessuna condanna - nessun giudizio colpevole di torto - per coloro che sono in Cristo Gesù. (Amp)
2. Rom 8: 1 – Ora, a causa di questo, coloro che appartengono a Cristo non subiranno la punizione del peccato. (Nuova vita)
5. A causa della croce, Dio è stato fedele alla giustizia, ha sostenuto la sua giustizia.
un. Il nostro peccato è stato punito, ma Dio non ha perso te o me nel processo.
b. L'unica punizione che potresti prendere per soddisfare la giustizia divina per i tuoi peccati è se vai all'inferno per sempre - la separazione eterna da Dio.

1. Romani 1: 18-32 contiene una lunga dichiarazione sull'ira di Dio. Nota questi punti:
un. È contro l'umorismo e l'iniquità degli uomini. v18
b. Questi uomini e donne ignorano volontariamente e volontariamente Dio. v19-21
c. Invece di riconoscere Dio, adoravano i falsi dei. v22,23,25
d. Dio permise loro di seguire quel corso e il loro peccato peggiorò sempre di più. v24,26-31
e. Non solo sanno che quello che fanno è sbagliato, non gli interessa. v32
2. Ef 5: 1-8 fa riferimento all'ira di Dio. Nota questi punti:
un. v6 - Le azioni peccaminose fanno emergere la risposta dell'ira di Dio e arriva sui figli della disobbedienza. I figli della disobbedienza sono persone non salvate.
b. La disobbedienza, in greco, è APEITHEIA che è letteralmente incredulità. Ha l'idea di insopportabile, ostinatamente disobbediente, ribelle. La stessa parola si trova in Ef 2: 2 (disobbedienza) in cui Paolo sta descrivendo la nostra condizione prima di essere salvati.
c. Il punto di questo passaggio è: Cristiano, non agire come quello che non sei: miscredenti, oscurità.
Paolo li sfida ad agire come sono: credenti, figli della luce. Notate, non li minaccia con l'ira di Dio.
3. Devi capire che ci sono due gruppi di persone sulla terra: salvati e non salvati, amici di Dio e nemici di Dio, figli di Dio e figli di Satana. I Giovanni 3: 10,12; Giovanni 8:44
un. Se sei un amico di Dio (salvato), l'ira che dovrebbe venire da te (la giusta risposta di Dio al tuo peccato) è andata a Gesù, e poiché lo hai accettato come Salvatore e Signore, non c'è più ira per te.
b. Se sei un nemico di Dio (non salvato), l'ira che dovrebbe venire a te (la giusta risposta di Dio al peccato) è andata a Gesù, ma poiché non Lo hai accettato come Salvatore e Signore, quell'ira è rimasta su di te. Giovanni 3:36 (dimora = restare o restare)
4. Anche se l'ira o il dispiacere di Dio è su persone non salvate, vediamo ancora la Sua misericordia verso di loro.
un. Le conseguenze di quell'ira - l'eterna separazione da Dio - non sono operative durante la loro vita. Sebbene siano separati da Dio, ciò può potenzialmente cambiare in qualsiasi momento.
b. Dio dà agli uomini il tempo o lo spazio per pentirsi. Possono venire a Gesù in qualsiasi momento. Dio li aspetta. II animale domestico 3: 9
c. Dio dà agli uomini una testimonianza di sé sulla terra e mostra loro gentilezza e misericordia.
Rom 1: 19,20; Atti 14: 16,17; Giovanni 1: 9; Sal 19: 1; Luca 6:35; Matt 5:45
1. È misericordia di Dio che ciò che è accaduto a Sodoma e Gomorra non accada in ogni raduno omosessuale pubblico.
2. È misericordia di Dio che la distruzione come il diluvio di Noè non venga su ogni persona non salvata in questo istante.
d. L'unico modo in cui tutti gli umani dovranno affrontare l'ira di Dio è se rifiutano Gesù come Salvatore e Signore e, Dio, nella sua bontà, reprime quell'ira per tutta la nostra vita. La sua misericordia lo trattiene.
5. A volte, nel discutere l'ira di Dio contro il peccato, le persone allevano nativi nella giungla o persone nei paesi musulmani o indù che non hanno mai sentito parlare di Gesù. Se Dio è buono, che dire di loro?
un. Devi renderti conto che il diavolo usa questa domanda, insieme alla naturale tendenza della nostra carne ad accusare Dio di essere ingiusto, per piantare in noi dubbi riguardo alla bontà di Dio.
b. Dio si prende cura di quelle persone più di te. Conosci i loro nomi individuali? Sai quanti peli hanno in testa? Dio lo fa !! Gen 18:25; Tito 2:11

1. In altre parole, commetto un peccato e Dio mi punisce con una prova. Ma l'unica punizione che puoi pagare per soddisfare la giustizia divina per il tuo peccato è quella di andare all'inferno per sempre.
2. Sì, ma sembra così nell'OT. Hanno fatto qualcosa di brutto e Dio li avrebbe puniti. .
un. Se lo studiamo, scopriamo che la Sua ira si è abbattuta su di loro per l'incredulità e il culto dell'idolo.
1. Incredulità di fronte a tremende dimostrazioni del suo potere.
2. Il culto dell'idolo anche dopo che Dio li ha avvertiti delle conseguenze prima che entrassero in esso e ha inviato i profeti per avvertirli di pentirsi per anni mentre erano in esso prima che arrivasse il giudizio.
b. Sapevano sempre esattamente perché Dio era arrabbiato con loro e esattamente come correggerlo.
3. Quando Dio giudica le persone sulla terra, rimuove la Sua mano di protezione da loro e permette loro di raccogliere le conseguenze del loro peccato. Rom 1: 18-32; Num 14: 28,29; Sl 81: 8-12; Isa 3: 9,10; Ger 2: 17,19 a. È molto chiaro dalle Scritture che Dio è un Dio riluttante. Non gli piace permettere alle persone di raccogliere i frutti della loro ribellione. Ma, in quanto Dio giusto, deve essere fedele alla Sua natura.
b. Quando Dio permise all'Assiria e a Babilonia di invadere Israele in giudizio per la loro ribellione, fu chiamata opera strana (aliena, straniera) di Dio. Il suo cuore non c'era. Isa 28:21; Lam 3:33
4. Devi capire qualcosa sulle conseguenze del peccato.
un. Rom 8: 1 ci dice che non siamo più colpevoli di peccato davanti a Dio (non più condanna) e questo è corretto. Ma c'è dell'altro.
b. La parola condanna significa giudicare, pronunciare la sentenza, con il suggerimento di una punizione o una conseguenza da seguire.
1. Ci sono conseguenze verticali e orizzontali sul peccato.
2. Verticale significa qualcosa tra te e Dio. Orizzontale significa qualcosa tra te e le cose della tua vita.
c. Tramite la Croce di Cristo le conseguenze verticali del peccato sono state rimosse, persino il peccato che potresti commettere domani.
d. Ma le conseguenze orizzontali del peccato possono e continuano a giungere sulla nostra strada. Questi includono punizioni da parte della società e di altre persone, paura, preoccupazione, senso di colpa, depressione, mancanza, malattia, ecc.

1. Dio è un Dio giusto. La giustizia richiede che Dio sia fedele a se stesso. Ciò significa, come un santo Dio,
Deve punire il peccato.
un. Ha punito i nostri peccati in Gesù. Non c'è punizione per coloro che sono in Cristo Gesù.
b. Il desiderio di Dio non è punire il peccatore, ma rimuovere il peccato. Dove il peccato non viene rimosso, deve essere punito.
c. Ma, poiché Dio è misericordioso e gentile, trattiene la sua ira contro il loro peccato per tutta la loro vita, dando loro spazio per pentirsi.
2. È positivo che Dio abbia ira contro il peccato (la sua giusta risposta al peccato) e che lo esprima.
un. L'ira di Dio verso il peccato significa che Dio è fedele alla Sua natura, anche a caro prezzo per Se stesso. Puoi contare su di Lui - e questo è un bene.
b. L'ira di Dio verso il peccato significa che alla fine rimuoverà tutto il peccato, la fonte di tutti i nostri guai. Sta arrivando un giorno in cui tutto ciò che inquina, corrompe e uccide sarà rimosso dall'universo - e questo è un bene. Matteo 13: 37-43
c. Dio è buono e buono significa buono.